HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Il Napoli bracca Icardi, l'Inter pensa a Insigne (se salta Gabigol), il Milan ha mister X: Bentancur del Boca. Juve e Zaza, il Sassuolo e l'Europa. Cassano rompe con la Samp. È davvero quasi ferragosto???

11.08.2016 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 53225 volte
© foto di Federico De Luca

Senza sosta. Il mercato non si ferma un attimo, anche nella settimana di Ferragosto. E non si è mai fermato un attimo neanche il Napoli nella lunga, continua caccia a Mauro Icardi: c'è stato ancora un incontro tra il ds Giuntoli e l'entourage dell'attaccante dell'Inter, occasione buona in cui sarebbe stata concordata l'ultima offerta da proporre ai nerazzurri da 60 milioni di euro più 2 milioni di bonus legati alla prossima partecipazione in Champions del Napoli. Una proposta ancora da far arrivare all'Inter in forma scritta. Inter che naturalmente non risponde, fa muro, ritiene sempre incedibile l'argentino con una linea dura e netta. Almeno finché non ci sarà un'offerta scritta e ufficiale cui dover replicare. Preparando il rinnovo da proporre al capitano, da firmare a mercato chiuso, questa la condizione del club rispetto alle richieste del giocatore. E Icardi, di fronte a tutto questo, cosa fa? Sui social fa arrivare segnali d'amore all'Inter, mentre la moglie-manager Wanda Nara inverte la tendenza mandando messaggi di possibile addio. In uno scenario ancora tutto da chiarire, col Napoli che insiste.

E l'Inter che non sta a guardare: perché ha fatto un pensiero a Lorenzo Insigne, qualora non dovesse arrivare Gabigol per cui c'è sempre un'offerta scritta da 25 milioni più bonus al Santos (e anche quella da 27 milioni del Leicester, in corsa). La scelta del brasiliano sarà dopo le Olimpiadi; nel frattempo, l'Inter ha pensato a Insigne dopo i problemi sul rinnovo emersi dalle parole dei suoi agenti, con De Laurentiis irritato da questa mossa mediatica. Non si esclude che quella nerazzurra sia un'idea pensata anche come una provocazione per il Napoli, visto il discorso Icardi. Intanto Giuntoli lavora sempre su Diawara del Bologna, a prescindere da Valdifiori: l'Aston Villa ha offerto 17 milioni, il Napoli è arrivato a 14 più 1 di bonus, presto nuovi contatti perché la preferenza del giocatore è proprio il Napoli. E in parallelo procede la pista Rog, dalla Dinamo Zagabria, con la speranza di chiudere entro settimana prossima ancor più se David Lopez andrà via (Betis e Espanyol lo vogliono).

Non si fa distrarre dalla questione Icardi la nuova Inter di De Boer: c'è stato un nuovo tentativo per Joao Mario, vi avevamo raccontato una riapertura dei giorni scorsi, adesso Kia Joorabchian viene dato dai colleghi portoghesi già in missione a Lisbona per tornare a trattare con lo Sporting. Nel frattempo, De Boer valuta la rosa e dirà poi la sua sui rinforzi; intanto ha avallato l'idea Luiz Gustavo, naturalmente alternativa a Joao Mario, per cui l'Inter è pronta a un'offerta da giorni. E in uscita? Felipe Melo era legato a Mancini e potrebbe salutare, l'idea è invece di tenere Brozovic ma dipenderà dalle potenziali offerte perché potrebbe aiutare a chiudere per Joao Mario.

Vi abbiamo raccontato e svelato in queste ore invece il volto giovane del 'Mister X' del Milan: si chiama Rodrigo Bentancur, uruguaiano, qualità e talento per un ragazzo del '97 che al Boca Juniors è predestinato da anni. La Juventus ha un'opzione su di lui dai tempi dell'operazione Tévez e può scegliere se pareggiare l'offerta del Milan, i rossoneri lo sanno e per questo hanno subito accelerato: 15 milioni tasse comprese sul tavolo del Boca, praticamente l'intero extra-budget concesso da Berlusconi a Galliani. Adesso si cerca l'accordo anche col giocatore, la sensazione è di voler provare a chiudere in fretta. Intanto, dalla Juventus non arrivano segnali di rilancio: pretattica o realtà? Marotta e Paratici sanno sempre come muoversi, sono stati contattati dal Boca come impone l'opzione, per Bentancur intanto il Milan spinge. E vuole regalarlo a Montella, un giovane talento da crescere in casa.

