HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Juve: era meglio tenere Vidal e cedere Pogba...Pirlo e Tevez: Europa, non è finita. Balo: Conte osserva. Milan: gli affari con Raiola e Preziosi

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
19.09.2015 09.29 di Mauro Suma  articolo letto 57309 volte

La Juventus doveva tenere Vidal e cedere Pogba. È una riflessione che ci accompagna da diverse settimane. Sono stati tanti i soldi incassati per il cileno, ma potevano essere il triplo quelli incassabili da Pogba. Che in una Juve sempre capace di guizzi come quelli di Manchester ma meno schiacciasassi rischia di non ripetersi in campo e di perdere quindi quotazioni sul mercato. Fosse rimasto Vidal, sarebbe rimasto un giocatore saldo al suo posto, organico, sicuro di chiudere la sua carriera in bianconero. È rimasto invece Pogba, frastornato dalle tante partenze e in cuor suo consapevole di poter essere ceduto sul breve medio periodo. E tutto questo lo contamina, in campo si vede abbastanza. Li recuperera' la Juventus i soldi che poteva incamerare quest'anno per Pogba?

Pissi pissi. Spifferi allo stato puro. Nulla di confermabile sulla carta, ma anche nulla di inventato. Le vicende di Andrea Pirlo, che ha lasciato Torino non per problemi economici come si dice in giro, e di Carlitos Tevez con il calcio europeo e con la Champions League, potrebbero non essere finite. Il loro spirito competitivo è inversamente proporzionale alla loro carta d'identità. Potrebbero avere voglia di nuovi stimoli e di nuovi posti da titolare. Nel calcio europeo che conta e già nel corso di questa stagione.

Dopo essere stato sulla prima pagina del Corriere della Sera, sono i media e non il Milan a renderlo una star, Mario Balotelli incassa attenzioni importanti. Intanto sui social lui, come i suoi compagni, non può scrivere e non scrive di cose ben precise: rapporti interni al lavoro, tattiche di allenamento, cose di spogliatoio classiche. Ma della sua vita privata può scrivere quel che vuole e il Milan non interverrà minimamente sul suo rapporto con l'amore in senso lato. Ma c'è dell'altro. Se questo è Balo, ammesso e non concesso che Balo continui ad essere questo, Antonio Conte continuerà a rimanere aggiornato e magari già che c'è anche in agguato.

Se una grande squadra come il Milan non vince e non incanta per diverse stagioni di seguito, i tifosi non solo hanno il diritto di amare sfogandosi e arrabbiandosi. Non solo hanno il diritto di criticare, ma il dovere. Per tenere il Club ancorato a grandi esigenze, grandi obiettivi, grandi traguardi. La critica sportiva anche dura e severa arricchisce il calcio e i suoi protagonisti più attenti che, ad esempio, al Milan e nel Milan non mancano. Un conto è questo atteggiamento, cazzuto ma costruttivo, un altro l'insinuazione. Che produce solo negatività in chi la subisce e che esaspera chi la fa magari in buona fede. Ma senza verità e senza costrutto. Gli "affari" con Preziosi, ad esempio. I più alti come volume di denaro sono stati negli anni legati a El Shaarawy e KPBoateng. Vediamo un pò. El Shaarawy è costato al Milan 10 milioni più Merkel ed è passato al Monaco per una valutazione complessiva di 17 milioni. Quindi: plusvalenza di oltre 10 milioni per via degli anni di ammortamento a favore del Milan e Merkel che invece, purtroppo, al Genoa non ha reso molto. Boateng: prima pagato 8,5 (sarebbero stati 7,5 se non fosse scattato il bonus dello Scudetto 2011) più Strasser, poi ceduto per 12 milioni allo Schalke 04. Anche qui plusvalenza e scambio tecnicamente non redditizio per il Genoa sul campo. Saranno anche affari, ma magari anche fatti dal Milan. Come con Raiola: ricordiamo che a 16 anni Gianluigi Donnarumma aveva fior di offerte da tutta Europa e poteva partire a Zero, ma forse anche per i buoni rapporti, che spesso sono una risorsa, è rimasto al Milan. Così come Balotelli: Zero euro di commissione al procuratore, Zero euro di prestito al Liverpool, a carico del Milan solo la partecipazione per 2,250 milioni all'ingaggio. Forse si un affare, ma è l'accezione che andrebbe rivista. Insomma fino ad oggi sono accettabili le critiche per Bertolacci, non viviamo sulla luna. Ma discutiamone parlando di calcio, non di cose che abbruttiscono il calcio.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.