HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
      
Editoriale

La missione bianconera a Londra, gli attaccanti di Prandelli che piacciono alle grandi, le punte europee per puntare in alto. Inter, Milan, Juve e Roma in concorrenza con l'Europa!

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come caposervizio e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
05.04.2012 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 17514 volte
© foto di Micri Comunication

La Champions è sempre un buon momento per vedere i calciatori, e la Juve quest'anno ne approfitta. Ieri sera a Stamford Bridge gli occhi di Fabio Paratici, ds bianconero, erano puntati,principalmente su tre giocatori: Rodrigo (attaccante 91 del Benfica, che però ha giocato una manciata di minuti), Gaitan, esterno argentino del centrocampo portoghese, e Raul Meireles, portoghese, centrocampista del Chelsea. In realtà i primi due non hanno soddisfatto in pieno (soprattutto Rodrigo, che ha giocato troppo poco), Meireles invece è un vecchio pallino della Juve, lo seguono dalla scorsa estate. Ma i prezzi per arrivare a lui e a Gaitan sono quasi proibitivi.
Meireles è stato valutato circa 10 milioni, a voler essere ottimisti, l'argentino hauna clausola da 45. Non serviranno tutti, ma bisogna andarci il più vicino possibile. Così la Juve mette da parte le osservazioni e continua a guardarsi intorno.
Gli attaccanti invece li vogliono tutti. Sono loro che fanno girare il mercato, sono loro che fanno sognare i tifosi. Ecco perché è indispensabile capire in anticipo le mosse delle concorrenti per imostare bene il proprio lavoro. Il colpo grosso non si può sbagliare, c'è che aspetta i saldi, quasi tutti gocano su più tavoli, per il momento.
Si parlerà molto di Balotelli. Il suo feeling con il Milan non l'ha mai nascosto. Qualcuno legge la sua visita a sorpresa ad Appiano nello Stramaccioni-day come un voler testare l'ambiente. A Manchester (Mancini o non Mancini) sono pronti a metterlo sul mercato, nonostante le prodezze in campo. Al momento non si registrano picchi di interesse da parte delle due milanesi, ma in Italia (per un motivomo per l'altro) sono le uniche due squadre dove SuperMario può atterrare. Certo, ci sarebbe la Juve, che un grande attaccante lo cerca (e che ultimamente con Raiola ha contatti frequenti, per via di Pogba), ma prima bisognerebbe risolvere il problema ambientale (ricordate le accoglienze tutt'altro che calorose di Balotelli a Torino?).
Poi c'è l'altro attaccante della nazionale italiana: Giuseppe Rossi. Appena tornato al gol in allenamento, Prandelli lo aspetta, l'Inter lo segue molto da vicino, consapevole che il prezzo, rispetto a quanto il Villarreal chiedeva alla Juve quest'estate, è calato. E poi Giovinco. Che piace al Barcellona, ma che piace anche alla Juventus. Non sarà immediato trovare un accordo con il Parma, ma alla fine l'accordo arriverà e Antonio Conte potrà avere un giocatore di grandissima qualità, superpronto per la consacrazione.
Poi ci sono gli stranieri. Da Tevez, che si è ripreso in mano il City dopo le liti di gennaio, a Suarez, che invece dall'Inghilterra potrebbe andarsene. E qui ci sono Roma e Juve soprattutto, in Italia però. Perché Suarez è un giocatore giovane e fortissimo. Senza dimenticarsi di tutti gli altri, di cui abbiamo parlato tante volte che sembranoquasi passati di lda: Higuain, Dzeko, Leandro Damiao, Lavezzi, Neymar, Lucas. Sono troppi rispetto a chi cerca punte? Attenzione ai soldi russi e a quelli arabi. Anzhi e Psg (visto che Pato ogni giorno che passa perde appeal). Manchester City, Real Madrid. La concorrenza è spietata. Ecco perché bisogna pianificare bene avendo anche la forza (e lapazienza) di aspettare l'occasione.
E quindi nel frattempo si continuano a scandagliare i giovani: la Juve tiene sott'occhio Matthias Ginter, centrale difensivo del 1994 del Friburgo (che ha già esordito e segnato in Bundesliga) mentre all'Udinese arriverà Silvan Widmer, esterno svizzero di 19 anni dell'Aarau.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
23.04 - Il calcio non è una scienza esatta, un assioma da tutti condiviso. Tra le variabili impazzite di questo strano gioco in cui tutti si affannano ad infilare la palla in rete la figura dell'allenatore è tra le più bizzarre e di difficile connotazione. Prima dell'avvento dei...
App Store Play Store Windows Phone Store
 
