HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Juve, un difensore per Allegri. Napoli, gran colpo Gabbiadini ma non basta. Mercato D.S. in fermento: Da Marino a Corvino fino all'inglese Salerno, che confusione!

Nato ad Avellino il 30 Settembre 1983 è Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb. Vive e lavora a Milano dal 2004. mcriscitiello@sportitalia.com Twitter: MCriscitiello
15.12.2014 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:   articolo letto 39987 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Se la Juventus non vince in casa è sempre una delusione. Allegri perde per strada due punti importanti e, di questi tempi con la Roma fuori dalla Champions, non si può permettere simili regali. In casa deve vincere contro chiunque e al secondo pareggio consecutivo, il buon Max deve mettere in preventivo qualche critica. La Juventus ha bisogno di rinforzi, per continuare la Champions a testa alta e per arrivare in campionato dove, ad oggi, la logica lo dà per scontato. Forse anche sbagliando. Servono rinforzi, soprattutto in difesa. Lo scriviamo da giorni, settimane, forse anche mesi. La retroguardia bianconera non è ancora all'altezza del blasone della prima squadra in Italia e delle ambizioni europee. C'è cassa per fare mercato e Marotta dovrebbe avere le idee chiare, da subito. Allegri sta guardando dvd e sta sondando il terreno per alcuni difensori. Diventa una priorità. Per l'attacco si può attendere. Giovinco andrà in scadenza di contratto. Tevez non tornerà in Argentina, per ora, e Llorente-Morata formano una grandissima doppia soluzione per Allegri. Con il senno del poi e del durante, alla Juventus è andata di lusso la scorsa estate aver puntato su Morata e non su Iturbe; soprattutto nel rapporto qualità-prezzo. La Roma, alla lunga, non può far paura alla Juventus. Garcia ha dimostrato di avere grandi qualità ma non di essere già pronto per il grande passo. Ci sta arrivando la Roma e ci arriverà prima del Napoli e prima delle milanesi ma difficilmente l'anno giusto sarà questo. Gennaio sarà una tappa fondamentale per tutti. I rinforzi sono alla base del progetto, anche se i veri affari non si fanno quando si è in emergenza. La Juventus ha commesso un errore, qualche mese fa: non ha sostituito Barzagli quando si avevano i primi sentori delle difficoltà fisiche dell'ex palermitano.
Diciamo una cosa: la Juve un po' si è meritata la punizione inflitta da Manolo Gabbiadini. Il ragazzo avrebbe tutto per giocare in questa Juve e, invece, nessuno a Torino punta su di lui. Acquistato per 11 milioni dall'Atalanta, adesso sarà venduto al Napoli dopo un passaggio per Genova. Gabbiadini doveva essere una scommessa di Conte che, invece, di guardare a Dybala avrebbe fatto bene a notare cosa aveva in casa propria. Il Napoli farà un grande affare con Gabbiadini. Un italiano a Napoli ci sta di lusso. L'operazione, per essere gennaio, è fantastica. Bravo De Laurentiis. Fatta in tempo, con un mesetto di anticipo, le modalità sono quelle giuste e le cifre non sono folli. Chi ci perde, oltre la Juve, è la Sampdoria. Se con Sinisa hai progetto europeo e sul più bello gli togli un attore protagonista della scena, il regista non può che essere almeno imbronciato.
I giochi delle scrivanie si fanno oggi per la prossima primavera. Su Tuttomercatoweb vi avevamo dato l'anticipazione: la Fiorentina pensa a Pierpaolo Marino per il dopo Pradè. Un contatto indiretto c'è già stato. I Della Valle, però, non vogliono ancora sbilanciarsi nel pieno della stagione. Marino firmerebbe un biennale alle stesse cifre di Bergamo. L'Atalanta, però, in questo momento delicato ha bisogno di un Direttore come Marino e preferisce rinviare ogni discorso a fine stagione. Pradè, a Firenze, è in scadenza e gli ultimi mesi sono stati turbolenti. Il mercato torna nelle mani delle vecchie volpi, come quelle di Corvino a Bologna che aspetta solo di entrare a gamba tesa sulla gestione societaria e sul mercato di gennaio. A Bologna serve una rivoluzione e una pulizia generale. Sarà fatta. Corvino ha voglia, un leone in gabbia dopo anni di pensione non richiesta. Il Palermo andrà avanti con il giovane e preparato Baccin ma cerca una figura di spessore per la prossima estate. In scadenza c'è anche Cristiano Giaretta a Udine, mentre Giulini a Cagliari medita su una figura più importante per fare mercato. Capozucca, a Genova, parla con Enrico Preziosi ma fa il gioco del silenzio con il figlio del Presidente. Sarebbe ora che anche il Napoli pensasse ad un vero Direttore Sportivo e non eseguisse gli ordini di Rafa Benitez. Prima eseguiva quelli di Mazzarri e, soprattutto, serve un DS più che un segretario del Presidente e degli allenatori. In Inghilterra sta facendo danni il buon Nicola Salerno. Ha lasciato l'Italia per sposare il progetto Cellino ma la barca è affondata con Salerno e Cellino, ancor prima di vedere il mare. Da uno esperto come Salerno ci aspettavamo maggiore carisma e competenza. Sarà forse la lingua di "tu vuò fà l'americano" che sta facendo perdere colpi a Nicolino?

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.