Nel frattempo, la Juve aspetta di capire il possibile futuro di Simone Zaza: il Wolfsburg è indispettito dai tentennamenti dell'attaccante della Nazionale rispetto al quadriennale da più di 4 milioni a stagione che gli è stato proposto, adesso Zaza ha aperto e potrebbe volare nelle prossime ore in Germania per valutare le strutture e l'offerta di persona coi dirigenti tedeschi. Sempre che il Wolfsburg non faccia marcia indietro. A centrocampo continua il casting per il dopo-Pogba, senza fretta, la Juventus ha le mosse pronte. Per Matic il Chelsea continua a fare resistenza, Conte non vuole liberarlo, sensazioni negative ma la Juve ci prova finché ha margine. Per Matuidi invece il PSG ha chiuso alla cessione anche pubblicamente, dopo i contatti tra la Raiola (suo agente) e una Juve che ancora non ha mollato la presa. Witsel ha costi eccessivi: 30 milioni la richiesta dello Zenit, i bianconeri sono arrivati tra i 15 e i 18 ma non si spingeranno troppo oltre per un giocatore che va a scadenza nel prossimo giugno 2017. Defilato Luiz Gustavo, su cui la Juve è pensierosa. E sceglierà prima di sferrare l'attacco al momento giusto sul centrocampista da prendere.

In casa Sampdoria torna la questione Cassano: "Preferisco stare fuori rosa alla Sampdoria che amo piuttosto che andar via", parola sua, l'Entella ha fatto un tentativo ma smuovere Antonio sarà una missione difficile per tutti.

Il Sassuolo che guarda all'Europa ha un grande obiettivo per sostituire Sansone: il Papu Gomez. Tutto su di lui: se non dovesse essere fattibile torna di moda l'idea Saponara. In attacco il favorito è Matri (su Pinilla), ma attenzione al Bologna...

Intanto, la Lazio tratta Bastos del Rostov (offerti 4 milioni) per la difesa e valuta Ntep per l'attacco, nome confermato dal ds Tare che spera ancora nel rinnovo di Balde Keita. E allora, la raffica: il Bologna si avvicina a Dzemaili, affare in dirittura d'arrivo; la Fiorentina annuncia Carlos Sanchez e tratta sempre per Tello col Barcellona, si avvicina ormai sempre di più il suo acquisto in prestito con diritto di riscatto, mancano solo le firme. Il Pescara ha preso Gyomber dalla Roma, pensa a Gnoukouri (ne parlerà con l'Inter) e valuta anche Aquilani a centrocampo. Idea Iemmello per il Sassuolo dopo il mancato rinnovo con lo Spezia, servono 3 milioni e anche Juventus e Napoli stanno pensando di bloccarlo per poi girarlo in prestito tra Carpi, Pescara o Crotone. Il Cagliari annuncia Isla, il Crotone riprova per Yao dall'Inter e segue Saint-Louis per l'attacco, il Chievo vuole De Guzman dal Napoli (più vicino, si tratta sull'ingaggio) e si avvicina a Parigini dal Toro in prestito con diritto di riscatto. Balotelli? Per adesso resta un sogno, i tentativi ci sono stati, chissà...

In Serie B, la Salernitana sta per prendere Rosina dal Catania mentre il Brescia annuncia Pinzi, il Carpi cede Mbakogu ufficialmente al Krylya Sovetov e il Perugia ha avuto anche la firma di Dezi dal Napoli in prestito. All'estero invece è ufficiale il rinnovo di Claudio Ranieri col Leicester: fino al 2020, dopo il miracolo della scorsa stagione, adesso è attento sul mercato. Che non si ferma mai. Tenetevi forte!!!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...

EditorialeDI: Marco Conterio

Ferrero, Sarri & co: ora basta! Una decisione arbitrale sbagliata non può portare ancora a simili reazioni. Juventus, perdere Witsel non è un peccato. Roma, Feghouli bel colpo. Caso Kalinic: cifre folli, immobilismo viola e la reazione di Sousa 08.01 - Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, disse chiaramente che i tecnici arebbero dovuto evitare di parlare di decisioni arbitrali. E siccome nell'universo calcio, nel posto gara, i microfoni sono accesi anche per i presidenti, sarebbe stata cosa buona e giusta se quelle parole...

EditorialeDI: Mauro Suma

Merdeka e le Cayman, passi - Huarong e le Vergini, alt! Romagnoli out e Caldara in - Rincon: maquillage perfetto 07.01 - Dalle altre parti sono diventati bravi. Quando, qualche mese fa, il Corriere della Sera scoprì che le azioni Inter di Thohir erano in pegno alla finanziaria Merdeka, senza centralino telefonico e senza uffici, una sorta di società virtuale online alle Isole Cayman, tutto venne tacitato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.