HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Juventus, Campione d'Italia. Napoli, pronta per la Champions ma non per lo scudetto. Ho aggiunto una querela alla mia lista: ecco da dove arriva! Nasce Tmw Radio, una famiglia che si allarga

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
04.04.2016 13.20 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 66051 volte
© foto di Federico De Luca

Lo avevamo scritto dopo la vittoria della Juventus, fortunosa, sul Napoli e i napoletani non apprezzarono. Scrivemmo anche che avremmo preferito qualcosa di diverso per il nostro campionato e la monotonia della Juventus poteva essere interrotta dalla favola Napoli. Voi vi starete chiedendo: sì, ma cosa c'era scritto? Che quella sera di Torino la Juventus aveva vinto lo scudetto. Ma come, per un solo punto di vantaggio? Ma come, ci sono tante altre partite da giocare. Il problema non era il punto di vantaggio e neanche le giornate che mancavano alla fine del campionato. La differenza tra una squadra e l'altra è la mentalità che acquisisci solo vincendo. Il problema della Juventus era rimontare dopo una pessima partenza. Una volta rimontato tutto il distacco e tutte le concorrenti, la Juve aveva chiuso il cerchio. Perché di questi tempi puoi recuperare 15 punti a Inter, Napoli, Fiorentina e Roma ma non recuperi un punto alla Juventus. Siamo stati in grado di assegnare uno scudetto ai bianconeri partiti due mesi dopo gli altri. In Italia la Juventus è il Barcellona d'Europa, la Juventus in Europa è la Roma d'Italia. Ad Allegri mancano 2-3 top player per diventare fenomenali anche in campo internazionale, alla Roma mancano 2-3 top player per vincere lo scudetto. Una volta superato il Napoli, la Juventus aveva già messo in frigorifero la bottiglia di Champagne. Il Napoli può perdere punti, la Juve non lascia più nulla per strada quando vede il traguardo avvicinarsi. Questione di mentalità e di organico. Un attaccante che ti fa 30 gol, fin qui, e non basta per vincere il campionato significa che tutti gli altri non sono all'altezza. Il Napoli si è buttato via su un campo, tradizionalmente, ostico. Se Sarri al primo anno non vince lo scudetto non gli si può certo rimproverare qualcosa. Ha fatto un miracolo, porterà probabilmente il Napoli in Champions e avrà fatto un lavoro splendido restando in scia tricolore fino ad aprile. Oggi gli azzurri devono stare attenti a non subire il contraccolpo psicologico e non diano per scontata la qualificazione alla Champions diretta. Il Napoli ha seminato per diventare grande e con i soldi della Champions potrà riuscire a ridurre l'attuale gap con i bianconeri. Giuntoli e Sarri stanno lavorando bene ma vincere lo scudetto in Italia implica molteplici complicazioni. Di questi tempi non si batte facilmente il potere juventino. Dispiace per la Roma perché, se avesse deciso Pallotta senza ascoltare Sabatini, oggi i giallorossi sarebbero a contendere il primato alla Juventus. Spalletti è un grande allenatore e una persona di carattere. Solo lui poteva ribaltare questa squadra, grande nei singoli, e dare ordine alla gestione di San Francesco da Roma. Qui arriviamo alla curiosità di settimana. Sapete che vi racconto tutto e sapete anche che se dobbiamo fare una polemica giornalistica la facciamo sempre alla luce del sole e mai nascondendoci come fanno i vili. Possiamo avere mille difetti ma non siamo dei pugnalatori alle spalle. Le nostre battaglie editoriali, a volte piacciono, a volte no. Adriano Galliani, ad esempio, ha dimostrato grande signorilità e professionalità quando l'altro giorno ha concesso un'esclusiva a Sportitalia "nonostante il vostro Direttore..." Ha avuto l'intelligenza e la superiorità di scindere il lavoro di una redazione dai pensieri del sottoscritto. In questo mondo abbiamo bisogno di pluralismo e libertà di informazione. W Galliani ma anche Preziosi che subisce gli attacchi, ti telefona, ti insulta per 15 minuti, si becca insulti per 12 minuti (i primi 3 parlava da solo) e gli ultimi 3 chiarisci le tue idee e le confronti con lui. Ci si chiarisce tra uomini di calcio e si va avanti. Ognuno con la sua testa, le sue idee e i suoi pensieri. Idem Lotito. Pazzo come pochi ma ti affronta e non si nasconde. Poi ci sono i casi opposti. Morgan De Sanctis, l'Avvocato Grassani, il Cittadella Calcio per conto del suo Direttore-Presidente-ex allenatore e Massimo