HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Il Napoli troppo pieno di sé deve ritrovare l'umiltà! Solo con lo spirito corporativo potrà pensare a quel terzo posto che Benitez insegue per evitare che anche questa sua seconda esperienza italiana venga catalogata come "fallimentare"

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
17.05.2015 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 19652 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Sembrava di volare, per poi precipitare. La notte di Kiev è arrivata come un incubo per il Napoli che si era illuso di decollare da Capodichino per Varsavia, sorvolando beatamente i cieli dell'Ucraina. Un errore gravissimo di sottovalutazione, ancor più se commesso da un allenatore esperto come Rafa Benitez. Gli avversari non si suddividono tra quelli da snobbare e quelli per i quali valga la pena impegnarsi, la schedatura è molto più banale e veritiera: gli avversari sono tutti uguali, perché ognuno di loro farà di tutto per portare via i tre punti in palio. E allora rieccoci qua, col culo a terra per un tonfo diventato frastuono a causa dell'alta quota nella quale il Napoli aveva deciso di rimanere, pur sapendo di essere a corto di carburante per i troppi chilometri percorsi. E' stata sufficiente una turbolenza minima, una squadra chiamata Dnipro per farci cadere in picchiata e svelare tutti quanti i nostri limiti, quelli che invece credevamo fossero qualità. Sembrava fosse sicurezza nei nostri mezzi, invece era solo presunzione. Quell'incomprensibile senso di superiorità che ci aveva costretto a concedere 27 punti alle formazioni che in serie A vanno dall'undecimo al ventesimo posto e che "ci può stare" l'errore dell'arbitro o che il calcio italiano sia di "m...", ma mai e poi mai si è elevato un mea culpa di Rafa Benitez. Sempre più rubizzo in volto, segnale evidente della compressione interna di chi vorrebbe esplodere. Sarà cosa buona e giusta dare corso alle parole di De Laurentiis, mai come quest'anno interventista alla luce dello scollamento che da troppo tempo emerge all'interno di un gruppo diventato pentola a pressione. Per quieto vivere non è stato ripristinato il ritiro punitivo, segno evidente che il presidente voglia confidare nella professionalità dei calciatori ai quali è stato garantito il premio Champions pur conquistando il terzo posto. La vil pecunia per raffreddare la temperatura di uno spogliatoio diventato pentola a pressione: sarà sufficiente per il miracolo di fine maggio? Si può fare, purchè il Napoli dopo le chiappe metta anche e soprattutto i piedi a terra. L'umiltà è l'arma per l'insperato traguardo, "uno per tutti" da celebrare nonostante certe insofferenze palesi o nascoste. Come la clamorosa ed esagerata sfuriata di Higuain a Parma, o l'espressione delusa di Hamsik seduto in panchina a Kiev, oppure Zapata spedito in Tribuna senza una spiegazione su questa scelta suicida per una gara importante come può esserlo una semifinale di Europa League. E che dire della qualità del gioco? Il fantomatico e mai visto Tiqui Taka è diventato qualcosa che non ha né forma e né nome: il gioco del Napoli passa attraverso il lancio lungo dal piede del difensore centrale oppure con il cross degli esterni nelle aree di rigore sempre troppo affollate di difensori. Il gioco palla a terra, quello che serve per esaltare la qualità degli attaccanti azzurri, è stato disinnescato da chi ormai conosce a memoria il prevedibile sistema di gioco del Napoli. Ora, però, va tutto azzerato per il bene comune di un traguardo che potrebbe attutire il tonfo provocato da una stagione vissuta troppo pericolosamente dopo l'eliminazione precoce per mano del Bilbao ed un mercato estivo che aveva fatto meditare l'addio a Benitez. Con queste premesse è già tanto se ancora adesso si stia puntando ad un obiettivo comunque di prestigio come il terzo posto in serie A, l'ultima chance che ha Benitez per evitare che anche questa sua seconda esperienza italiana venga catalogata sotto la voce "fallimentare".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il peso della Champions e le panchine che iniziano i loro valzer con largo anticipo… 16.02 - Dobbiamo essere onesti e realisti. Il Napoli ha giocato con coraggio: ha guardato il Real negli occhi. Gli ha messo anche paura. Poi la qualità delle giocate (anche quelli “improvvisate” come il gol di Casemiro) e soprattutto la personalità e l’esperienza degli avversari ha fatto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.