HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
Editoriale

Juve, il campione chiesto da Conte. Milan, per il mercato si scommette in Francia. Inter, il terzo posto deciderà gli acquisti

Primo Direttore Sportivo di colore a laurearsi a Coverciano con il massimo dei voti. Ds della Nazionale congolese, ex ds del Catanzaro e Colognese. Opinionista tv per Sportitalia e Sky, commentatore dei Mondiali Under 20.
22.04.2012 00.00 di Malu' Mpasinkatu  articolo letto 27985 volte
© foto di DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS

Si torna in campo con un protagonista in meno. L'addio a Piermario Morosini è stato struggente ma dopo una domenica di riflessione e di dolore, è giusto tornare a giocare. Ci spostiamo subito sull'universo del calciomercato, dove negli ultimi giorni hanno segnato dei passi in avanti per quanto riguarda Juve e Milan. I bianconeri stanno cercando di acquistare un top player, un giocatore in grado di fare la differenza. Si è parlato di Cavani, uomo da 20 gol a stagione, ma anche di campionissimi come Robben e Van Persie. Sono solo voci ma questo fa capire come la dirigenza di corso Galielo Ferraris stia già lavorando per trovare quel rinforzo che mister Conte ha fatto intendere di volere a tutti i costi. I bianconeri faranno sicuramente la Champions e per tornare ad essere protagonisti nella competizione dalle grandi orecchie bisogna per forza investire. Dipenderà ovviamente dalla conquista o meno del titolo a fine stagione. La corsa con il Milan è sempre più avvincente e si deciderà all'ultimo match. Gli uomini di Conte per questo turno rischiano maggiormente visto che affrontano la Roma, in piena corsa per l'Europa. Il Milan aspetta il Bologna e può giovare della settimana di riposo. Galliani e Braida hanno messo al sicuro due giovani per la prossima stagione, indipendentemente dal risultato. Riccardo Montolivo sarà rossonero, così come Francesco Acerbi, difensore del Chievo Verona. Il giocatore di Caravaggio però non sarà sufficiente per rimpolpare il centrocampo visto l'esodo che si avrà per la scadenza di tanti veterani. Si parla di Bakaye Traorè, centrocampista maliano del Nancy, gran recupera-palloni ma che deve ancora dimostrare di poter indossare la maglia del Milan. Diciamo che si tratta di una bella scommessa. Per quanto concerne l'Inter tutto dipende dall'entrata in Champions. Un terzo posto darebbe tutt'altro aspetto alla stagione dei nerazzurri, in eterna ricorsa sin dalla prima giornata. Stramaccioni vuole che i suoi ragazzi giochino con serenità, senza l'ossessione dell'Europa, anche perchè ci sono sei punti da colmare in sei giornate, una missione non certo facile. Moratti però vorrebbe rivoluzionare la squadra con modifiche anche a livello dirigenziale.
E' stato un "clasico" tutto da gustare con la vittoria di Josè Mourinho su Guardiola, forse presuntuoso nel lanciare tutti i giovani in campo e lasciando in panchina gente come Fabregas e Sanchez. Il Real Madrid ha giocato prevalentemente una gara difensiva, per poi ripartire grazie alla velocità delle sue punte. Il gol di Ronaldo è la fotografia della partita, con il Barcellona che attacca e i blancos che ripartono per pungere. Il Real Madrid ipoteca il titolo con 7 punti di vantaggio a quattro giornate dalla fine della stagione. Un ritorno al successo dopo anni di dominio assoluto dei blaugrana e forse in finale di Champions potrebbe esserci la rivincita più bella per Guardiola. Per ora resta solo un'idea perchè le due squadre spagnole dovranno ribaltare le sconfitte contro Bayern Monaco e Chelsea. Sarà un finale di stagione effervescente per il campionato italiano e inglese, visto che in Spagna e in Germania abbiamo già dei vincitori.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
23.04 - Il calcio non è una scienza esatta, un assioma da tutti condiviso. Tra le variabili impazzite di questo strano gioco in cui tutti si affannano ad infilare la palla in rete la figura dell'allenatore è tra le più bizzarre e di difficile connotazione. Prima dell'avvento dei...
App Store Play Store Windows Phone Store
 
Editoriale DI: Fabrizio Biasin
22.04 - Oh, beati voi se avete passato una Pasqua assai serena tra capretti sgozzati, colombe transgeniche (con e senza canditi), tartufoni zuccheroni, uova di cioccolato con dentro sorprese tipo "meravigliosi orecchini in lega di argento e amianto che vi viene il cimurro", o...
Editoriale DI: Michele Criscitiello
21.04 - La Roma ha vinto lo scudetto ma i tifosi non possono festeggiare. Circo Massimo vuoto, maglie giallorosse il prossimo anno senza tricolore sul petto e la bacheca di Francesco Totti resta, malinconicamente, vuota. Eppure Garcia il suo scudetto l'ha vinto. Ha fatto una marea di...
Editoriale DI: Italo Cucci
20.04 - "La mentalità non si compra". Il Napoli dopo Udine - dove ha lasciato due punti da aggiungere ai venti distribuiti nella bella provincia italiana - ha rotto l'uovo di Pasqua e ci ha trovato dentro questa sorpresa. Firmata Benitez. Ma non si capisce a chi si rivolgesse, il Re...
Editoriale DI: Mauro Suma
19.04 - Proprio così. Antonio Conte. Prima di fare qualche telefonata e di scrivere qualche messaggio wup, la certezza che rimanesse alla Juventus anche per le prossime 2 stagioni era totale. Con somma sorpresa, prima di tutto nostra, il magma del calcio, che non dorme davvero mai, ci...
Editoriale DI: Enzo Bucchioni
18.04 - E' Klopp, l'allenatore del Borussia Dortmund, il grande obiettivo di Andrea Agnelli e di Giuseppe Marotta per la panchina bianconera se, come sembra, Antonio Conte deciderà di non rinnovare il contratto. Il nome del tedesco, tenuto nascosto per settimane è sempre stato l'uomo...
Editoriale DI: Luca Marchetti
17.04 - Sembra quasi il 31 dicembre, visto che tutti fanno buoni propositi per la fine stagione e soprattutto per l'anno prossimo. La superJuve ha praticamente archiviato il discorso scudetto: inevitabile parlare di futuro. Quello delle due milanesi passa per l'Europa. Per forza....
Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli
16.04 - Mai fidarsi delle apparenze. Ad osservarlo di sfuggita, Thohir, ammettiamolo, sembra più un ristoratore di mezza tacca che un lungimirante imprenditore con la passione per il football. Come se non bastasse, il suo esordio nel calcio italiano, dove tutti pensano e ragionano...
Editoriale DI: Fabrizio Biasin
15.04 - Ho fatto merenda con Prandelli. A Coverciano. Cioè, lui non ha mangiato una fava tipo anoressico, ma a esplicita domanda "vuoi qualcosa?" mi son sentito in dovere di scroccare lo scroccabile alla Figc. "Prendo un caffè", ho detto, ma mi son morso la lingua memore di uno dei...
Editoriale DI: Michele Criscitiello
14.04 - E' arrivata la Primavera. Si capisce, prevalentemente, da due aspetti. Il primo: la domenica iniziano a piovere gol sui campi di serie A. Oggi a Verona, Napoli e Livorno sembrava la sagra della porchetta. Secondo motivo: si inizia a parlare più di mercato che di campo. E',...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510