HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Il ritiro fa incazzare i calciatori ma porta risultati, ben venga la disputa tra Benitez e De Laurentiis se ora il Napoli può vincere l'Europa League

26.04.2015 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 17419 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

La ragione oltre l’esultanza. Cosa o chi avrà permesso al Napoli di passare dal rendimento sciagurato di 2 punti in 5 partite di campionato alla striscia virtuosa di 3 vittorie ed un pari, con 12 gol segnati e l’approdo alla semifinale di Europa League con tanto di umiliazione alla quale è stato sottoposto il facoltoso Wolfsburg? E’ stata la rabbia dei calciatori, quella che Benitez aveva etichettato come frutto amaro della clausura imposta dal presidente. “Il ritiro punitivo fa incazzare la squadra”, la considerazione di Rafa Benitez corrisponde al vero, ma è sprovvista del seguito, cioè degli effetti che tale collera ha prodotto in termini di risultati. Allora diciamolo: il ritiro fa bene. Ma solo quando la squadra smarrisce intensità, concentrazione, la reattività che nella competizione ognuno deve naturalmente sviluppare. Diciamo pure che dall’8 aprile i rapporti tra Benitez e De Laurentiis si sono incrinati fino al punto che potrebbe diventare di non ritorno. Diciamolo, perché la verità è scomoda e va sempre riferita a dispetto degli zotici che infangano la categoria dell’informazione, perché solo guardandosi negli occhi si chiariscono gli equivoci e si ricomincia a vincere. Al Napoli è successo questo e proprio nel momento decisivo, quando si rischiava di fallire tutti gli obiettivi raggruppati in pochi giorni. Se l’eliminazione in semifinale di Coppa Italia è stato il sacrificio necessario al gran finale, allora ben venga che quel trofeo passi in altre mani. La scossa c’è stata, è arrivata forte e probabilmente lascerà il segno a fine stagione. Almeno è servita a rimettere in moto il Napoli che ha riacquistato aggressività ed appetito. In gran parte del campionato ha trovato la porta avversaria solo nel 37,72% dei tiri, mentre nelle ultime 4 gare la stessa percentuale è salita al 64%. E, se gente come Higuain, Callejon e Gabbiadini trova la porta, difficilmente sbaglia. Grazie anche alla loro vena realizzativa il racconto della stagione partenopea può entrare nel vivo, dopo una lunga serie di capitoli smunti e privi di pathos che sembravano il preludio ad un esito scontato e deludente. Ora tutto è possibile, pure che Benitez rimanga a Napoli per un altro anno. Sarà difficilissimo, soprattutto se dovesse riportare in sede la Coppa Uefa che manca dal 1989: sarebbe complicato per don Rafè fare di meglio nella stagione a venire. Pure se De Laurentiis dovesse accettare le condizioni pretese dal coach: mettere mano nel business plan e gestire con ampi poteri le risorse previste per il mercato. Non accadrà, perché in Italia non funziona così e con De Laurentiis ancor meno. La risposta è arrivata dalle indiscrezioni piovute in settimana e di questo accordo che il patron avrebbe trovato con Mihajlovic per allenare il Napoli nei prossimi due anni. Magari non diventerà contratto, come accadde quando De Laurentiis si piombò a casa di Gasperini per incassare il sì ad allenare il Napoli dal quale Mazzarri stava per allontanarsi a causa delle divergenze sulle strategie societarie per potenziare una squadra che nella stagione successiva avrebbe disputato la sua prima Champions League. Alla fine tutto rientrò e Mazzarri rimase per altre 2 stagioni. Potrebbe ripetersi la storia? Manca poco tempo, ma ancora troppe partite importanti per prendere una decisione delicata. Varsavia è un capolinea ormai all’orizzonte e la sconfitta della Roma contro l’Inter permette di riavvicinare la mente alla zona Champions, senza rodersi il fegato per le tante occasioni sprecate in campionato. Aurelio, Rafa, Sinisa….

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.