HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Il Real chiama Morata, la Juve prova a resistere. Baselli e Vazquez per gennaio. Arriva Berardi, Zaza a Sassuolo. Milan, Balotelli nel tridente. Serve Witsel. Napoli, cinque schiaffi a Maradona

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
18.09.2015 11.18 di Enzo Bucchioni  articolo letto 129497 volte
© foto di Federico De Luca

Mi sono divertito a leggere della resurrezione della Juventus raccontata dagli stessi che tre giorni prima avevano già celebrato i funerali. Molto più banalmente la straordinaria vittoria di Manchester è frutto di scelte migliori da parte di Allegri che sta finalmente trovando una strada tattica più logica con idee più appropriate dopo la rivoluzione estiva, di una gara di grande carattere dei bianconeri e di una pessima prestazione del City.

Hernanes regista è il futuro. Per fare il trequartista non ha più il passo e neanche i tempi, in quella posizione può solo migliorare e dare personalità, tecnica. Ha tutto per diventare il nuovo faro bianconero e Marchisio, quando tornerà, sarà sicuramente più utile come secondo centrocampista viste le difficoltà di Sturaro e la giovane età di Lemina. Il 4-3-3 scelto a Manchester è poi l'ideale per valorizzare Cuadrado che comunque è bravo anche nel 3-5-2 come esterno destro con Alex Sandro a sinistra. Insomma, la nuova Juve sta prendendo forma, le figuracce in campionato sono frutto di alcune indecisioni ed errori del tecnico (Padoin regista, perché?), della preparazione pesante, degli infortuni e di qualche calo di determinazione. Comunque la campagna acquisti è stata importante, questa vittoria darà la scossa e la Juve per me è già ripartita.

Uno dei migliori a Manchester è stato sicuramente Morata, un vero killer in campo internazionale, a dimostrazione della grande personalità. Il Real ha già deciso di riportarlo a casa grazie alla clausola rescissoria da trenta milioni. Morata è destinato a sostituire Benzema o Bale nell'attacco di Benitez.

Cosa può fare la Juve per contrastare il Real?

L'operazione è oggettivamente difficile, Morata è venuto in Italia perché non giocava titolare, se il club spagnolo gli offrirà una maglia sicura e un ingaggio importante ci sarebbe da alzare bandiera bianca.

Però Marotta non molla, conta molto sulla sensibilità e l'attaccamento del ragazzo che si è sempre dimostrato grato alla Signora che ha creduto in lui. La Juve sta cercando di alzare da subito i suoi emolumenti, attualmente a 2,5 milioni annui più bonus. Contemporaneamente c'è l'intenzione di portare il contratto dal 2019 al 2021.

Insomma contratto prolungato per altri sei anni e guadagni da 3,5 di partenza a salire. Basterà? Vedremo. Intanto questo è un giocatore vero e ormai è chiaro, potrebbe diventare un punto fermo del ringiovanimento che non è finito.

La Juventus infatti si sta guardando attorno e viste le difficoltà di Khedira e anche di Marchisio al secondo infortunio, sta pensando di rinforzare il centrocampo con un altro ingresso di un giovane italiano che sta crescendo. I bianconeri stanno seguendo con grande attenzione Baselli del Toro e presto valuteranno se potrà essere uno dei colpi di gennaio anche se comprare da Cairo è sempre difficile. Nel mirino anche Vazquez del Palermo per il ruolo di trequartista che alla fine è rimasto scoperto per le vicissitudini estive. Marotta voleva prendere anche l'italoargentino insieme a Dybala, Zamparini l'ha sparata grossa. Ora, con più calma e minori pretese, il discorso potrebbe ricominciare a gennaio. Ma c'è un'altra idea che frulla ed è quella di riprendere Berardi dal Sassuolo e di scambiarlo con Zaza. Come ricorderete, Allegri avrebbe voluto Berardi già l'estate scorsa. Le due dirigenze hanno invece deciso di fare le cose per gradi e di prendere prima Zaza che per adesso, però, sta faticando a entrare nella nuova dimensione. Se la situazione non dovesse cambiare, a gennaio possibile il giro di valzer. Insomma, una ottima campagna acquisti con molti giovani interessanti, sta comunque dimostrando qualche lacuna e la Juve sta già correndo al ripari.

Anche il Milan ha avuto i suoi problemi nelle prime giornate e li ha ancora costringendo Mihajlovic a correggere in corsa le sue scelte iniziali. E' chiaro che Bertolacci non serviva, è troppo simile a Bonaventura. E' altrettanto chiaro che De Jong non può essere il regista. Con Montolivo con i piedi buoni davanti alla difesa, Kucka a sinistra e De Jong a destra, il Milan potrebbe permettersi anche di giocare con il tridente come faceva Miha nella Sampdoria. Balotelli centroavanti come Okaka, Bacca come Eder e Luiz Adriano come Gabbiadini. Naturalmente tutte e tre le punte dovranno fare grande movimento in fase di copertura. Questo è il nuovo Milan che sta nascendo con la convinzione assoluta che a gennaio serve un centrocampista vero. La Juve ha mollato definitivamente Witsel e allora servono 25 milioni per prendere il belga e rimettere in Milan ancor più nella scia di Juve, Inter e Roma.

Anche il Napoli spera di riagganciare presto il treno delle grandi e dei segnali incoraggianti sono arrivati ieri sera. Jorginho in un centrocampo a tre può tornare quello di Verona. Hysaj a destra rende molto di più. E il 4-3-3 può essere una buona alternativa. Cinque gol al Bruges sono una bella risposta a Diego Armando Maradona che quando giocava con i piedi era il migliore del mondo, ma ora che pensa con i piedi fa solo dei danni al Napoli e ai napoletani. Parole troppo grosse e pesanti contro Sarri che nascondono il livore di chi era il numero uno del calcio e il calcio ha messo ai margini. Peccato. Voto alto invece a De Laurentiis che per difendere il suo allenatore è andato conto il Mito di Napoli. Altissimo a Sarri che ha risposto da gran signore: sono onorato che Maradona sappia chi sono io. Il problema, purtroppo, è che anche noi sappiamo chi è Maradona quando esce dalle righe.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

Silvio, il difficile arriva adesso... Inter-James, si fa sul serio! Kean, un predestinato 23.11 - Lo capisco. Silvio Berlusconi sta soffrendo. Ormai ha capito che l'attimo in cui sarà costretto a dire addio, per sempre, al suo amato Milan è ormai alle porte. Il popolo rossonero gli ha tributato una coreografia da brividi, tutti lo hanno applaudito. Per ogni singolo tifoso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.