HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

La partita del millennio, Messi e Neymar contro il Jorge Mendes FC. L'Inter non prende mai gol. Santa Lucia con un sacco di regali. Juventus non ancora da Scudetto (sarebbe servito Conte). Napoli alla prova di maturità

13.12.2015 00.00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 36570 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Gestifute. Il nome è anche simpatico. Si abbina perfettamente per una squadra di calcio che fa la spola fra la massima serie del calcio portoghese e la B. Oppure per un club brasiliano. Esotico, semplice da ricordare. Eppure è la squadra più forte del mondo, o quasi. L'idea di confrontare il potere di Jorge Mendes, il procuratore migliore del mondo, e il Barcellona è uscita durante una chiacchierata informale con Stefano Borghi, giornalista per FoxSports, che ha commentato il Clasico stravinto dai blaugrana. Da una parte c'è una squadra che, pur avendo mille difetti, gioca e si diverte con il calcio. Dall'altra i problemi di Benzema, le voci dietro Cristiano Ronaldo, il teatrino de Gea in estate: l'impressione è che il Real Madrid abbia molte difficoltà interne, dovute anche al calo di potere, netto e deciso, di Florentino Perez. Probabilmente a breve ci saranno elezioni e una spaccatura ampia: perché, appunto, nel Real Madrid il fattore Gestifute è quasi in maggioranza. Cristiano Ronaldo e James Rodriguez, per dirne due, prima c'erano anche Fabio Coentrao e Angel Di Maria. O Pepe, ancora dei Galacticos, infine José Mourinho. L'undici migliore di Jorge Mendes potrebbe battersi con il Barça: in porta Ederson, portiere del Benfica. Difesa con Pepe, Mangala e Thiago Silva. Bernardo Silva a destra, Coentrao a sinistra, William Carvalho in mezzo. Joao Moutinho e James Rodriguez in cabina di regia, davanti Cristiano Ronaldo e Falcao. Oppure Diego Costa. E in panchina Garay, André Gomes, Carlos Vela, Danilo, Danny. Miguel Veloso, Ruben Neves. Insomma, Jorge Mendes punta a diventare un punto di riferimento (reale) per il club più conosciuto del mondo. Il Real Madrid non vuole permetterglielo.

Oggi è Santa Lucia e per chi, come me, viene da Bergamo (ma più in generale dal nord), non può che essere un giorno speciale. Perché più che Babbo Natale era la cieca più conosciuta (sin da quando si è bambini) a portare i regali, e il giorno dopo a scuola c'era pure la possibilità di giocare con quello che ti aveva portato. Una tradizione ben rispettata da questa giornata di campionato, perché dopo l'Inter - impossibile è stucchevole fermarsi a ciò che non andrebbe in casa Mancini, Handanovic non prende mai gol e il campionato italiano viene vinto dalla miglior difesa) ci sono due scontri al vertice molto interessanti. Juventus-Fiorentina, gara molto sentita a Firenze, è da sempre un derby atipico, sin dai presunti torti (arbitrali) di trenta anni fa: da lì si è sviluppata una sorta di voglia di rivincita che i viola non riescono mai a perdere, tanto più che il 4-2 di Giuseppe Rossi è ancora ricordato come una partita da liberazione. Potrebbe esserlo anche stavolta, sebbene non ci sia Batistuta in campo (l'ultimo che a Santa Lucia aveva demolito i bianconeri) ma l'ottimo Kalinic, vero e proprio attore protagonista di questo inizio anno. Troppo facile il conto del possibile Scudetto, meno semplice dire che la Juventus è ancora fuori dalla lotta. Perché, al di là di tutto, serve vincere tutte le sfide per rientrare davvero del tutto: servirebbe più Conte che Allegri, in questo momento, ma la forza dei piemontesi è stata quella di accantonare Morata, con una mossa impopolare, per giocare con Mandzukic e Dybala. Dall'altra parte Roma e Napoli sono più in là con i discorsi: ma se i giallorossi vedono tutto nero, i partenopei possono dirsi soddisfatti, al di là della sconfitta con il Bologna. Due squadre agli antipodi che però sono a un passo l'una dall'altra. Anche per gioie e dolori d'Europa. Il Napoli, vincendo, potrebbe dimostrare di essere all'altezza della situazione (e della lotta Scudetto): di fatto, però, nessuno dei match odierni determinano alcunché, con ventidue partite ancora da giocare. Ma chi si allontana dovrà poi fare un filotto: il Napoli è in grado, per le avversarie non è così matematico.

Infine un plauso a Roberto Donadoni, incredibile protagonista con il suo Bologna. Ha perso solamente una gara, contro il Torino, nelle ultime sei. Vincendone altre quattro e pareggiando proprio con la Roma. Dopo l'anno con il Parma non può essere che una bellissima notizia.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il peso della Champions e le panchine che iniziano i loro valzer con largo anticipo… 16.02 - Dobbiamo essere onesti e realisti. Il Napoli ha giocato con coraggio: ha guardato il Real negli occhi. Gli ha messo anche paura. Poi la qualità delle giocate (anche quelli “improvvisate” come il gol di Casemiro) e soprattutto la personalità e l’esperienza degli avversari ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Real Madrid-Napoli, il giorno del giudizio... Cassano, nessuno si fa avanti! C'è la fila per Allegri ma... 15.02 - Finalmente ci siamo. Oggi è il giorno della verità. Il blasonato Real Madrid, la squadra delle stelle, quella del Pallone d’Oro CR7, ospita, nel mitico Bernabeu, il bel Napoli di Sarri, ossia la compagine che gioca il miglior calcio in tutt’Europa. Una sfida “galattica”, un confronto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.