HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

L'Italia perde Montolivo, ora non può privarsi di Rossi

Nato a Sassocorvaro il 31 maggio 1939, allievo di Gianni Brera, Severo Boschi, Aldo Bardelli ed Enzo Biagi. Collabora con la Rai come opinionista/editorialista sportivo.
01.06.2014 00.00 di Italo Cucci   articolo letto 23403 volte
© foto di Federico De Luca

La notte porta consiglio. E scongiuri. Il drammatico infortunio di
Montolivo alla vigilia delle scelte definitive sembra creare lo
scenario adatto all'entrata in scena dei cronisti identificati da
Giovanni Arpino esattamente quarant'anni fa (mondiale di Germania
1974, il primo dei miei dieci) in due partiti: le Jene e le Belle
Gioie. Pessimismo ad oltranza da una parte - oggi con venature di
disfattismo che inducono a temere anche l'Inghilterra di Mr. Hodgson -
ottimismo tracimante, irrazionale anche, dei prandelliani ad oltranza
peraltro convinti -come disse Buffon - che un quarto posto sarebbe per
l'Italia un buon risultato. Non appartengo alle due fazioni ma ho
un'idea del Mondiale ancor più radicale: l'Italia va in Brasile solo
per vincere, com'è suo diritto e dovere, addirittura con la speranza
di incrociare nella finalissima di Rio i padroni di casa, se non altro
per blasone, per tentare di pareggiare le vittorie, oggi cinque le
loro quattro le nostre, e di conquistare per prima le Americhe. Il
forfait di Montolivo ha un peso importante sullo spirito del gruppo
più che con la consistenza tecnica della squadra. Ha detto Prandelli,
dopo l'incidente, che la Nazionale si è ripresentata in campo
frastornata, incapace di impegnarsi adeguatamente contro l'Eire in una
partita decisa per fare valutazioni più fisiche che tecniche. Eppure
gli interrogativi più incalzanti, riguardanti Pepito Rossi, Cassano,
Balotelli e lo stesso Montolivo, sono rimasti praticamente senza
risposta (a parte quella drammatica relativa al capitano del Milan, a
ben vedere un problema in più per Pippo Inzaghi) mentre si sono avute
sentenze forse definitive - naturalmente positive - per altri
esaminandi di secondo piano come Verratti, Immobile e Darmian. Il
Parigino ha meritato finalmente il plauso del CT, i granata finiranno
-a mio avviso - per far parte della spedizione. E' il loro momento:
per il difensore c'è un futuro europeo conquistato ai danni del Parma,
vittima di una vigliaccata istituzionale, per il bomber un posto di
prestigio nel Borussia di Dortmund. Credo che Prandelli abbia
registrato anche queste positività. E tuttavia sono disposto alla
smentita nell'esprimere la mia totale adesione alla chiamata di Rossi.
Prandelli ci ha abituato all'osservanza di un certo rigore etico anche
quando non se ne sentiva la necessità, per quisquilie che hanno
investito De Rossi, Balotelli, Destro e Chiellini; ma se c'è una
scelta morale da fare, questa riguarda Pepito, il golden boy cresciuto
nella sofferenza fino a diventare un uomo forte e capace di battersi
contro la fortuna che lo perseguita da anni proprio come capitò a
Roberto Baggio, divenuto un campionissimo dopo una lotta continua
contro la sfortuna e il dolore. Portare Rossi al Mondiale è un dovere,
è regalare al gruppo - proprio in un momento di sofferenza - lo
spirito giusto per sentirsi alla pari d'ogni avversario, se non più
forte, perché quando sarà perfettamente in grado di scendere in campo
e affrontare il "nemico", la sua qualità di fulmineo esecutore di
giocate preziose e di gol detonanti potrà essere decisiva. Con lui in
campo potrei anche diventare una Bella Gioia. Senza di lui, una Jena.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il peso della Champions e le panchine che iniziano i loro valzer con largo anticipo… 16.02 - Dobbiamo essere onesti e realisti. Il Napoli ha giocato con coraggio: ha guardato il Real negli occhi. Gli ha messo anche paura. Poi la qualità delle giocate (anche quelli “improvvisate” come il gol di Casemiro) e soprattutto la personalità e l’esperienza degli avversari ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Real Madrid-Napoli, il giorno del giudizio... Cassano, nessuno si fa avanti! C'è la fila per Allegri ma... 15.02 - Finalmente ci siamo. Oggi è il giorno della verità. Il blasonato Real Madrid, la squadra delle stelle, quella del Pallone d’Oro CR7, ospita, nel mitico Bernabeu, il bel Napoli di Sarri, ossia la compagine che gioca il miglior calcio in tutt’Europa. Una sfida “galattica”, un confronto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: le pulci al Pipita e l'ultima (scomoda) parola sul caso-arbitri. Inter: la "scoperta" di Pioli, un partente...Eun nuovo arrivo! Turbolenze Milan, strane telefonate, risposte sul campo: occhio alle scelte cinesi...Napoli: dimentica i complimenti 14.02 - Ciao. È finito Sanremo. Ha vinto uno che cantava con uno scimmione di fianco. Davvero bravo (anche il cantante). Sanremo è incredibile perché puoi avere tutte le rotture di balle del mondo ma fa niente "tanto c'è Sanremo". "Mamma hai cambiato le pile del polmone d'acciaio della...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Forza Napoli, regalaci la notte perfetta! Juve-Ascoli e il paradosso di mercato. Toni, ti presento Avellino. Abodi contro Tavecchio: la scimmia nuda balla 13.02 - Se dieci anni fa avessero detto a Gabbani che, sul palco dell'Ariston, uno contro uno avrebbe battuto Sua Maestà Mannoia, anche lui si sarebbe messo a ridere. Invece i tempi cambiano e, a volte, i miracoli esistono. Se il Napoli non si presenterà battuto al Bernabeu, il pronostico...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.