HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Inzaghi già in sede ma senza l'ufficialità. L'Inter si intreccia al Napoli e gli amori di ritorno. Juve è già tempo di incontri

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
29.05.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 31734 volte
© foto di Federico De Luca

Inzaghi ha iniziato il suo nuovo corso. Secondo indiscrezioni il suo contratto potrebbe essere fino al 2017, alla faccia della scaramanzia. Non ufficialmente certo, ancora non è arrivata la comunicazione a Seedorf di interruzione rapporto. Ma intanto Inzaghi comincia a lavorare: Tassotti probabilmente rimarrà a fare il secondo (anche se ancora non ha detto sì). Galli invece ha detto che preferisce rimanere ancora al settore giovanile (e questo comporta un piccolo problema con Sacchi che sarebbe dovuto tornare al Milan proprio con quel ruolo). E contestualmente, mentre Inzaghi si metteva a disposizione di Galliani a Casa Milan, Emery firmava il suo rinnovo di contratto fino al 2016. Ufficiale, stavolta. Con un po' di batticuore nei giorni finali quando le telefonate da Milano diventavano sempre più intense.
Tutti hanno trovato la propria strada, tranne a Roma. Dove è esploso il caso Benatia. Il difensore è stato molto duro con la Roma, intesa come società. Nell'intervista non bastona né Sabatini, né Garcia. Cerca di essere equilibrato. Ma la parola "ridicola" è molto forte. E' un segnale di rottura. Ora bisogna capire chi fra le grandi d'Europa ne può approfittare e se la Roma cederà. City, Barcellona e Chelsea sono alla finestra. Pronte ad intervenire. I difensori centrali sono diventati una merce rara. Anche Ranocchia potrebbe trarne profitto (nonostante le investiture di Moratti e Zanetti): non ha ancora rinnovato e avrebbe un prezzo abbordabile (sicuramente più abbordabile di quelli che girano ora fra le grandi d'Europa). Prima però incontrerà l'Inter che è la sua priorità.
A proposito di Inter il borsino centrocampisti dice Behrami in grande rialzo: è il giocatore che Mazzarri preferisce grazie alla sua intensità e presenza fisica. Un'alternativa è Mario Suarez dell'Atletico che però costa molto (l'Inter aveva anche provato ad intavolare una trattativa cercando di capire se era possibile abbassare il prezzo con contropartite tecniche). Ma Mario Suarez in qualche modo ci potrebbe entrare lo stesso: il Napoli vende Behrami e con i soldi della sua cessione si aiuta a prenderlo. E l'Inter potrebbe contribuire ancora. Perché i nerazzurri hanno bisogno anche di un esterno. Il favorito in assoluto di Mazzarri è Zuniga. Lo ha "inventato" lui, ha appena recuperato dall'infortunio. Ora si guarderanno con attenzione i Mondiali per capire se davvero è tornato al top. Poi si vedrà: la trattativa al momento è praticamente impossibile. Sia perché il Napoli lo valuta molto (sicuramente sopra i 10 milioni) sia perché lui guadagna 4 netti. Più economico sicuramente Lione Vangioni, argentino con passaporto italiano, fresco campione con il River Plate. Costo dell'operazione circa 3 milioni di euro. E' stato proposto sia all'Inter che alla Fiorentina: giocatore estremamente interessante. Nello stesso ruolo scendono le quotazioni di Caner Erkin (potrebbe addirittura rinnovare con il Fenerbhace) e rimangono stabili quelle di Siquera: il giocatore interessa molto perché viene dal settore giovanile dell'Inter ma se dovesse essere riscattato dal Benfica (lui è di proprietà del Granada) per i nerazzurri sarebbe impossibile prenderlo.
Anche la Juventus sta lavorando con grande intensità. Un giorno chiave potrebbe essere il 2 giugno. In programma Real Juve vecchie glorie. E ci sarà l'occasione per stringere Morata. La strategia della è quella di chiudere l'operazione in prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Il Real e il giocatore potrebbero essere interessati (a differenza che per altre squadre) perché (rispettivamente) la Juve gioca in Champions e perché vorrebbero avere buoni rapporti in vista di possibili cessioni di Vidal e Pogba. Si continua a lavorare sottotraccia per Candreva e entro la settimana è previsto un nuovo appuntamento per Pereyra. Capitolo cessioni: Quagliarella piace a Samp, Lazio e Parma, il Verona è interessato a Peluso. Mentre per Immobile la trattativa non ha subito evoluzioni, ma Cairo sembra essersi (leggermente) ammorbidito.
Fra i nomi per la sua sostituzione il Toro pensa ad un altro capocannoniere: Babacar. Finora 20 gol in B, classe 1993. Di proprietà della Fiorentina. Giocatore che è letteralmente esploso questa stagione. Lo cercano anche Udinese (che con la Fiorentina sta parlando della comproprietà di Cuadrado) e il Cagliari (la Fiorentina è interessata a Rossettini). E anche all'estero squadre come il Besiktas hanno già messo sul tavolo 5 milioni di euro. Per sostituire Babacar il Modena ha messo gli occhi sul capocannoniere della torneo Primavera Da Silva (19 gol): è del Chievo. Ma il Modena deve vincere la concorrenza del Crotone e dell'Avellino.
Il Cagliari sembra essere passato di mano. Cellino si è detto soddisfatto della proposta degli americani.
Operazione da 70-80 milioni di euro, con circa 10 versati subito alle firme. Nell'operazione il club, il centro sportivo di Assemini e i terreni di Cellino vicino all'aeroporto di Elmas (parzialmente edificabili). La firma e la chiusura dell'operazione saranno però subordinate alla questione stadio. Gli americani venerdì vedranno il sindaco e chiederanno apertura Sant'Elia a 16 mila per una stagione e soprattutto garanzie e libertà per costruzione nuovo stadio. Giulini rimane in attesa.Nel fine settimana previsto incontro fra Reja e Lotito: se Reja dovesse decidere di non fermarsi è in pole position Pioli.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.