HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

L'altra faccia della medaglia del 7-1 del Napoli a Bologna. Pronti per un'estate da sogno: tutti i colpi già pronti per le big italiane. Gennaio da incubo ma c'è anche chi ha goduto in questa sessione

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
05.02.2017 09.49 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 65740 volte
© foto di Image Sport

Questo editoriale parlerà di futuro. Perché il presente è sotto gli occhi di tutti, bello come un sogno a Napoli, profondo come un incubo oscuro a Bologna. Sette a uno è la storia di un campionato che va a due velocità, sul quale la Lega non ha mai dato freno e che è diventato, di fatto, quella vituperata Liga Spagnola che un tempo additavamo tutti per la sua poca competitività. Il problema è che l'Italia è la Spagna dieci anni fa. Quando i club erano indebitati, quando la Federazione non aveva ancora posto rimedio alcuno e quando tutte facevano mercato coi pagherò. Poi in Spagna si è deciso di mettere un punto e fino a questo gennaio, nelle ultime sessioni, si sono mosse in pochissime sul mercato (alcune, le grandi, fermate poi dai ban continentali della Uefa). Tutte hanno pensato a risistemare i conti in attesa della nuova suddivisione dei diritti televisivi. Dall'estate i club spagnoli ripartiranno e anche le neopromosse avranno certamente più forza d'acquisto di quelle italiane.

Arriviamo da un mercato da incubo, che non c'è stato, il più brutto del decennio. "Perché mi devo rinforzare?". Il mantra dei club di metà classifica era questo. Con tre in Champions, in Europa League i posti si riducono e per questo, dal nono al sedicesimo posto compresi, dopo solo ventidue giornate di campionato, la stagione è già finita. Perché il Cagliari, o la Sampdoria, o l'Udinese, avrebbero dovuto prendere un giocatore costoso adesso, visto che non c'erano occasioni? Per non arrivare in Europa? O per una salvezza già conquistata? E' una mediocrità che ha portato i tifosi ad allontanarsi, tutti a far decrescere il proprio interesse. Vedere il Napoli ieri è stato una meraviglia, quella di Sarri è forse la formazione attualmente più bella di tutta Europa. Però quella partita, quell'1-7, racconta anche di una profonda mediocrità delle altre, e di una Serie A che non ha più motivi d'interesse.

Per fortuna siamo davanti a un'estate che, nelle previsioni, sul mercato sarà diametralmente opposta. I fondi cinesi (sicuramente nell'Inter, l'auspicio è che sia altrettanto per il Milan e a breve), porteranno uno scossone determinante sul mercato. Con ordine: la Juventus, intanto, ha già bloccato Corentin Tolisso del Lione e sussurri di mercato dicono che con Alexis Sanchez dell'Arsenal ci sia già un preaccordo. Sarebbero due grandi colpi per il tecnico del futuro che, a prescindere, non sarà Massimiliano Allegri il cui ciclo è già giunto al termine.

Il Milan, intanto, in attesa dei denari asiatici, ha già bloccato Giovanni Simeone del Genoa all'interno dell'operazione Lucas Ocampos e Nikola Kalinic ha già detto di sì al Borussia Dortmund e si prepara a salutare la Fiorentina. Occhio: potrebbe seguirlo Federico Bernardeschi, perché c'è fortissima la Juventus ma soprattutto l'Inter che ha la certezza di prendere in estate uno tra il 10 viola e Domenico Berardi. La Roma ha promesso l'addio a Kostas Manolas e si prepara ad abbracciare, forse a breve, Monchi come nuovo direttore sportivo. Che abbia già preso Franck Kessie sarebbe azzardo da sottolinare, visto che il giocatore continua a essere seguito, e contattato, giornalmente, dalle grandi d'Inghilterra. Parentesi aperta e chiusa sulla Fiorentina, di cui sopra: molto cambierà, se la proprietà diventerà con gli occhi a mandorla. Lo Stadio è lo spartiacque e non sono, dopo la definitiva risposta, da escludere colpi di scena (cinesi come investirore dello stadio in primis, come azionisti del club in seconda battuta).

La Sampdoria ha già promesso a Luis Muriel che lo cederà e chiede circa 25 milioni di euro, occhio alle aste che si scateneranno sia per Seko Fofana dell'Udinese che per il blucerchiato Bruno Fernandes. Insomma, i casi non mancheranno, per l'estate che verrà. L'auspicio è che sia bella come ce l'aspettiamo. Perché questo è stato un gennaio terribile. Scuro. Da dimenticare. E' stato da ricordare solo per i nuovi grandi protagonisti del mercato, agenti e intermediari. Il titolo di Re, in questo gennaio, non può che andare di fatto a Giuseppe Riso, ma dietro di lui, in quanto a giocatori spostati e mediazioni fatte, il sempre taciturno ma operativo Gabriele Giuffrida, Claudio Vigorelli, Federico Pastorello e poi Francesco Caliandro. A conti fatti, quelli che hanno mosso più giocatori e capitali di tutti, con Riso indiscusso leader della classifica. Altri sono rimasti sonnolenti, pronti per l'estate da sogno. Altri hanno preparato il terreno. Ma occhio. Perché il mercato è sempre pronto per dei nuovi padroni. Mica come la Serie A, che racconta sempre, oramai, la stessa noiosa storia.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.