HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B

12.01.2017 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 36625 volte
© foto di Federico De Luca

Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter di avere le mani più libere per il prossimo mercato, quello estivo. Che al netto delle difficoltà (che saranno superate) del FFP sarà il primo mercato pieno di Suning. Ecco perché i nomi di cui si parla già adesso sono nomi importanti. Italiani, giovani e forti, in via prioritaria. Quindi ecco che sullo sfondo ci sono Bernardeschi e Verratti. E non sarà italiano ma giovane e forte sì anche Manolas. Che non ha rinnovato con la Roma, dopo la corte serrata del Chelsea della scorsa estate, e che potrebbe essere ceduto nella prossima sessione. Al momento è un’idea, una traccia di lavoro. Con l’Inter che non è l’unica pretendente, ma che si è iscritta alla corsa. Lunga, ma affascinante.

Piccole curiosità su Gagliardini: l’Inter (e l’Atalanta) credono molto nelle potenzialità del ragazzo. Ci sono infatti circa 5 milioni di euro di bonus legati esclusivamente alla crescita del ragazzo: con l’Inter e anche in Nazionale. Quindi nella “peggiore” delle ipotesi Gagliardini costerà all’Inter (sempre fra due anni) 27 milioni di euro (prestito compreso).

Ora in nerazzurro sono previste cessioni: no Kondogbia, no Banega. Richieste per Ranocchia che interessa al Sassuolo (soprattutto dovesse partire Acerbi), Bologna (previsti incontri in settimana) più in Inghilterra Hull City e West Ham. Su Miangue c’è molto concretamente il Cagliari ma anche Bordeaux e Norimberga. Mentre invece su Gnoukouri continua il pressing del Crotone ma attenzione alla concorrenza, decisamente pesante: ci sta pensando l’Udinese (in prestito con diritto di riscatto) e anche il Leganes, in Liga Spagnola.

La Juve si coccola Dybala, dopo la serata di coppa Italia, ma nel pomeriggio si è vista con Zaza. La destinazione Valencia è sempre più valida, tanto più che nelle prossime ore ci sarà un incontro fra il giocatore e il nuovo ds Alesanco. Evra invece non ha ancora dato una risposta: aspetta la Premier. E’ per questo che la Juve continua il pressing su Kolasinac, nonostante la concorenza di Arsenal e Chelsea sul ragazzo. Mentre entro lunedì potrebbe chiudersi la trattativa Orsolini. Venerdì appuntamento in Lega con l’Ascoli, ad inizio settimana nuovamente con l’agente.

Il Milan continua a lavorare con gli intermediari per ottenere l’ok dell’Everton al prestito di Deulofeu. Ora il club inglese è impegnato a chiudere l’operazione con Schneiderlin con il Manchester e con Belfodil (costo 12 milioni di euro). Dopo queste operazioni penserà alle cessioni. A proposito di cessioni: ore calde anche per Luiz Adriano. Ormai è praticamente tutto a posto per il suo trasferimento allo Spartak Mosca. Previste le visite mediche in Germania poi ecco il contratto da quattro anni e mezzo per il brasiliano.

Il colpo di giornata lo mette a segno il Genoa: Cataldi arriva in prestito dalla Lazio, già oggi si allenerà con la squadra. Per la porta si aspetta ancora Rubinho del Como, ma è già pronto Agazzi. Insomma ballottaggio per il ruolo di dodicesimo, visto che Lamanna sarà il titolare (a proposito: in bocca al lupo a Perin).

La Fiorentina (non parliamo di Kalinic, tranquilli, anche perché l’offerta dalla Cina ancora non è arrivata e viste le nuove disposizioni del governo cinese non è detto che sia così munifica) ha presentato un’offerta le Joaquin Ardaiz. Ha compiuto 18 anni ieri, è per questo che è partita l’offensiva. E’ uruguaiano, gioca nel Danubio FC (la stessa squadra di Cavani). Nel suo paese è considerato la nuova stella emergente e giocherà il sub20 in Ecuador. Ha già segnato 3 gol in 10 partite, è seguito dalle grandi d’Europa, ma la Fiorentina si iscrive alla corsa.

E a Firenze arriverà Sportiello, convinto dal prestito di 18 mesi. Quest’anno sarà ancora dietro Tatarusanu, ma dal prossimo anno è convinto di potersela giocare alla pari. Lezzerini (se dovesse essere liberato) potrebbe andare ad Avellino e allora a quel punto Frattali (ora all’Avellino) potrebbe andare al Parma.

L’Atalanta invece per sostituire Sportiello ha puntato Gollini: già mandata un’offerta all’Aston Villa.

Il Chievo continua a lavorare per Paloschi, ma l’Atalanta non ha ancora dato il via libera e il Chievo non ha ancora affondato finché non vende un attaccante. Se va via Paloschi uno dei nomi della lista bergamasca è Seferovic (seguito anche dalla Fiorentina). L’Atalanta ha anche chiesto appuntamento alla Roma per il difensore centrale Marchizza (la Samp aveva offerto 3 milioni, rifiutati).

La Roma incassa la concorrenza di Garcia (al Marsiglia) per Sanson: chiesto ufficialmente ieri, il Montepellier ha chiesto 10 milioni. La Roma non può rilanciare ora, questo potrebbe essere un problema. Per l’attacco ancora contatti con il Chelsea per Musonda.

Il Benevento per Ciciretti non ha accettato le offerte di Napoli e Genoa, chiede 2,5 più 2,5 di bonus, ma il ragazzo ha scadenza contratto nel 2018 e il Napoli sembra avere una corsia preferenziale sul ragazzo.

Colpo dell’Udinese: preso Lasagna dal Carpi. Trasferimento a titolo definito per 4 milioni di euro e mezzo più bonus e anche una percentuale di futura rivendita sul ragazzo. Lasagna resterà in prestito a Carpi fino a giugno. Al Sassuolo piace Lazzari della Spal, su Diamanti c’è lo Swansea, a Bologna arriva Petkovic dal Trapani. Poi molti movimenti soprattutto in attacco in B. LA Spal sta per chiudere Floccari dal Bologna, il Bari ha incontrato l’agente di Lodi ma ancora non ha chiuso. Le alternative sono Salzano o Greco. In attacco visto che Budimir non vuole scendere di categoria si puntano: Raicevic (sul quale c’è anche il Pisa), Rodriguez (che interessa molto anche al Cesena) e Galabinov.

Lo Spezia si fionda su Ciano: offerta importante al Cesena che nella stessa operazione vorrebbe Catellani che è di proprietà proprio dello Spezia ma che gioca nel Carpi.

Siamo nel pieno del mercato: tenetevi forte.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...

EditorialeDI: Marco Conterio

Ferrero, Sarri & co: ora basta! Una decisione arbitrale sbagliata non può portare ancora a simili reazioni. Juventus, perdere Witsel non è un peccato. Roma, Feghouli bel colpo. Caso Kalinic: cifre folli, immobilismo viola e la reazione di Sousa 08.01 - Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, disse chiaramente che i tecnici arebbero dovuto evitare di parlare di decisioni arbitrali. E siccome nell'universo calcio, nel posto gara, i microfoni sono accesi anche per i presidenti, sarebbe stata cosa buona e giusta se quelle parole...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.