HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus agli ottavi: ora può arrivare fino in fondo in Europa?
  Sì, la squadra ha le possibilità di tornare a giocarsi la Champions
  No, è presto per fare certi giudizi e servirà un mercato invernale importante
  Sì, col rientro progressivo degli infortunati la squadra è da titolo
  No, troppa la differenza con le big spagnole, inglesi e tedesche

TMW Mob
Editoriale

La Juve molla Vidal per prendere Sanchez, Conte inquieto. Berlusconi vende Balotelli, Paloschi torna a casa. Osvaldo verso l'Inter. Cuadrado con Muriel in viola

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
06.06.2014 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 51553 volte
© foto di Federico De Luca

Come si fa a fare il mercato senza soldi? E' questo il grande interrogativo e il grande problema di molte, troppe squadre del nostro campionato a cominciare dalle grandi. E sì, Milan e Inter hanno bisogno di ridurre rose e monte ingaggi, ma anche la Juventus ha un bilancio pesante e non può spendere più di tanto.

Sta nascendo il mercato delle idee, dei prestiti, dei parametri zero, degli scambi, soprattutto si stanno guardando in giro per andare a pescare dalle grandi d'Europa con un numero di giocatori da sfoltire.

E' il caso del Milan che in un colpo solo ha preso Menez e Alex dal Paris Saint Germain. E' vero che costano d'ingaggio, ma sono stati pagati zero euri. E' questa la strada, ma non basta. Così Berlusconi ha deciso di vendere Balotelli. Nell'ultima riunione tenutasi a Arcore tra il presidente, Galliani e Inzaghi, è stata valutata attentamente la posizione dell'attaccante nazionale.

La sua gestione è sempre stata difficile, figuriamoci per un allenatore alla prima esperienza come Inzaghi. Pippo, poi, anche da giocatore non ha mai amato i compagni primedonne, figuriamoci se li vuole allenare.

La strategia del Milan è chiara. Inzaghi ha detto che senza impegni europei può andar bene anche un attacco formato da Pazzini e Paloschi che dovrebbe rientrare dal Chievo. Due giocatori che garantiscono sempre la doppia cifra.

Per Balotelli è partita l'asta, ma la stretta finale ci sarà dopo il mondiale con la speranza che Mario possa mettersi in mostra per far lievitare il prezzo del suo cartellino. Ma in linea di massima, con venti milioni si può portare via dal rossonero. Una chiamata è arrivata anche dalla Juventus che aspetta ancora le rate per Matri, ma Conte non vede l'affare di buon occhio.

L'Inghilterra dovrebbe essere la destinazione più probabile. Con il ricavato il Milan deve rifondare il centrocampo soprattutto dopo l'infortunio di Montolivo che resterà fuori fino a gennaio. De Jong è furioso per la vicenda Seedorf, i due sono amici, e vuol andar via. Inzaghi indicherà dei giovani di prospettiva, Poli sarà riscattato dalla Sampdoria. Altre idee, strada facendo, dovranno venire a Galliani con la strategia dell'attendismo e sondando il mercato degli esuberi. Il famoso mercato creativo perché il Milan, senza l'Europa, non è neanche di grande attrazione come un tempo.

Anche la Juventus è in difficoltà per mettere in piedi una squadra che piaccia a Conte. Gli obiettivi per l'attacco, Sanchez soprattutto, sono molto costosi e in questo momento la Juventus non ha budget. Che fare? L'idea di vendere uno dei gioielli e di reinvestire i soldi è tornata d'attualità.

Il Real insiste per avere Vidal e se fino ad oggi la Juventus ha opposto un netto "no", i ripensamenti sono in corso. Dal Real potrebbero arrivare (oltre ai soldi) anche Marcelo (con Asamoah spostato in mezzo al campo) e Morata per quale il Real negli ultimi giorni aveva chiuso le porte. L'arrivo di Morata potrebbe consentire la cessione di Llorente, valutato 15 milioni, che in Spagna ha gran mercato. Una plusvalenza del genere potrebbe consentire di prendere un altro esterno e un altro difensore (Cerci e Paletta?). Ricordiamo che, tra l'altro, per Pereyra dell'Udinese siamo ai dettagli. Ma quello che preoccupa è il nervosismo di Conte che vorrebbe partire per il ritiro senza i nazionali (è chiaro) ma con una rosa già adeguata. La cosa sarà difficile e, ricordiamolo, se Conte non avrà una squadra competitiva anche per l'Europa non firmerà il rinnovo e a fine anno, alla scadenza, se ne andrà. Eventualità che la Juve cercherà di scongiurare.

Anche l'Inter è al palo. Preso a parametro zero il solo Vidic (altro esempio di mercato creativo) i nerazzurri hanno poche risorse, Ausilio dovrà superarsi per trovare acquirenti giusti per Alvarez e Guarin e fare cassa. Thohir ha tirato fuori in questi giorni un'altra tranche importante per completare l'acquisto dell'Inter e sistemare le banche, non aspettiamoci da lui grandi investimenti.

Mazzarri aspetta Luiz Gustavo per sistemate il centrocampo e magari anche Behrami, ma saranno trattative lunghe.

Capito l'aria che tira? Purtroppo ormai è chiaro quasi a tutti: bambole non c'è una lira .

In arrivo (entro il 20) il problema delle comproprietà. La più grossa è quella tra Fiorentina e Udinese per Cuadrado. Andrea Della Valle vuole il riscatto, il presidente Cognigni ha iniziato la trattativa che dovrebbe portare quindici milioni nelle casse di Pozzo. Però, a proposito di idee, la Fiorentina sta cercando di inserire nell'affare anche Muriel che piace molto e potrebbe finalmente crescere proprio vicino al suo amico Cuadrado. Un'operazione che potrebbe convenire anche all'Udinese. Il prestito oneroso in una squadra ambiziosa che gioca in Europa come la Fiorentina, potrebbe consentire la valorizzazione futura, magari con una cifra già prefissata. Prendi due e paghi con la finanza creativa: è una strada anche questa.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Messi-Inter? Parliamo di Gabigol... Milan, tre al prezzo di uno! Dopo Drogba, ecco Eto'o e Tevez 07.12 - Sono anni, forse decenni, che mi interrogo sul perché attorno all'Inter succeda sempre qualcosa che ti lascia a bocca aperta, sbigottito, spesso incredulo. Perché si è solo ipotizzato un possibile matrimonio tra Messi e l'Inter? Non siamo più ai tempi in cui Moratti,...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

 Juve: Allegri ha un'idea per il presente, Marotta pensa al futuro: ecco il (super) colpo per l'estate! Inter: la "bomba Simeone" nasconde una verità. Milan e il closing in ritardo: così cambia il mercato. Napoli: occhio a Pavo... 06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, un consiglio a Piero: occhio al tuo "miglior nemico". Udinese, 120 anni di storia e 30 anni di come si fa mercato. Il Verona primo e brutto, l'Alessandria ha già fatto il check-in 05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

EditorialeDI: Andrea Losapio

401 milioni di euro spesi sul mercato per non vincere nulla: l'Inter è un fallimento conclamato. Closing parola dell'anno a Milano. La fortuna aiuta gli audaci, come Conte 04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, trovato l'uomo per la difesa! Inter, ma Gabigol? Drogba è libero... 30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Closing Milan: in un Paese normale sarebbe già intervenuta la Procura della Repubblica. Disastro Juve nel deserto delle rivali. Palermo, lo specchio di Zamparini. De Zerbi, te lo avevamo detto... 28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.