HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Il mercato entra nel vivo. L'Inter e l'attaccante, Juve e i rinnovi, Napoli e il vice Insigne (ma non solo). Anche la Fiorentina ha bisogno...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
13.11.2014 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 28415 volte
© foto di Federico De Luca

Metà novembre. Un mese e mezzo al mercato, c'è fermento. Anche perché le cose vanno bene per qualcuno, ma per molti no. Fra infortuni e delusioni il mercato di gennaio può essere un'opportunità per invertire la tendenza.
La Juventus per esempio si concentra soprattutto sui rinnovi, visto che al momento la situazione non comporta esigenze particolari. Anche se il cambio di sistema di gioco potrebbe portare Marotta e Paratici a trovare delle nuove strategie. L'utilizzo del trequartista potrebbe spingere a valutare con più attenzione la zona offensiva, piuttosto che quella dei centrali difensivi (dove la Juventus aveva cercato di intervenire, visti i problemi di infermeria). Oppure quella degli esterni difensivi, indipendentemente dal rinnovo di Lichtsteiner. Sono discorsi ancora non approfonditi, ma che meritano una riflessione.
L'Inter invece ha già individuato il reparto in cui intervenire: l'attacco. La priorità è stata chiara sin dall'inizio. I tre attaccanti che aveva a disposizione Mazzarri (Osvaldo, Icardi e Palacio) non sono stati mai disponibili tutti insieme. C'è evidentemente bisogno anche di altro. Campbell e Borini sono i due giocatori più seguiti, quelli che in questi momento stuzzicano di più l'interesse nerazzurro. Ma c'è anche Kramaric che sta scalando posizioni. In realtà più per l'estate piuttosto che per questa sessione invernale.vMa l'Inter se dovesse riuscire a fare delle operazioni in uscita potrebbe ritoccare anche gli altri reparti: ad esempio la difesa. Dovesse uscire Campagnaro (o dovesse continuare a non essere disponibile) potrebbe tornare a Milano Rolando (con cui i rapporti non si sono mai interrotti) oppure Chiriches (seguito anche dalla Roma in passato). C'è sempre però una regola da rispettare: impatto zero sul bilancio, vista anche la chiacchierata a Nyon per il fair play finanziario. E Mazzarri? Inutile nascondersi. Ogni allenatore dipende dai risultati e finora Mazzarri ha beneficiato della fiducia di Thohir perché lui i conti vorrebbe farli a fine anno. È naturale che se dovesse andare incontro a una debacle clamorosa, anche questa impostazione british potrebbe avere dei sussulti.
Anche la Fiorentina sta vivendo un periodo difficile. Anche qui cerchiamo di essere chiari sin dall'inizio: Montella non rischia, neanche per scherzo. Ilicic però sì, visto anche il suo gesto in aperta contrapposizione con i tifosi. Gli infortuni a raffica in attacco anche qui potrebbero portare delle novità in avanti. Il nome che sembra essere più gettonato è quello di Giovinco. Ma la sua situazione contrattuale e il fatto che sia dell'eterno nemico bianconero non rende semplice l'operazione. Un altro nome che sarà molto caldo questo inverno è Pazzini che sicuramente lascerà il Milan. Per un ritorno? Al momento, ancora, nessun movimento significativo. Ma attenzione: la Fiorentina non sta pensando solo all'attacco. Anzi la pista Fernando Shakhtar è tutt'altro che tramontata.
L'infortunio di Insigne sta portando il Napoli ad accelerare sul ruolo di esterno offensivo. Intanto Bigon è andato a vedere la Croazia a Londra magari per continuare a guardare da vicino (di nuovo) Perisic. Ma non è l'unico nome. Dai radar non è mai uscito Ayew (che sogna di poter giocare in Italia) ed è entrato anche M'Poku. Ma non è finita qui. Perché non tramonta l'idea di poter rinforzare ancora il centrocampo. E il nome è quello di Carlos Vela torna di moda negli uffici di Benitez e Bigon. Centrocampista centrale, della nazionale Messicana e della Real Sociedad. Già il Napoli aveva pensato a lui e a quanto ci risulta è ancora un osservato speciale. E poi il ruolo di terzino destro: Widmer dell'Udinese è un'idea.
L'ultima pista è quella di Giaccherini, anche se però forse sta già subendo un grande e brusco rallentamento: il Sunderland lo cede soltanto a titolo definitivo e non in prestito. E vorrebbe almeno 10 milioni di euro.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.