HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Inter scatenata, Juve attendista, Salah che farai? Torino e Samp si buttano nella mischia, la Roma abbraccia Nainggolan, ma non solo...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
25.06.2015 08.14 di Luca Marchetti   articolo letto 99869 volte
© foto di Federico De Luca

Andiamo subito al sodo, ci sono molti affari in cantiere, giornate movimentate, viste anche le comproprietà!

L'Inter non sembra volersi fermare più. Continuano i contatti con il Marsiglia (che si erano congelati) per Imbula. Il presidente sembra poter aprire al prestito con obbligo di riscatto con i nerazzurri che hanno aumentato leggermente l'offerta: arrivando a 19 milioni. Il Marsiglia potrebbe accettare perché nel frattempo sta vendendo anche Payet al West Ham e risolverebbe così i problemi finanziari. Quindi l'Inter continua a lavorare sul centrocampista e non dimentica il terzino. L'accordo con il Barcellona, in linea di massima, c'è: prestito (a 1,5 circa) con riscatto (a 7/8 milioni). Decisivo l'incontro in queste ore con il procuratore del ragazzo. E la trattativa potrebbe chiudersi anche se Santon non dovesse andare al Watford con cui l'Inter è già d'accordo (cessione definitiva per 7,5 milioni): il ragazzo però non è convinto.

E l'attacco? A parte Nani (che però sta per andare in Turchia al Fenerbahce, ma l'Inter a cifre basse è in agguato) i nomi più caldi sono sempre gli stessi: Jovetic, Cuadrado, Perisic e Salah. A proposito di Salah, naturalmente (come per Cuadrado) non c'è solo l'Inter ma anche la Juventus. Il duello ora è con i bianconeri, ma non solo. Perché la Fiorentina ha tutt'altro che perso le speranze. Apertura da parte dell'entourage del giocatore a parlare della permanenza in Toscana, anche se (con le offerte da parte delle altre italiane) ci sarà una richiesta di aumento che i viola potrebbero anche ascoltare (anche se non soddisfare pienamente. Sarà importante dunque capire l'esito dell'incontro nelle prossime ore. A proposito di Fiorentina: interesse anche per Ekdal, in uscita dal Cagliari.

La Juve, come detto, rimane alla finestra per i due esterni ex viola (Cuadrado e Salah, che ex tecnicamente non è) e nel frattempo ha lavorato sia con il Sassuolo che con il Boca. Con gli emiliani è stato deciso di lasciare Berardi un altro anno in neroverde, per continuare il processo di crescita del ragazzo. Questo significa che entreranno (o non usciranno) soldi. La Juve infatti lascia Berardi al Sassuolo, mantenendo però un diritto di riacquisto. Ecco perché i bianconeri si guardano intorno con interesse. E allo stesso tempo guardano al futuro: con il Boca accordo raggiunto non solo per Vadalà ma anche per un'opzione da poter esercitare su qualche giovane interessante argentino. La lista? Eccola: Cristaldo e Betancur (centrocampisti), Pavon (attaccante), Komar (difensore)n e Cubas (centrocampista difensivo). Tutti del 96, tranne Betancur (97). Vadalà è l'unico che arriverà subito a Torino.

Intanto per un Tevez che se ne va, uno che arriva. Al Sassuolo. Si chiama Mauricio e non Carlitos, Newell's Old Boys, attaccante anche lui.

Ma questa appena finita è stata anche la giornata della Roma. Riscattato ufficialmente Nainngolan. Che rimarrà alla Roma: infatti è stato firmato anche il rinnovo di contratto a 3,5 mln per 4 anni. I 20 milioni il Cagliari li prenderà spalmati anche sul prestito di Ibarbo, ma poco importa. Sono questioni di bilancio, l'importante è l'accordo. Che ancora non c'è per Monaco e Roma. Destro è la prima scelta dei monegaschi, il ragazzo comincerà a parlare di ingaggio soltanto una volta raggiunto l'accordo fra le società: ancora ballano due milioni e non ci sono giocatori dentro. Almeno per ora. E la Roma andrà alle buste, probabilmente, per Caprari e Politano (entrambi Pescara) mentre ha chiesto all'Empoli il giovane Assan, 18 anni, che però l'Empoli vorrebbe tenere per la prossima stagione

Il Torino invece vorrebbe invece una squadra con il motore dell'Under21. Intanto ha parlato con il Palermo per Belotti. Il ragazzo non è incedibile e ha dimostrato le sue qualità anche con la maglia azzurra. La trattativa non è iniziata, stiamo ai balletti iniziali, ma l'interesse c'è eccome. Come c'è la volontà di trattenere Benassi e il rischio di buste con l'Inter è più che concreto. Sarà interessante seguire queste ultime ore di trattative. Di sicuro invece Cairo e Petrachi non riscatteranno El Kaddouri, che quindi tornerà al Napoli.

