HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Juve, un difensore per Allegri. Napoli, gran colpo Gabbiadini ma non basta. Mercato D.S. in fermento: Da Marino a Corvino fino all'inglese Salerno, che confusione!

Nato ad Avellino il 30 Settembre 1983 è Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb. Vive e lavora a Milano dal 2004. mcriscitiello@sportitalia.com Twitter: MCriscitiello
15.12.2014 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 40014 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Se la Juventus non vince in casa è sempre una delusione. Allegri perde per strada due punti importanti e, di questi tempi con la Roma fuori dalla Champions, non si può permettere simili regali. In casa deve vincere contro chiunque e al secondo pareggio consecutivo, il buon Max deve mettere in preventivo qualche critica. La Juventus ha bisogno di rinforzi, per continuare la Champions a testa alta e per arrivare in campionato dove, ad oggi, la logica lo dà per scontato. Forse anche sbagliando. Servono rinforzi, soprattutto in difesa. Lo scriviamo da giorni, settimane, forse anche mesi. La retroguardia bianconera non è ancora all'altezza del blasone della prima squadra in Italia e delle ambizioni europee. C'è cassa per fare mercato e Marotta dovrebbe avere le idee chiare, da subito. Allegri sta guardando dvd e sta sondando il terreno per alcuni difensori. Diventa una priorità. Per l'attacco si può attendere. Giovinco andrà in scadenza di contratto. Tevez non tornerà in Argentina, per ora, e Llorente-Morata formano una grandissima doppia soluzione per Allegri. Con il senno del poi e del durante, alla Juventus è andata di lusso la scorsa estate aver puntato su Morata e non su Iturbe; soprattutto nel rapporto qualità-prezzo. La Roma, alla lunga, non può far paura alla Juventus. Garcia ha dimostrato di avere grandi qualità ma non di essere già pronto per il grande passo. Ci sta arrivando la Roma e ci arriverà prima del Napoli e prima delle milanesi ma difficilmente l'anno giusto sarà questo. Gennaio sarà una tappa fondamentale per tutti. I rinforzi sono alla base del progetto, anche se i veri affari non si fanno quando si è in emergenza. La Juventus ha commesso un errore, qualche mese fa: non ha sostituito Barzagli quando si avevano i primi sentori delle difficoltà fisiche dell'ex palermitano.
Diciamo una cosa: la Juve un po' si è meritata la punizione inflitta da Manolo Gabbiadini. Il ragazzo avrebbe tutto per giocare in questa Juve e, invece, nessuno a Torino punta su di lui. Acquistato per 11 milioni dall'Atalanta, adesso sarà venduto al Napoli dopo un passaggio per Genova. Gabbiadini doveva essere una scommessa di Conte che, invece, di guardare a Dybala avrebbe fatto bene a notare cosa aveva in casa propria. Il Napoli farà un grande affare con Gabbiadini. Un italiano a Napoli ci sta di lusso. L'operazione, per essere gennaio, è fantastica. Bravo De Laurentiis. Fatta in tempo, con un mesetto di anticipo, le modalità sono quelle giuste e le cifre non sono folli. Chi ci perde, oltre la Juve, è la Sampdoria. Se con Sinisa hai progetto europeo e sul più bello gli togli un attore protagonista della scena, il regista non può che essere almeno imbronciato.
I giochi delle scrivanie si fanno oggi per la prossima primavera. Su Tuttomercatoweb vi avevamo dato l'anticipazione: la Fiorentina pensa a Pierpaolo Marino per il dopo Pradè. Un contatto indiretto c'è già stato. I Della Valle, però, non vogliono ancora sbilanciarsi nel pieno della stagione. Marino firmerebbe un biennale alle stesse cifre di Bergamo. L'Atalanta, però, in questo momento delicato ha bisogno di un Direttore come Marino e preferisce rinviare ogni discorso a fine stagione. Pradè, a Firenze, è in scadenza e gli ultimi mesi sono stati turbolenti. Il mercato torna nelle mani delle vecchie volpi, come quelle di Corvino a Bologna che aspetta solo di entrare a gamba tesa sulla gestione societaria e sul mercato di gennaio. A Bologna serve una rivoluzione e una pulizia generale. Sarà fatta. Corvino ha voglia, un leone in gabbia dopo anni di pensione non richiesta. Il Palermo andrà avanti con il giovane e preparato Baccin ma cerca una figura di spessore per la prossima estate. In scadenza c'è anche Cristiano Giaretta a Udine, mentre Giulini a Cagliari medita su una figura più importante per fare mercato. Capozucca, a Genova, parla con Enrico Preziosi ma fa il gioco del silenzio con il figlio del Presidente. Sarebbe ora che anche il Napoli pensasse ad un vero Direttore Sportivo e non eseguisse gli ordini di Rafa Benitez. Prima eseguiva quelli di Mazzarri e, soprattutto, serve un DS più che un segretario del Presidente e degli allenatori. In Inghilterra sta facendo danni il buon Nicola Salerno. Ha lasciato l'Italia per sposare il progetto Cellino ma la barca è affondata con Salerno e Cellino, ancor prima di vedere il mare. Da uno esperto come Salerno ci aspettavamo maggiore carisma e competenza. Sarà forse la lingua di "tu vuò fà l'americano" che sta facendo perdere colpi a Nicolino?

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Film-Milan, la settimana dei pianti e delle feste. De Laurentiis, hai rovinato tutto! Verona, per la A esonera Pecchia e prendi un De Canio... Figc, il gioco si fa duro ma i colpi bassi non pagano mai 27.02 - Il Milan vince a Sassuolo con un rigore da ripetere (almeno), il Napoli perde punti e testa e l'Atalanta è lo spot più bello del nostro campionato. Immaginate se Gasperini avesse indovinato anche le prime cinque giornate oggi dove sarebbe... Roba da matti. Complimenti a Percassi e...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.