VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi sarà il prossimo allenatore dell'Inter?
  Stefano Pioli
  Antonio Conte
  Diego Pablo Simeone
  Mauricio Pochettino
  Leonardo Jardim
  Marco Silva
  Luciano Spalletti
  Unai Emery

TMW Mob
Editoriale

Lapadula day che intrighi, Bielsa in arrivo un colpo Loco, Napoli ed Herrera incontro e quanti incastri a centrocampo. Inter attenta: per Ansaldi c'è concorrenza. Il Milan vuole essere italiano...

16.06.2016 08.44 di Luca Marchetti   articolo letto 48224 volte
© foto di Federico De Luca

Sembra strano, doveva essere una giornata sonnacchiosa di metà giugno con Europeo in corso. E' stato invece un turbinio di incontri, incroci, accordi e alleanze. E il protagonista è stato Lapadula, il bomber della B. Doveva essere il giorno dell'incontro fra Real e Juve, slittato per logiche di mercato e strategie di attesa, è stato comunque un giorno frenetico.
Partiamo dall'inizio. In tarda mattinata incontro Juve Pescara, per parlare del bomber dei biancoazzurri. Sul tavolo non solo l'attaccante ma anche alcune contropartite come Leali, Mandragora, magari anche Caprari. Allo stesso tempo, alla stessa ora il Napoli parlava con i procuratori del ragazzo. Nessun incontro decisivo, nessuno scatto in avanti. Ma una pressione costante. Perché poi nel pomeriggio è toccato al Napoli parlare con il Pescara. E anche qui: accordo virtualmente raggiunto e contropartita individuata in Sepe.
Poi è toccato al Genoa, che da tempo si è iscritta alla corsa per Lapadula. Ci siamo anche noi, non sarà un problema. Visto che il ragazzo potrebbe essere allettato di giocare con più continuità rispetto a delle piazze così importanti e impegnative come Juve e Napoli. In tutto questo si innesta il Sassuolo che ha parlato a lungo con la Juventus. Vista l'asse Torino-Sassuolo le possibilità sono due: che la Juve lo compri e poi lo giri proprio al Sassuolo, oppure che gli emiliani lo prendano da soli e poi consentano alla Juventus di avere una sorta di prelazione sul giocatore. Come era successo con Zaza e Berardi a suo tempo tanto per capirci. E questa sembra essere la strada preferita dalla dirigenza neroverde.
Ora a decidere tocca al giocatore. Juve, Napoli, Genoa, Sassuolo. Con un'ultima possibilità, per il momento molto remota. Il Milan, forte della sinergia con il Genoa, potrebbe pensarci. Al momento i rossoneri non possono fare mercato, visto che sono bloccati dalla salute di Berlusconi e dalla trattativa di cessione, ma potrebbero in futuro rivolgersi al Genoa per poter approfondire la situazione. Perché su Lapadula bisogna muoversi subito, altrimenti si perde il giro.
Allora aggiorniamo: Juve, Napoli, Genoa, Sassuolo e almeno per ora sfumato Milan. Una bella scelta, comunque vada a finire, ma deciderà lui che nei prossimi giorni si metterà a tavolino con i suoi procuratori per valutare i pro e i contro di tutto.
Ma naturalmente non è finita qui la giornata. Perché Juve e Sassuolo hanno parlato anche di Berardi. E' vero che il ragazzo ora non vorrebbe lasciare l'Emilia, ma la Juve non vuole perderlo di vista. Quindi si sta ragionando su una prelazione anche per il prossimo anno. E sempre la Juve ha incontrato anche il Leganes, squadra neopromossa in Liga con cui i bianconeri hanno già fatto affari in passato, e hanno incontrato anche il Lipsia per capire le reali intenzioni su Lemina: per il momento il ragazzo non vorrebbe andare. Poi capitolo difesa: su Benatia la Juve non è convintissima e lascia passare un po' di tempo prima di affondare il colpo, vuole aspettare di capire come si evolve la situazione di Mascherano e nel frattempo ha chiesto informazioni su Mustafi, difensore centrale del Valencia in gol con la Germania in questo Europeo.
Il Napoli pure non è stato a guardare. Intanto l'agente di Herrera è in Italia e ha incontrato il Napoli. Ha raccolto tutte le informazioni necessarie per andare poi a parlare con il ragazzo. La trattativa procede lentamente, ma procede. Almeno fino a fine mese non ci saranno novità, perché il procuratore di Herrera torna a parlare con il ragazzo che nel frattempo sta giocando in USA. Ma i nomi dei centrocampisti azzurri non finiscono qui: vicino Kums del Genk, costo inferiore ai 10 milioni. Vicino perché già pronto, vicino perché con la giusta esperienza internazionale, vicino perché Valdifiori potrebbe salutare e andare a Genova, sponda Samp. E qui parte l'incastro: state attenti. Fernando sta parlando (e la trattativa potrebbe chiudersi) con lo Spartak Mosca. La Samp vorrebbe sostituirlo con Valdifiori e all'interno della trattativa un'ipotesi di lavoro è uno scambio con Soriano.
