HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Juve, fatta per Mandzukic già sei colpi. Ora Oscar. La verità su Tevez e Pirlo. Pogba assediato. Inter senza soldi, solo Imbula. Milan, c'è Kondogbia

19.06.2015 07.33 di Enzo Bucchioni   articolo letto 190831 volte
© foto di Federico De Luca

Come al solito la coppia Marotta-Paratici nega tutto, lavora in silenzio, e poi morde come un cobra. Il blitz di ieri a Madrid

è fruttato l'accordo con l'Atletico per il centroavanti croato Mandzukic, vecchio pallino bianconero. Agli spagnoli andranno 15 milioni, all'attaccante un contratto di tre anni con l'opzione per il quarto a cifre crescenti, comunque sopra i tre milioni di euro. All'Atletico non si è ambientato, non ha fatto una grossa stagione e Simeone ha convinto i suoi dirigenti a puntare su Callejon del Napoli (l'accordo con il giocatore c'è) e cercare di portare a casa un altro attaccante centrale. Il sogno è Higuain, ma il discorso è lungo.

Intanto la Juve si muove, compra e si rafforza. Con Mandzukic, in attesa dell'ufficialità, sono già sette i giocatori arrivati a Torino per un rafforzamento importante quando il mercato non è ancora entrato nel vivo.

Dybala, Khedira, Zaza, Berardi, Rugani, Neto e ora Mandzukic sono una bella pattuglia. I bianconeri hanno speso una cifra che si aggira attorno agli ottanta milioni di euro, in grandi numeri, quello che la Juventus ha ricevuto dai premi Champions. Ma non è finita qui, ci sono da risolvere i problemi principali sia in entrata che in uscita. Altri colpi sono all'orizzonte

In uscita, come vi abbiamo sempre detto, Tevez voleva andare al Boca e il suo desiderio, giocata la finale Champions, è realtà. L'accordo è fatto, Marotta ha mantenuto fede a un impegno, ora si tratta di portare a casa 5-6 milioni dagli argentini. Si discute. E se Tevez ha deciso e non tornerà indietro, una settimana di nazionale ha fatto invece venire molti dubbi a Pirlo. Il giocatore ha in sostanza già deciso di lasciare la Juve per andare a New York, nella Lega americana, per un ingaggio favoloso da 12 milioni di euro. Aveva deciso l'addio al campionato, sperando di lasciarsi aperto uno spiraglio per giocare l'Europeo dell'anno prossimo con la Nazionale.

Parlando con Antonio Conte in ritiro, Pirlo ha capito che neppure per lui ci sarà il posto garantito se andrà a giocare in un campionato dove i ritmi sono diversi, non c'è intensità agonistica fisica e mentale. Il rischio di diventare un ex giocatore è alto e Conte lo ha fatto riflettere.

Ora Pirlo vacilla, la voglia di giocare e provare a vincere l'unica competizione nella quale non ha trionfato è un grande stimolo.

Alla Juve ufficialmente non ha ancora comunicato niente, la decisione in famiglia è definitiva, ma potrebbe esserci un ripensamento.Vedremo.

Grande attesa anche per Pogba. Raiola lavora senza fretta, sono trattative da portare avanti con calma, tanto più che il giocatore per la Juve è ufficialmente incedibile. Quando arriverà l'offerta vera, circostanziata, irrinunciabile, Marotta trarrà le conclusioni. Tutti i pretendenti aspettano la mossa dei rivali.

Il City sembra in vantaggio, i tabloid inglesi continuano a parlare di cifre assurde (l'ultima 120 milioni più Jovetic), comunque qualcosa bolle in pentola. La Juve tra il francese e Vidal cercherà di monetizzare per reinvestire immediatamente.

Allegri vuole Oscar del Chelsea e come vi abbiano già detto da oltre un mese, il discorso è apertissimo. Gli inglesi vogliono 30 milioni.