Molto attiva anche la Samp. Intanto praticamente chiuso Viviano con il Palermo per circa 2 milioni e 2oomila euro. E poi sta cercando di battere la concorrenza per Defrel. Il suo procuratore Pocetta a cena con Ferrero, pronta offerta per il Cesena (da circa 6 milioni) ma con Sansone dentro. Così potrebbe sbaragliare. E come se non bastasse Fernando dello Shakhtar è sempre più vicino: il giocatore non si è presentato al ritiro e sta spingendo molto per la soluzione italiana. E questa è una bella sponda per la Samp. Finito? No! Perché in attacco resta sempre viva anche l'opzione Zapata e non si esclude un possibile ritorno di Giampaolo Pazzini. Mentre in difesa si continua a corteggiare in maniera molto concreta Andreolli.

Anche il Palermo cerca un difensore: contatti in corso, continui con l'Empoli per Tonelli, ancora c'è da limare la distanza.

Parliamo del Milan soltanto in fondo perché la giornata non si è tinta di rossonero: Galliani sta lavorando in silenzio e a fari spenti. Bisogna minimizzare i rischi e individuare con certezza gli obiettivi. I nomi? Nel borsino degli attaccanti sale Bacca che piace molto e che ha un prezzo già fissato, al massimo si paga la clausola. A centrocampo, scendono le quotazioni di Witsel, per il quale servono molti milioni di euro, mentre rimangono stabili quelle di Bertolacci. Il Napoli riscatterà Jorginho dal Verona (nonostante qualche difficoltà), il Genoa ha riscattato Pavoletti, l'Udinese continua a pensare a Pepe e potrebbe prendere Lukanovic (98) dal Parma. Il Bologna valuta Brighi, il Chievo si è incontrato con Schelotto, vuole Cacciatore dall'Atalanta e ha individuato in Hernandez (ex Palermo) un possibile rinforzo per l'attacco

L'Atalanta ha messo in piedi una maxi operazione con il Cesena: a Bergamo Valzania (che comunque rimarrà in Romagna anche la prossima stagione, centrocampista) a Cesena Molina, De Luca, Caldara e Koné. Empoli vicino all'acquisto di Magnusson e Carpi vicino al ritorno di Gabriel dal Milan.

Poi la B: Vicenza non ha scelto ancora l'allenatore. Contattati Del Neri e Mangia, con Marino sullo sfondo, a Cagliari interessa Schiavi, il Cesena (oltre ai 4) interessato a Rosseti, il Perugia tratta Sestu e vorrebbe trattenere Ardemagni, per l'Avellino idea Falcinelli.

Giornata infinita, trattative continue. Tenetevi forte, oggi ci sono le ultime comproprietà

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...

EditorialeDI: Marco Conterio

Ferrero, Sarri & co: ora basta! Una decisione arbitrale sbagliata non può portare ancora a simili reazioni. Juventus, perdere Witsel non è un peccato. Roma, Feghouli bel colpo. Caso Kalinic: cifre folli, immobilismo viola e la reazione di Sousa 08.01 - Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, disse chiaramente che i tecnici arebbero dovuto evitare di parlare di decisioni arbitrali. E siccome nell'universo calcio, nel posto gara, i microfoni sono accesi anche per i presidenti, sarebbe stata cosa buona e giusta se quelle parole...

EditorialeDI: Mauro Suma

Merdeka e le Cayman, passi - Huarong e le Vergini, alt! Romagnoli out e Caldara in - Rincon: maquillage perfetto 07.01 - Dalle altre parti sono diventati bravi. Quando, qualche mese fa, il Corriere della Sera scoprì che le azioni Inter di Thohir erano in pegno alla finanziaria Merdeka, senza centralino telefonico e senza uffici, una sorta di società virtuale online alle Isole Cayman, tutto venne tacitato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.