HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Il Real chiama Morata, la Juve prova a resistere. Baselli e Vazquez per gennaio. Arriva Berardi, Zaza a Sassuolo. Milan, Balotelli nel tridente. Serve Witsel. Napoli, cinque schiaffi a Maradona

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
18.09.2015 11.18 di Enzo Bucchioni   articolo letto 129549 volte
© foto di Federico De Luca

Mi sono divertito a leggere della resurrezione della Juventus raccontata dagli stessi che tre giorni prima avevano già celebrato i funerali. Molto più banalmente la straordinaria vittoria di Manchester è frutto di scelte migliori da parte di Allegri che sta finalmente trovando una strada tattica più logica con idee più appropriate dopo la rivoluzione estiva, di una gara di grande carattere dei bianconeri e di una pessima prestazione del City.

Hernanes regista è il futuro. Per fare il trequartista non ha più il passo e neanche i tempi, in quella posizione può solo migliorare e dare personalità, tecnica. Ha tutto per diventare il nuovo faro bianconero e Marchisio, quando tornerà, sarà sicuramente più utile come secondo centrocampista viste le difficoltà di Sturaro e la giovane età di Lemina. Il 4-3-3 scelto a Manchester è poi l'ideale per valorizzare Cuadrado che comunque è bravo anche nel 3-5-2 come esterno destro con Alex Sandro a sinistra. Insomma, la nuova Juve sta prendendo forma, le figuracce in campionato sono frutto di alcune indecisioni ed errori del tecnico (Padoin regista, perché?), della preparazione pesante, degli infortuni e di qualche calo di determinazione. Comunque la campagna acquisti è stata importante, questa vittoria darà la scossa e la Juve per me è già ripartita.

Uno dei migliori a Manchester è stato sicuramente Morata, un vero killer in campo internazionale, a dimostrazione della grande personalità. Il Real ha già deciso di riportarlo a casa grazie alla clausola rescissoria da trenta milioni. Morata è destinato a sostituire Benzema o Bale nell'attacco di Benitez.

Cosa può fare la Juve per contrastare il Real?

L'operazione è oggettivamente difficile, Morata è venuto in Italia perché non giocava titolare, se il club spagnolo gli offrirà una maglia sicura e un ingaggio importante ci sarebbe da alzare bandiera bianca.

Però Marotta non molla, conta molto sulla sensibilità e l'attaccamento del ragazzo che si è sempre dimostrato grato alla Signora che ha creduto in lui. La Juve sta cercando di alzare da subito i suoi emolumenti, attualmente a 2,5 milioni annui più bonus. Contemporaneamente c'è l'intenzione di portare il contratto dal 2019 al 2021.

Insomma contratto prolungato per altri sei anni e guadagni da 3,5 di partenza a salire. Basterà? Vedremo. Intanto questo è un giocatore vero e ormai è chiaro, potrebbe diventare un punto fermo del ringiovanimento che non è finito.

La Juventus infatti si sta guardando attorno e viste le difficoltà di Khedira e anche di Marchisio al secondo infortunio, sta pensando di rinforzare il centrocampo con un altro ingresso di un giovane italiano che sta crescendo. I bianconeri stanno seguendo con grande attenzione Baselli del Toro e presto valuteranno se potrà essere uno dei colpi di gennaio anche se comprare da Cairo è sempre difficile. Nel mirino anche Vazquez del Palermo per il ruolo di trequartista che alla fine è rimasto scoperto per le vicissitudini estive. Marotta voleva prendere anche l'italoargentino insieme a Dybala, Zamparini l'ha sparata grossa. Ora, con più calma e minori pretese, il discorso potrebbe ricominciare a gennaio. Ma c'è un'altra idea che frulla ed è quella di riprendere Berardi dal Sassuolo e di scambiarlo con Zaza. Come ricorderete, Allegri avrebbe voluto Berardi già l'estate scorsa. Le due dirigenze hanno invece deciso di fare le cose per gradi e di prendere prima Zaza che per adesso, però, sta faticando a entrare nella nuova dimensione. Se la situazione non dovesse cambiare, a gennaio possibile il giro di valzer. Insomma, una ottima campagna acquisti con molti giovani interessanti, sta comunque dimostrando qualche lacuna e la Juve sta già correndo al ripari.

Anche il Milan ha avuto i suoi problemi nelle prime giornate e li ha ancora costringendo Mihajlovic a correggere in corsa le sue scelte iniziali. E' chiaro che Bertolacci non serviva, è troppo simile a Bonaventura. E' altrettanto chiaro che De Jong non può essere il regista. Con Montolivo con i piedi buoni davanti alla difesa, Kucka a sinistra e De Jong a destra, il Milan potrebbe permettersi anche di giocare con il tridente come faceva Miha nella Sampdoria. Balotelli centroavanti come Okaka, Bacca come Eder e Luiz Adriano come Gabbiadini. Naturalmente tutte e tre le punte dovranno fare grande movimento in fase di copertura. Questo è il nuovo Milan che sta nascendo con la convinzione assoluta che a gennaio serve un centrocampista vero. La Juve ha mollato definitivamente Witsel e allora servono 25 milioni per prendere il belga e rimettere in Milan ancor più nella scia di Juve, Inter e Roma.

Anche il Napoli spera di riagganciare presto il treno delle grandi e dei segnali incoraggianti sono arrivati ieri sera. Jorginho in un centrocampo a tre può tornare quello di Verona. Hysaj a destra rende molto di più. E il 4-3-3 può essere una buona alternativa. Cinque gol al Bruges sono una bella risposta a Diego Armando Maradona che quando giocava con i piedi era il migliore del mondo, ma ora che pensa con i piedi fa solo dei danni al Napoli e ai napoletani. Parole troppo grosse e pesanti contro Sarri che nascondono il livore di chi era il numero uno del calcio e il calcio ha messo ai margini. Peccato. Voto alto invece a De Laurentiis che per difendere il suo allenatore è andato conto il Mito di Napoli. Altissimo a Sarri che ha risposto da gran signore: sono onorato che Maradona sappia chi sono io. Il problema, purtroppo, è che anche noi sappiamo chi è Maradona quando esce dalle righe.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.