VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Inter e Milan, buon mercato per la risalita. Roma e Juve si stanno attrezzando per le posizioni conquistate. E il Napoli...

28.06.2015 08.52 di Raffaele Auriemma   articolo letto 105903 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

All'Inter hanno preso Murillo difensore della Colombia, Miranda del Brasile, Kondogbia dal Monaco, Imbula dal Marsiglia e Zukanovic dal Chievo; il Milan sta rispondendo col rientro di Matri, l'arrivo di Bertolacci e il colpaccio Bacca. La Roma ha fatto rientrare alla casa madre Romagnoli e Destro, per poi acquistare Iago Falque dal Genoa; per non parlare della Juve che su di un impianto già collaudato e vincente ha inserito il talento Dybala, ha messo alle spalle di Buffon l'affidabile Neto, ha potenziato il centrocampo con Khedira e l'attacco con Mandzukic, senza dimenticare che la difesa sarà rinforzata da un giovane già esperto come Rugani. E il Napoli? Finora nella squadra arrivata quinta in graduatoria sono stati inseriti Valdifiori, un centrocampista ottimo seppur da verificare nella realtà partenopea, e Pepe Reina che rappresenta il ravvedimento postumo di De Laurentiis: un anno si fidò troppo di chi gli disse che il Napoli con Rafael sarebbe rimasto in buone mani. Finora la squadra azzurra non sembra essersi messa al passo di chi sta dimostrando con i fatti di cercare il rilancio (Milan e Inter) oppure di confermarsi anche nella stagione a venire. Qualcuno dirà: ma se il mercato neanche è stato aperto ufficialmente... Giustissimo, però l'identica valutazione può essere letta al contrario osservando i botti che stanno già esplodendo le storiche big. In realtà, se la composizione dell'organico a disposizione del tecnico Maurizio Sarri fosse quella attualmente in essere, allora poche preoccupazioni dovrebbe nutrire la gente di Napoli: ci sono così tanti top player che ancora ci chiediamo come sia stato possibile finire al quinto posto in serie A. Però i rumori di mercato intorno ai nomi di Higuain, Callejon, Albiol, Mertens, Insigne e pure Inler, lasciano ipotizzare allo smantellamento della struttura messa su a fior di milioni ed in soli due anni da Rafa Benitez; giocoforza viene istintivo ipotizzare che di fronte ad uscite così tanto celebrate, arriverebbero rinforzi sprovvisti di identico palmares. Insomma, gente da strutturare, plasmare ed inserire psicologicamente in un mondo fatto di passione e contestazione qual è quello attualmente esistente a Napoli. Sarà anche per questa ragione che Sarri ha voluto allungare il ritiro a Dimaro fino a tre settimane e disputare l'amichevole contro la formazione di uno spessore maggiore, il 30 giugno, proprio al termine dello stesso. Chissà, può darsi che nel vertice di mercato che si terrà in settimana tra Sarri, De Laurentiis e Giuntoli (a proposito, ma perché il nuovo direttore sportivo sarà ufficializzato l'1 luglio? Perché il Carpi non lo ha ancora liberato o per altre ragioni a noi ignote?), l'allenatore chiederà al patron di affrettarsi a prendere gli elementi suggeriti, per evitare che altre formazioni arrivino in anticipo e sottraggano quei calciatori per i quali il Napoli avrebbe anche trovato un accordo. Due su tutti: Allan dell'Udinese e Darmian del Torino. Probabilmente si attende che arrivi la liquidità dalle cessioni che ha in animo di effettuare De Laurentiis, oppure utilizzare i vari Zapata, Jorginho ed El Kaddouri come merce di scambio per ammorbidire le richieste. La ragione è condivisibile, se solo non ci fosse l'azzardo di dover poi inseguire le seconde e le terze scelte di un pacchetto che già prevede elementi attualmente tutti da verificare in una realtà di prima grandezza. Perché il Napoli lo è da sempre e per continuare ad esserlo bisognerà tenere il passo di mercato che stanno dimostrando di avere Inter, Milan, Roma e Juventus.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...

EditorialeDI: Marco Conterio

Allegri e un altro segnale: è tra i migliori al mondo. Dybala e i Fab Four: l'azzardo ci sta. Roma: il fallimento parte da Spalletti. Empoli e Crotone: cuore e anima, altro che il Palermo. Lega Pro: Inzaghi e Stroppa, destino ad alti livelli 16.04 - La partita contro il Barcellona ha ufficialmente inserito Massimiliano Allegri nel novero dei grandissimi allenatori d'Europa. Ha imbrigliato campioni come Messi, Neymar e Suarez facendo sua la partita, dando un'anima e un gioco a una squadra forse sulla carta sfavorita ma sul piglio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.