Ferrero. Chiamano l'avvocato, ti querelano per diffamazione e credono che con un avvocato otterranno il tuo silenzio. Sbagliato! Il cane che abbaia dietro il recinto non fa paura. Quelli che credono che alzando il tappeto e nascondendovi sotto la polvere la casa sia pulita sbagliano completamente. Da Ferrero stiamo aspettando ancora determinate risposte su come abbia acquistato la Sampdoria; perché Garrone, se ha venduto, continua a staccare assegni ed infine come possa uno come lui avere un club di serie A prestigioso come la Sampdoria dato che il suo patrimonio non è certo paragonabile a quello di Garrone e Volpi. Bene, lo dirà davanti al giudice quando il Tribunale ci convocherà, considerato che in tv non ha mai accettato il confronto. Dei nomi fatti in precedenza dimenticavo Lele Oriali, alcune cause sono ancora in corso altre si sono già pronunciate: assoluzione piena per il giornalista. Vero, Avvocato Di Cintio? Vero Avvocato D'Onofrio? Gli avvocati devono lavorare, per questo - più che un cliente - ormai sono diventato loro amico. L'ultimo della lista è... The Winner is... Walter Sabatini. Sabato di Pasqua, ricevo la "solita" telefonata dai Carabinieri di Galliate (provincia di Novara), dove risiedo, cittadina tranquilla e molto piacevole. Se passate per queste zone siete invitati a casa mia, anche Walter il magnifico può venire. Siamo vicini al Tribunale di Novara, un caffè e andiamo, Walter. Mi chiedono di passare al Comando per la notifica dell'atto. Rispondo: mi faccio Pasqua e vengo martedì. Avrei scommesso sul mandante. In attesa di ricevere il fascicolo, mi immedesimo nella parte di Walter che è in cerca di un lavoro dopo la figuraccia Garcia rimediata a Roma. C'è questo Piscitiello che continua a dire che sono buono solo a fare il talent scout (già è qualcosa) poi se continua qualche fesso di Presidente davvero crede che non sia il migliore Direttore Sportivo d'Europa. Denunciamolo così lo spaventiamo e non parla più di me. Per farvi capire come sono fatto, prendete l'editoriale di lunedì di Pasquetta. Avevo scritto con due giorni di anticipo e della querela in arrivo non sapevo nulla. Scrissi che Sabatini al Milan sarebbe stato perfetto, in coppia con Galliani. Uno osserva e prende i giocatori (Walter), l'altro gestisce ambiente, allenatore, proprietà e spogliatoio (Adriano). Sabatini è un grandissimo scopritore di talenti ma non fatelo entrare in uno spogliatoio che combina solo danni. Avrà querelato per questo motivo o perché gli abbiamo detto che il mercato lo fa sempre con gli stessi procuratori del suo giro? O forse perché gli abbiamo detto che, come una piovra, ormai ha le mani e gli occhi su troppi club? E' diffamazione dire la verità? Un'amicizia forte nel Genoa, settore non di mercato, Osti amico fedele alla Sampdoria e tra poco anche un amico a Bologna. Tutto ciò aiuta a fare chiarezza. Se non in tv, almeno in tribunale. Che permaloso Walter, mica ho chiesto dove hai i conti correnti e quante tasse paghi. Ma dai...
In chiusura vi ricordo un grande appuntamento. Da questa mattina, ore 10, nasce l'ultimo figlio di Tuttomercatoweb. Tmw Radio. La radio di Tuttomercatoweb, con un palinsesto di 24 ore, giornalisti che si alternano, inviati che vi raccontano il mercato e il campionato dai vari luoghi, le anteprima e le esclusive. Non è una Radio classica ma "la radio del futuro". Aggiornate le vostre App, sono milioni e milioni quelle di Tmw e siti appartenenti alla nostra famiglia, e vi troverete la radio che in macchina potrete ascoltare anche con bluetooth. Se state pensando: "questi sono pazzi, non la fa nessuno la radio così"... Vi ringraziamo. Quando Tuttomercatoweb nacque per parlare solo di mercato, all'Editore Pasquinucci diedero del visionario. Poco dopo creò le applicazioni non a pagamento e dissero: questi sono fessi che fanno le app e non le mettono a pagamento? Poi Tmw creò i siti verticali: tuttojuve, milannews, firenzeviola, tuttonapoli fino a coprire anche tuttoprovercelli. Stiamo parlando di 7-8 anni fa. Non 6 mesi fa. Oggi nasce Tmw Radio, la radio del futuro per il presente. Se vedete rapidamente il palinsesto capirete che ogni minuto c'è qualcosa di forte. Quando i progetti editoriali nascono, di questi tempi, è sempre una gioia. Il magone viene quando finiscono. W Tmw e la sua nuova radio.... 3,2,1... IN ONDA!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.