HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

La Juve dei record nasce dalla programmazione, ora servono le gemme. Respira Seedorf, ma serve comunque continuare a riflettere. L'Inter continua nella ricerca dei talenti per il futuro e la Roma non punta solo al nuovo stadio

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
27.03.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 30461 volte
© foto di Federico De Luca

Questa Juve è diventata quello che voleva essere. Uno schiacciasassi, una macchina da formula uno. Una squadra che, ora, ha soltanto bisogno di ritocchi per giocarsela alla pari con le grandi del calcio europeo. Il progetto juventino era proprio questo. Diventare una solida realtà in Italia, costruire negli anni un impianto solidissimo per poi impreziosirlo durante il mercato con delle gemme.

In questi tre anni sono state buttate le fondamenta: la famiglia Agnelli sapeva che avrebbe dovuto spendere per riscattare i due settimi posti consecutivi. Un piano affidato a Marotta, Paratici e Conte a cui è stato dato un piano industriale che loro avrebbero dovuto rendere vincente. La Juve ha vinto subito e ha continuato a farlo. Nel frattempo ha costruito lo stadio, oltre alla squadra. Ogni anno la Juventus ha migliorato l'anno precedente e continuerà a farlo. Con una, piccola, certezza in più: è vero i grandissimi giocatori in Italia non vengono, al momento. Ma magari alla Juve dei record sì. E' vero anche che per competere con il PSG o con il Real Madrid sul mercato ci vorrebbero i soldi degli arabi. Ma la competenza (sul campo e sul mercato) può colmare (in parte il gap) e la Juve ora può investire un piccolo/grande capitale anche su uno/due giocatori. Quelli che ti fanno fare un ulteriore salto di qualità. Il Nani della situazione, tanto per capirci. Avendo contemporaneamente la forza di non lasciar andare i suoi campioni (anche se la vicenda Pogba si sta scaldando ogni giorno di più). Aspettiamoci dunque che le manovre sotterranee di queste settimane portino a dei grandi obiettivi bianconeri.

Intanto il Milan di Seedorf, che era atteso dal doppio esame in trasferta, respira. Siamo lontani da una definizione completa della crisi, ma i risultati aiutano sempre. Tra Galliani e Seedorf in questi ultimi giorni c'è stato un fondamentale confronto. Anche se poi la lettura (ad incontro finito) è stata quasi opposta, la presenza di Galliani in maniera totale nei quattro giorni di trasferta è stata importante. Non va lui in campo, chiaro, ma quando la società si dimostra compatta aiuta nel lavoro anche l'allenatore. Il Milan però ora deve approfittare di questo momento di relativa tranquillità per iniziare a lavorare per la prossima stagione. Necessariamente. Soprattutto dal punto di vista societario: chi insieme a Galliani, quali giocatori tenere, su chi puntare e con quali soldi. 4 domande fondamentali da cui ripartirà il Milan per la prossima stagione, ma non solo. Ne va anche della rapidità del processo di crescita.

Un po' quello che sta facendo l'Inter. Thohir ha un occhio al campo e uno alla prossima stagione. Gli obiettivi sono chiari, qualcuno è stato portato a casa. Le linee guida sono chiare e ben esposte dal presidente indonesiano in ogni sua uscita pubblica. Europa da riconquistare, giovani da crescere, marchio da esportare. Allargare i confini per tornare grandi. Gli obiettivi sono noti: e sono i nomi in attacco (naturalmente) a far sognare. Morata, Dzeko, Torres e Eto'o (che dei quattro obiettivamente è il più lontano anche se forse più romantico).

Anche la Fiorentina comincia a lavorare per il prossimo anno: confermato da Daniele Pradé il nome di Jack Bonaventura come possibile rinforzo per il centrocampo. Non solo arriverà anche un difensore. Perché il sogno è quello di conquistare la terza piazza. E considerato che quest'anno, nonostante le assenze prolungate di Rossi e Gomez, che dovevano essere i supertitolari in avanti, la Fiorentina ci ha provato lo stesso perché non tenere alta l'asticella?

Bisognerà fare i conti, nuovamente, anche con Napoli e Roma. Due progetti diversi: a Napoli pensano soprattutto a giocatori già affermati per far crescere ulteriormente un gruppo che forse durante questa stagione ha mancato un po' di personalità. Non tanto negli scontri diretti, quando soprattutto in quelle partite contro le "piccole". A Roma continua al linea verde: Sabatini ha dimostrato di avere un fiuto pazzesco. E uno dei temi sarà il rinnovo di Garcia.

Insomma nonostante il turno infrasettimanale, nonostante i fari spenti, il mercato si muove. Tutto sommato il nuovo anno sta quasi per iniziare!"

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.