HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Doppio confronto Napoli-Juventus: come finirà?
  La Juve vincerà entrambe le gare
  Il Napoli avrà la meglio in entrambe le sfide
  La Juve mantiene il vantaggio in A ma perde in Coppa
  Il Napoli recupera in A ma esce in Tim Cup

TMW Mob
Editoriale

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko

Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
13.01.2017 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 45861 volte
© foto di Federico De Luca

Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione.

E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini è sintomatico. Il centrocampista dell’Atalanta era nel mirino della Juve prima di essere entrare in quella dell’Inter. Inutile che Marotta neghi, restano i titoli di giornali vicini alla Juve (ma non solo) e il tentativo dei bianconeri di andare a fare un pacchetto con i giovani emergenti dell’Atalanta Kessiè e Conti oltre a Caldara.

Le richieste troppo alte per Kessiè scoraggiarono subito i bianconeri: tolto dalla lista. Sugli altri obiettivi Marotta ha temporeggiato per concentrarsi poi sul solo Caldara.

In questo spazio e’ entrata in scena l’Inter e strappato all’Atalanta a suon di milioni forse il giocatore più utile ai bianconeri, proprio Gagliardini. Non è un caso se poi la Juve sia stata costretta a ripiegare su Rincon.

Insomma l’Inter con i soldi cinesi è più rapido e va a ostacolare la Juventus sul suo stesso terreno, quello dei giovani italiani (e non solo) di qualità che negli ultimi anni era riuscita a prendere proprio solo la Signora (Dybala in testa).

Ora, dopo anni, la Juve ha trovato un ostacolo forte e organizzato e la storia è appena iniziata.

I bianconeri hanno messo nel mirino anche Verratti? Bene. Come vi abbiamo già riferito, da mesi Marotta sta lavorando sul procuratore, il giocatore si è convinto, vuol tonare in Italia. La Juve è disposta a investire sul centrocampista una somma importante, con Verratti può sistemare la regia in mezzo al campo per dieci anni. Che succede?

Adesso su Verratti c’è anche l’Inter. E se è vero che pure ai nerazzurri serve un regista, ecco profilarsi un derby di mercato a suon di milioni come non si vedeva da anni. L’Inter ha soltanto un problema, il fair play finanziario, ma come si vede Suning sta cercando di fare gli aggiustamenti contabili opportuni e soprattutto vuol aumentare rapidamente il fatturato. Dove andrà Verratti?

L’Inter ha maggiori risorse e i cinesi sembrano disposti a tutto per risalire subito, la Juve è partita prima e sul giocatore ha un maggiore appeal, ma sarà uno dei temi del prossimo mercato.

Intanto, a dimostrazione di un fuoco riacceso, si discute tra nerazzurri e bianconeri chi tra Gagliardini (22 milioni più bonus e prestito) e Caldara (15 più una decina di bonus) sia stato pagato di più.

Ha buttato i soldi dalla finestra Suning comprando un centrocampista di quasi 24 anni, che ha giocato soltanto 14 gare in serie A o la Juve che ha preso un difensore di 23 anni con poca esperienza? Le cifre sono più o meno le stesse, idem le controindicazioni. Non faccio classifiche di bravura, le valutazioni sembrano eccessive entrambe, ma quando si fanno certi investimenti credo che siano stati ponderati. Era sembrato eccessivo anche il Milan su Romagnoli, oggi è giudicato un bel colpo. Poi, ovvio, non tutto riesce. Vedremo. Di positivo resta la voglia di tornare a investire sui giovani italiani, anche da parte di stranieri come i cinesi e in un club come l’Inter che agli italiani in genere ha sempre prestato poca attenzione. Una bella inversione di tendenza che farà bene al nostro calcio.

Gagliardini, però, non basta. Pioli ha chiesto anche un esterno destro di difesa e allora da ieri Ausilio è alla caccia di Vrsaljko, 25 anni, comprato l’estate scorsa per 18 milioni dall’Atletico di Madrid. L’ex Sassuolo non trova spazio, appena tre presenze in Liga, e l’Inter sta proponendo il prestito con riscatto da decidere a fine stagione. Guarda caso, anche su Vrsaljko è stata a lungo la Juve, anzi nel passato sembrava cosa fatta.

Tornando alla Juve, l’accordo con il Valencia per Zaza (obbligo di riscatto a fine stagione per 22 milioni) potrebbe indurre a un ulteriore sforzo sul mercato per l’esterno Kolasinac (Schalke) in scadenza: proposti due milioni. Ma soprattutto c’è l’ipotesi di un altro centrocampista fra i soliti Luiz Gustavo o Tolisso. Più semplicemente questa cifra potrebbe coprire anche la spesa per Orsolini dell’Ascoli, il nuovo Robben (lo chiamano così) in arrivo dall’Ascoli come vi abbiamo detto una settimana fa.

Al Milan i cinesi non sono ancora arrivati e allora Galliani senza soldi sta lavorando duro su un solo obiettivo: il prestito dell’esterno spagnolo Deulofeu dell’Everton, 22 anni, ex Barca. E’ valutato una decina di milioni, ma oggi Galliani sta proponendo il prestito secco con riscatto a sette. Il Barcellona che ha ancora il diritto di prelazione e un bonus sulla cessione, ha già dato il suo ok. Siamo ai dettagli.

Stranamente più complicata la vicenda Kalinic-Fiorentina. La squadra cinese di Cannavaro, il Tianjin, vuole fortemente l’attaccante. Il giocatore ha detto ok ai cinesi per un contratto a 12 milioni l’anno per quattro anni (ora ne guadagna due), ma gli intermediari non hanno ancora presentato alla Fiorentina una proposta dettagliata. Perché? Contatti informali e ferquenti con Andrea Della Valle hanno fatto capire agli intermediari che il presidente viola vuole pagata la clausola intera fissata a 50 milioni. E non molla.

A quella cifra forse molleranno i cinesi che più di quaranta (erano partiti da trenta) non vogliono investire su un buon giocatore di 29 anni, non un campione. La decisione entro martedì.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Ferragosto con la Serie A? Favorevole... Milan, ansia da closing! Conte-Neymar, la verità! Totti, ci siamo? 29.03 - Settimana all’insegna delle polemiche… Tutti a lamentarsi, tutti a discutere, tutti a parlare (spesso inutilmente). Perché? Forse la pausa per la Nazionale o, forse, non possiamo proprio farne a meno delle polemiche… Non ne parlo, come al solito mi interessa soffermarmi su altro....
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.