HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Juve: era meglio tenere Vidal e cedere Pogba...Pirlo e Tevez: Europa, non è finita. Balo: Conte osserva. Milan: gli affari con Raiola e Preziosi

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
19.09.2015 09.29 di Mauro Suma   articolo letto 57319 volte

La Juventus doveva tenere Vidal e cedere Pogba. È una riflessione che ci accompagna da diverse settimane. Sono stati tanti i soldi incassati per il cileno, ma potevano essere il triplo quelli incassabili da Pogba. Che in una Juve sempre capace di guizzi come quelli di Manchester ma meno schiacciasassi rischia di non ripetersi in campo e di perdere quindi quotazioni sul mercato. Fosse rimasto Vidal, sarebbe rimasto un giocatore saldo al suo posto, organico, sicuro di chiudere la sua carriera in bianconero. È rimasto invece Pogba, frastornato dalle tante partenze e in cuor suo consapevole di poter essere ceduto sul breve medio periodo. E tutto questo lo contamina, in campo si vede abbastanza. Li recuperera' la Juventus i soldi che poteva incamerare quest'anno per Pogba?

Pissi pissi. Spifferi allo stato puro. Nulla di confermabile sulla carta, ma anche nulla di inventato. Le vicende di Andrea Pirlo, che ha lasciato Torino non per problemi economici come si dice in giro, e di Carlitos Tevez con il calcio europeo e con la Champions League, potrebbero non essere finite. Il loro spirito competitivo è inversamente proporzionale alla loro carta d'identità. Potrebbero avere voglia di nuovi stimoli e di nuovi posti da titolare. Nel calcio europeo che conta e già nel corso di questa stagione.

Dopo essere stato sulla prima pagina del Corriere della Sera, sono i media e non il Milan a renderlo una star, Mario Balotelli incassa attenzioni importanti. Intanto sui social lui, come i suoi compagni, non può scrivere e non scrive di cose ben precise: rapporti interni al lavoro, tattiche di allenamento, cose di spogliatoio classiche. Ma della sua vita privata può scrivere quel che vuole e il Milan non interverrà minimamente sul suo rapporto con l'amore in senso lato. Ma c'è dell'altro. Se questo è Balo, ammesso e non concesso che Balo continui ad essere questo, Antonio Conte continuerà a rimanere aggiornato e magari già che c'è anche in agguato.

Se una grande squadra come il Milan non vince e non incanta per diverse stagioni di seguito, i tifosi non solo hanno il diritto di amare sfogandosi e arrabbiandosi. Non solo hanno il diritto di criticare, ma il dovere. Per tenere il Club ancorato a grandi esigenze, grandi obiettivi, grandi traguardi. La critica sportiva anche dura e severa arricchisce il calcio e i suoi protagonisti più attenti che, ad esempio, al Milan e nel Milan non mancano. Un conto è questo atteggiamento, cazzuto ma costruttivo, un altro l'insinuazione. Che produce solo negatività in chi la subisce e che esaspera chi la fa magari in buona fede. Ma senza verità e senza costrutto. Gli "affari" con Preziosi, ad esempio. I più alti come volume di denaro sono stati negli anni legati a El Shaarawy e KPBoateng. Vediamo un pò. El Shaarawy è costato al Milan 10 milioni più Merkel ed è passato al Monaco per una valutazione complessiva di 17 milioni. Quindi: plusvalenza di oltre 10 milioni per via degli anni di ammortamento a favore del Milan e Merkel che invece, purtroppo, al Genoa non ha reso molto. Boateng: prima pagato 8,5 (sarebbero stati 7,5 se non fosse scattato il bonus dello Scudetto 2011) più Strasser, poi ceduto per 12 milioni allo Schalke 04. Anche qui plusvalenza e scambio tecnicamente non redditizio per il Genoa sul campo. Saranno anche affari, ma magari anche fatti dal Milan. Come con Raiola: ricordiamo che a 16 anni Gianluigi Donnarumma aveva fior di offerte da tutta Europa e poteva partire a Zero, ma forse anche per i buoni rapporti, che spesso sono una risorsa, è rimasto al Milan. Così come Balotelli: Zero euro di commissione al procuratore, Zero euro di prestito al Liverpool, a carico del Milan solo la partecipazione per 2,250 milioni all'ingaggio. Forse si un affare, ma è l'accezione che andrebbe rivista. Insomma fino ad oggi sono accettabili le critiche per Bertolacci, non viviamo sulla luna. Ma discutiamone parlando di calcio, non di cose che abbruttiscono il calcio.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Una settimana da Kalinic. La Juventus chiude il mercato, la Roma lo apre, il Milan con Deulofeu aspetta Gomez dall'anno prossimo. Serie A più divertente: sarebbe meglio ridistribuire i proventi televisivi 22.01 - Non mi capita molto spesso di parlare bene della mia categoria professionale. Anche perché è in continuo movimento, c'è chi si ancora a vecchi capisaldi - perché nato con la carta stampata e, più in generale, non digitale - e chi mette zizzania perché pensa di cambiare completamente...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Mauro Suma

Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.