HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

La sindrome Arsenal che può colpire il Napoli, la Juve non può ridursi all'ultimo per Witsel. L'Italia è dietro quattro anni alla Germania, ma la Champions ci aiuterà. I cinesi sbagliano bonifico, farsa Palermo, che bel Sassuolo (sul campo)

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
04.09.2016 00.00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 88203 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Nel nostro lavoro capita di sbagliare, soprattutto prendendo per oro colato le notizie di altri giornali che puoi ritenere affidabili, perché le penne prestigiose solitamente non si espongono se non hanno più che un paio di pezze d'appoggio. Così devo chiedere scusa ai napoletani per l'uscita su Reina, perché la notizia che volesse forzare il contratto con il Napoli sembrava davvero un po' forzata. Un contatto a dire la verità c'è stato, ma era ben prima di quanto scritto e comunque la valutazione del portiere era quella di voler rimanere in azzurro. Poi, siccome la ruota gira e tutti sbagliano, Cavani non era a Napoli nonostante la fuga di notizie di una settimana fa, con più di un cronista che giurava su qualsiasi cosa di caro di averne la certezza assoluta. Ciò non sminuisce gli errori altrui ma dimostra come il lavoro da giornalista sia tutt'altro che semplice.

Finito il cappello iniziale, meglio rimanere proprio sul Napoli. Calciomercato buonissimo per vari motivi, grande forza in mezzo alla difesa ma fragilità più o meno manifesta nei terzini - a meno che Maksimovic non possa giocare lì - poi da centrocampo in su c'è grande varietà e qualità. Gabbiadini forse non è centravanti centrale da tridente, il fatto che anche Milik sia sinistro non aiuta di certo, ma la possibilità di scegliere fra titolari e riserve in maniera quasi identica significa poter dare qualche grattacapo in più alla Juventus, nonostante la perdita di Higuain. Non è automatico, però... c'è un però. Il Napoli sembra assomigliare tanto all'Arsenal di Wenger, più che altro per la motivazione che vuole il presidente pronto a reinvestire i soldi di Higuain per avere prossime plusvalenze (Rog, Diawara, lo stesso Zielinski). Ciò non aiuta a migliorare sensibilmente la squadra in questo momento. Il vincere così sembra sempre secondario rispetto alla prospettiva, senza pensare che se è vero che la gallina domani può essere meglio di un uovo oggi, è pacifico pure che la Juventus possa comprarsi gallina e uovo insieme sia oggi che domani. Il rischio è che De Laurentiis diventi un Gazidis per quel che riguarda il bilancio del club, andando sempre in positivo ma spendendo poi in maniera azzardata: per intenderci, l'Arsenal è praticamente sempre qualificato in Champions League, ma poi varia dal secondo al quarto posto. Nelle intenzioni il Napoli ha smesso meglio anche dell'Inter, piena di doppioni e con un sacco di alternative, ma i cavalli si vedono all'arrivo.

Nella scorsa finestra di calciomercato Italia, Germania e Spagna hanno speso più o meno una cifra simile (100 milioni in più, 100 in meno) per i trasferimenti. C'è un però: in Bundes e Liga le grandi non hanno venduto i propri gioielli come da noi. Questo fa capire che abbiamo un problema ancora economico, soprattutto nei confronti dei tedeschi. Perché in questa stagione, Bayern a parte, il Borussia Dortmund si è permesso spese folli, andando a prendersi Schurrle o Gotze, Mor o Bartra, il Wolfsburg Bruma o Gerhardt, lo Schalke Embolo e Stambouli, poi il Leverkusen, il Moenchengladbach... insomma, fra quattro anni le italiane potranno ritornare a fare così, con un Bayern Monaco (la Juve) che comunque disterà molto dalle altre ma forse più umano. Il ritorno alle quattro squadre in Champions porterà altri soldi freschi nella Serie A. Nel calciomercato meraviglioso che ha condotto la Juventus c'è un problema: Witsel. Pur essendo un ottimo giocatore non può essere inseguito fino alle 23 dell'ultimo giorno di mercato per poi non essere preso. Un errore marchiano che discende dai tempi di Iturbe, passando da Draxler la scorsa stagione, arrivando all'Hernanes poi rimasto. Se a gennaio verrà coperto il buco non ci saranno grossi problemi, a patto di essere ancora nell'Europa che più conta.

Pensieri in libertà: i cinesi che sbagliano bonifico forse porteranno il Milan ancora in alto, ma essere costretti a soffiare Mati Fernandez all'ultimo giorno perché hai speso oltre sette milioni per Sosa è il quadro perfetto rossonero. Montella comunque farà bene. Il Palermo continua nella sua farsa con gli allenatori, Ballardini forse fa male a dimettersi ma dimostra che tiene più alla propria faccia che ai soldi, non è una cosa da tutti: e Zamparini dovrebbe capire che non si salva sempre per il rotto della cuffia. Il Sassuolo fa divertire sul campo, un po' meno con la posta elettronica (un peccato, davvero), la Lazio dovrà crescere. Infine, la Fiorentina: i Della Valle nell'ultima sessione di mercato hanno tappato una falla economica di una certa grandezza, hanno forse fatto bene. Sarebbe bello capire, se non fosse andato via Alonso, cosa ne sarebbe stato della società viola. Perché non riuscire a chiudere Marco Sportiello, checché ne dica Corvino (e fa francamente sorridere sostenere come non l'abbiano mai cercato, quando è lapalissiano il contrario) per una questione di settecentomila euro di differenza, dopo avere ceduto anche Mati per qualcosina in più, è una mossa particolare, diciamo così. La viola ha tante scommesse, qualcuna la vincerà, altre verranno perse. Il ridimensionamento è però chiaro, al di là della permanenza dei grossi calibri.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.