HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Juve, Isco sempre caldo. E Witsel comunque bianconero. Gabigol al posto di Zaza. De Sciglio liberato da Bacca. Napoli, Insigne-Gabbiadini per Icardi: si può fare. Il vice Reina. Babacar e Gomez inguaiano la Fiorentina

12.08.2016 00.00 di Enzo Bucchioni  articolo letto 58469 volte
© foto di Federico De Luca

Patti due conti, tra entrate (Higuain) e uscite (Pogba) da record, ricche plusvalenze e dintorni, la Juventus ha ancora soldi da spendere e bilanci sotto controllo. Dico questo per sottolineare come il mercato bianconero sia tutt'altro che finito. Le ambizioni sono tante, la Champions è nel mirino e Marotta ha idee chiare.

La cosa più semplice da capire è che questa squadra ha bisogno di un centrocampista importante, di livello internazionale, per coprire il vuoto lasciato da Pogba e dare forza a un reparto che in questo momento (anche per colpa degli infortuni di Marchisio e Khedira) è qualitativamente e quantitativamente inferiore a difesa e attacco. Non ci sarà un altro caso Hernanes, questa volta la Juve il colpo nel mezzo lo farà. Ma chi sarà il prescelto?

Ieri è sembrata cadere la pista Witsel, il giocatore ha detto che vuol rimanere allo Zenit, ma, secondo me, invece, la pista si rafforza. Il centrocampista belga ha da tempo un accordo con la Juventus, ma i russi non vogliono scendere sotto i 30 milioni del cartellino. Troppi per la Juve e per un giocatore a scadenza fra un anno. L'uscita di Witsel è quasi una minaccia per lo Zenit, o mi vendete ora a cifre ragionevoli o fra un anno comunque andrò via a zero euri. Ci sarà la scossa? Non è detto, ma la Juve ci spera.

Nel frattempo però tutte le altre piste restano aperte, da Isco a Matuidi a Matic. Lo spagnolo, soprattutto, è uno dei sogni ricorrenti. I contatti ci sono stati e ci sono, se il Real non proporrà al centrocampista un aumento di ingaggio e un nuovo contratto, potrebbe anche chiedere di essere ceduto e i bianconeri sono la prima alternativa. Resta viva anche la pista Matic e su Matuidi sta lavorando Raiola. La Juve è in mani buone.

Ma ci sono anche altre piste e altre strategie. Quando arriverà il centrocampista importante, è probabile che per far cassa venga venduto Lemina. E l'attenzione è viva anche su Gabigol che nella mente di Marotta dovrebbe sostituire Zaza in partenza per il Wolfsburg. Grandissima Juve hanno promesso e grandissima Juve sarà. Ma c'è un altro giocatore sul quale i bianconeri lavorano da tempo a fari spenti e si chiama De Sciglio. Il Milan ha snobbato le avances almeno fino ad oggi, ma le difficoltà nella cessione di Bacca impediscono ai rossoneri di mettere insieme il tesoretto per fare mercato. Perché allora non tirare fuori da De Sciglio i milioni necessari per fare mercato? La Juve aspetta fiduciosa.

Situazione più complicata e di difficile lettura, invece, per Napoli e Inter. Come mai De Laurentiis continua a inseguire Icardi se ha appena acquistato Milik e ha in rosa tale Gabbiadini. Evidentemente nessuno dei due può sostituire Higuain nell'immaginario comune e nella mente di Sarri. Il Napoli insiste, l'Inter resiste.

Quasi sessanta milioni l'ultima offerta, con contratto di oltre sei milioni più bonus per il giocatore. L'Inter per ora non molla, ma dopo attenta riflessione e consulto con De Boer ci potrebbe essere anche un rilancio. I nerazzurri potrebbero dire si alla cessione di Icardi in cambio di Insigne e Gabbiadini valutati entrambi attorno ai trenta milioni. I conti potrebbero tornare anche dal punto di vista tattico. Gabbiadini è il centroavanti mobile che piace al tecnico olandese, Insigne l'esterno sinistro ideale per il 4-3-3. L'offerta al Napoli non è ancora partita. Ma come reagiranno gli azzurri? Insigne ha chiesto l'adeguamento del contratto, è un giocatore importante, ma con Mertens e Giaccherini la fascia sinistra potrebbe comunque essere coperta bene. E poi non è detto che Sarri non voglia tornare al 4-3-1-2 con Zielinski trequartista.

E' vero che l'Inter continua a dichiarare incedibile Icardi, ma Wanda Nara spinge in tutti i sensi e tutto può ancora succedere. Il Napoli, fra l'altro, sta pensando anche a un portiere che possa prendere l'eredità di Reina visto che lo spagnolo nell'ultima parte della stagione scorsa ha avuto problemi di schiena e si è ripartiti più o meno da lì. Sportiello è da tempo nel mirino, ma l'Atalanta non molla e non si accontenta del ritorno di Grassi. Calda anche la pista che porta a Diawara del Bologna, del resto da qualche parte Adl li dovrà pur mettere i 94 milioni presi per Higuain...

I soldi, invece, la Fiorentina non li ha ancora presi per Babacar e Mario Gomez, i due soli giocatori ritenuti cedibili dai viola. Corvino era convinto di tirar fuori una quindicina di milioni e forse più, fra i 10-12 di Baba e i 5-7 di Marione. Con quei soldi la Fiorentina vorrebbe comprare un paio di giocatori importanti (un difensore e un centrocampista) invece Corvino senza liquidità è costretto al mercato creativo e la situazione si complica per Sousa, di sicuro un allenatore pieno di dubbi e ripensamenti .

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.