E' chiaro che se la Juventus continua a comprare e trattare giocatori di questo calibro, tutto fa pensare che la cessione di Pogba sia già in agenda. A quel punto si passerà anche a chiudere per un centrocampista di sostanza fra quelli che la Juve ha in mano come Allan, Witsel o Nainggolan che, guarda caso, la Roma fatica a riscattare dal Cagliari che chiede 20 milioni per la metà. C'è dietro la Juve? Possibile.

Con questo mercato, era chiaro da tempo ma ora è realtà, la Juve scaverà un solco ancora più profondo con le rivali, almeno in Italia.

Il Milan, in attesa dell'ufficialità di Jackson Martinez ha incassato il no di Ibra come era facile prevedere. Galliani si è allora buttato sul centrocampo, il settore che ha più bisogno. Mihajlovic ha convinto De Jong a restare e questo è un bel colpo. Poi si sta lavorando su Kondogbia. Galliani è in Francia, ha l'accordo con il giocatore, ma il Monaco vuole 35 milioni. Tanta roba.

Il discorso comunque è aperto in attesa dei sessanta giorni che mister Bee si è preso per chiudere l'acquisto del 48 per cento del Milan con iniezione di denaro fresco.

Denaro che non ha l'Inter. Ausilio fatica, è senza liquidità, se non vende difficilmente arriverà a giocatori di primissima fascia. Dopo tanti tentativi, ora l'attenzione è su Imbula del Marsiglia, un playmaker davanti alla difesa che sicuramente serve. Ma val la pena per cedere Kovacic?

Per la difesa preso Murillo, il sogno Miranda si allontana, l'Atletico non scende sotto i quindici milioni

Nel frattempo la Roma ha preso Bertolacci e tratta Bacca con il Siviglia. Il Napoli sta chiudendo con il terzetto richiesto da Sarri vale a dire i tre empolesi Valdifiori, Saponara e Hjsay. De Laurentiis vuol pagare venti, l'Empoli chiede venticinque. A 20 si chiude e l'allenatore comincia a costruire la sua squadra. In uscita Callejon verso l'Atletico, un bel tesoretto per gli azzurri.

Intanto Ferrero tratta Fernando e si è ributtato su Cassano, spera di ricomporre a Genova la coppia Cassano-Balotelli vista in nazionale. Auguri.

La Fiorentina ha finalmente l'allenatore Paulo Sousa che probabilmente sarà presentato lunedì o martedi' al massimo e sta mettendo assieme la rosa per le idee del tecnico. Sousa vuol giocare il 4-2-3-1 con due centrocampisti bravi a chiudere e ripartire, di corsa e di cervello. Uno di sicuro sarà Badelj, l'altro probabilmente Danilo. Non c'è più spazio per un libero pensatore come Pizarro, bravissimo, ma troppo condizionante. Tornerà in Cile.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter-Gagliardini: avere i soldi non significa buttarli. Juve, batti un colpo da Juve. Ferrero, posa i fazzoletti. Basta con le mogli-addette stampa! 09.01 - Gasperini dovrebbe spiegare meglio il significato della frase: "Gagliardini non convocato per rispetto dell'Inter". E il rispetto per i tifosi dell'Atalanta dov'è? La verità è che il Mister ha sbagliato la risposta e avrebbe fatto più bella figura a dire la verità. Le parole che non...

EditorialeDI: Marco Conterio

Ferrero, Sarri & co: ora basta! Una decisione arbitrale sbagliata non può portare ancora a simili reazioni. Juventus, perdere Witsel non è un peccato. Roma, Feghouli bel colpo. Caso Kalinic: cifre folli, immobilismo viola e la reazione di Sousa 08.01 - Renzo Ulivieri, presidente dell'Assoallenatori, disse chiaramente che i tecnici arebbero dovuto evitare di parlare di decisioni arbitrali. E siccome nell'universo calcio, nel posto gara, i microfoni sono accesi anche per i presidenti, sarebbe stata cosa buona e giusta se quelle parole...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.