Editoriale DI: Fabrizio Biasin
22.04 - Oh, beati voi se avete passato una Pasqua assai serena tra capretti sgozzati, colombe transgeniche (con e senza canditi), tartufoni zuccheroni, uova di cioccolato con dentro sorprese tipo "meravigliosi orecchini in lega di argento e amianto che vi viene il cimurro", o...
Editoriale DI: Michele Criscitiello
21.04 - La Roma ha vinto lo scudetto ma i tifosi non possono festeggiare. Circo Massimo vuoto, maglie giallorosse il prossimo anno senza tricolore sul petto e la bacheca di Francesco Totti resta, malinconicamente, vuota. Eppure Garcia il suo scudetto l'ha vinto. Ha fatto una marea di...
Editoriale DI: Italo Cucci
20.04 - "La mentalità non si compra". Il Napoli dopo Udine - dove ha lasciato due punti da aggiungere ai venti distribuiti nella bella provincia italiana - ha rotto l'uovo di Pasqua e ci ha trovato dentro questa sorpresa. Firmata Benitez. Ma non si capisce a chi si rivolgesse, il Re...
Editoriale DI: Mauro Suma
19.04 - Proprio così. Antonio Conte. Prima di fare qualche telefonata e di scrivere qualche messaggio wup, la certezza che rimanesse alla Juventus anche per le prossime 2 stagioni era totale. Con somma sorpresa, prima di tutto nostra, il magma del calcio, che non dorme davvero mai, ci...
Editoriale DI: Enzo Bucchioni
18.04 - E' Klopp, l'allenatore del Borussia Dortmund, il grande obiettivo di Andrea Agnelli e di Giuseppe Marotta per la panchina bianconera se, come sembra, Antonio Conte deciderà di non rinnovare il contratto. Il nome del tedesco, tenuto nascosto per settimane è sempre stato l'uomo...
Editoriale DI: Luca Marchetti
17.04 - Sembra quasi il 31 dicembre, visto che tutti fanno buoni propositi per la fine stagione e soprattutto per l'anno prossimo. La superJuve ha praticamente archiviato il discorso scudetto: inevitabile parlare di futuro. Quello delle due milanesi passa per l'Europa. Per forza....
Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli
16.04 - Mai fidarsi delle apparenze. Ad osservarlo di sfuggita, Thohir, ammettiamolo, sembra più un ristoratore di mezza tacca che un lungimirante imprenditore con la passione per il football. Come se non bastasse, il suo esordio nel calcio italiano, dove tutti pensano e ragionano...
Editoriale DI: Fabrizio Biasin
15.04 - Ho fatto merenda con Prandelli. A Coverciano. Cioè, lui non ha mangiato una fava tipo anoressico, ma a esplicita domanda "vuoi qualcosa?" mi son sentito in dovere di scroccare lo scroccabile alla Figc. "Prendo un caffè", ho detto, ma mi son morso la lingua memore di uno dei...
Editoriale DI: Michele Criscitiello
14.04 - E' arrivata la Primavera. Si capisce, prevalentemente, da due aspetti. Il primo: la domenica iniziano a piovere gol sui campi di serie A. Oggi a Verona, Napoli e Livorno sembrava la sagra della porchetta. Secondo motivo: si inizia a parlare più di mercato che di campo. E',...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510