HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Il sogno americano di Aurelio De Laurentiis: tutta la verità sul pallone, gli sceicchi, i cinesi ed il cinema a stelle e strisce

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
19.10.2014 00.00 di Raffaele Auriemma  articolo letto 23299 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Molto meglio anche la più scialba partita di pallone, piuttosto che sentirsi bombardati da informazioni su argomenti più o meno scivolosi quando il pallone è in sosta. Sceicchi e cinesi, banche americane o tycoon di ogni dove hanno animato queste due lunghissime settimane senza calcio giocato. La foll(i)a dei sogni, più o meno veri, ha allargato un punto interrogativo enorme sulla storia recente del Napoli: ma De Laurentiis davvero vuole vendere il Napoli? La risposta è "no", ma lui per primo sa che da solo non può permettersi più di quanto non abbia fatto finora e che la disponibilità economica per rinforzare la squadra non può dipendere solo da un'incerta qualificazione in Champions League. Il club non ha nulla di più, non ha un centro sportivo di proprietà e nemmeno uno stadio sul quale tutte le società di un livello medio-alto puntano per migliorare la voce relativa alle entrate. Il patron non lo dirà mai pubblicamente, anche per non svalutare la sua proprietà, però non gli dispiacerebbe se venisse qualcuno a dargli una mano. Dove per "mano" si intende semplicemente il denaro fresco da immettere nel pacchetto azionario. L'ideale sarebbe un'operazione simile a quella fatta dalla Roma, con l'ingresso di capitali stranieri, nello specifico americani, con l'utilizzo dei fondi di investimento. Per il Napoli sarebbe anche uno sbocco naturale, trattandosi di una società comunque caratterizzata da un rapporto forte con l'istituto di credito capitolino. Però non va trascurata anche l'ipotesi di una partecipazione in termini di sponsorizzazione, magari con la cessione del nome, per la realizzazione del nuovo stadio. Sono ipotesi, non illazioni o congetture, soluzioni sulle quali il patron non potrebbe fornire smentite, perché il marchio Napoli continua ad essere appetito da molti. De Laurentiis vaglia con avvedutezza le possibili candidature e qualcuna la caldeggia lui stesso, a meno che non gli arrivi la classica proposta indecente che lo ponga di fronte ad una scelta quasi obbligata. Potrebbero essere gli arabi a staccare l'assegno al quale non si può dire di no? Forse, ma non sono mica fessi questi qatarioti da regalare denari in giro per il globo. Voci accreditate raccontano che una famiglia importante e già presente nel calcio, si sia fatta stampare gli ultimi due bilanci del club azzurro, per capire cosa fare e se proporre un prezzo. Per ora sono soltanto chiacchiere da disseminare in un contesto di incertezza sul futuro e di certezza su ciò che finora è stato fatto. In 10 anni il Napoli ha riconquistato la credibilità smarrita nelle stagioni buie del crepuscolo e del fallimento, conquistando quote di mercato che nemmeno ai tempi di Maradona era pensabile ottenere. Ora bisogna fare di più, allargare il raggio d'azione e invadere territori ancora incolti, ma fertili, per lo sviluppo del marchio. Il sogno americano di De Laurentiis continua ad essere quello sul quale ben volentieri accetterebbe proposte serie, per il Napoli calcio e non solo. Il cinema continua ad essere quella passione di famiglia e da continuare a coltivare lì dove lo zio Dino è diventato grande, facendo diventare prestigioso il cognome De Laurentiis. Ora Aurelio vorrebbe proseguire in quel solco e sfondare sul mercato statunitense, magari con la produzione di una pellicola da Oscar come lo fu King Kong di Jessica Lange e Jeff Bridges. Forse anche per questo motivo Benitez sta rinviando di continuo la decisione sul prolungamento del contratto, forse De Laurentiis gli ha prospettato l'ampliamento della compagine societaria, tanto da sconsigliare l'addio di don Rafè. Entro Natale qualcosa si saprà, anzi tutto, ma nel frattempo il Napoli sarà impegnato in 15 partite che diranno molto di ciò che sarà la stagione tra campionato, coppa Italia, Europa League e Supercoppa italiana. Si comincia con l'Inter dei ricordi amari per Benitez, la squadra dell'imprenditore venuto da lontano, Erick Thohir. Il tycoon indonesiano, gli sceicchi, i cinesi, gli americani...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.