Bene. Tutto questo però ci ha fatto parlare di tardi di un grande colpo. Quello che sta per mettere a segno la Lazio con Bielsa. In Argentina avevano anticipato il viaggio della Lazio nel tardo pomeriggio, la Lazio non commenta, ma Armando Calveri, dirigente biancazzurro, è volato in Argentina per far firmare il Loco. Tutto a posto? Sì, ma finché non c'è la firma sul contratto con la Lazio mai dire mai, soprattutto se di mezzo c'è uno soprannominato Loco. Chiedete a Prandelli se non ci credete, che sta ancora aspettando l'appuntamento per la firma con Lotito. Primo nome in entrata potrebbe essere Alessandrini, centrocampista, già allenato all'OM.
Fronte Inter continua la trattativa per Ansaldi. L'Inter sta cercando di capire se può comunque metterlo sotto contratto (lo avrebbe fatto trattando direttamente con lo Zenit, senza il riscatto del Genoa) inserendo nella trattativa Laxalt. Ma attenzione: sul giocatore c'è il fortissimo interesse della Fiorentina che fa sul serio.
La Roma continua a trattare Duda, centrocampista del Legia. Spalletti ha ufficializzato praticamente Mario Rui. Sabatini intanto ha incontrato intermediari con cui ha valutato Kante, Nagy (che interessa anche al Bologna) e Bakambu (attaccante del Villarreal che però ha anche un'offerta faraonica dalla Cina).
Il Milan comincia a fare i suoi primi passi: dopo la richiesta di info per Giaccherini e Immobile ecco che si comincia a essere più concreti su Vazquez. Contatti anche tra il Milan e l'agente dell'argentino. Nei giorni scorsi Galliani ne ha parlato con Zamparini e il giocatore, che piace al Milan da tempo. C'è l'ok sia di Brocchi che di Giampaolo. Questo rientra comunque nel progetto del Milan più italiano.
Il Sassuolo è molto interessato a Zappacosta (visto che partirà Vrsaljko, direzione Madrid, Atletico), Magnanelli potrebbe rinnovare, Ranocchia piace ma al momento non tornano i numeri. In attacco per l'Atalanta siamo alla stretta finale per Paloschi. Il Crotone invece dopo il "no" di De Zerbi (che vuole aspettare il Foggia per capire i programmi della sua società per una questione di correttezza con la gente che gli ha dato tanto in questa fantastica stagione e che per questo ha declinato anche la corte dell'Ascoli) ha cambiato obiettivo e ha contattato Di Biagio che però non vorrebbe lasciare l'Under21, domani possibili altri contatti: Gattuso, Simone Inzaghi e Stellone.
Al Pescara piace Biraghi (oggi chiacchierata con l'Inter) e Dezi, nel caso in cui parta Verre. Il Bologna accelerà per Faragò del Novara. Interessa anche Kleinheisler centrocampista del Werder, classe 94 e come detto piace Nagy anche lui centrocampista del Ferencvaros (anche lui 22enne).
Il Cagliari continua a chiacchierare per capire se Santon è una soluzione praticabile.
In serie B il Verona si prende Ganz (via Juve), a Perugia è ufficiale Bucchi e si tratta con Brighi (lo scorso anno a Bologna, oggi svincolato), Brescia per il post Boscaglia Zeman e D'Aversa in corsa. Ad Ascoli fatta per Aglietti. A Novara alla fine va Boscaglia che il giorno prima si era promesso con una stretta di mano al Benevento (dove di sicuro non l'hanno presa bene).
Abbiamo appena iniziato, ma tenetevi forte, come al solito.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...

EditorialeDI: Marco Conterio

Allegri e un altro segnale: è tra i migliori al mondo. Dybala e i Fab Four: l'azzardo ci sta. Roma: il fallimento parte da Spalletti. Empoli e Crotone: cuore e anima, altro che il Palermo. Lega Pro: Inzaghi e Stroppa, destino ad alti livelli 16.04 - La partita contro il Barcellona ha ufficialmente inserito Massimiliano Allegri nel novero dei grandissimi allenatori d'Europa. Ha imbrigliato campioni come Messi, Neymar e Suarez facendo sua la partita, dando un'anima e un gioco a una squadra forse sulla carta sfavorita ma sul piglio...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, Berlusconi takes it all. Il 4-3-3 di Montella. Mercato, il grande centravanti. Napoli, Mertens a Manchester 15.04 - Il bene di famiglia non è più della famiglia, ma non tutto è perduto. Silvio Berlusconi è entrato, salutatissimo presidente della Storia rossonera, nel mito uscendo dalla quotidianità, il suo caro amico fidato Paolo Scaroni siede nel Cda di Casa Milan, sua figlia Barbara presiede...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Nuovo Milan, ecco i piani di mister Li. Contratto a Donnarumma, risanamento e la borsa. Ma nel 2018 servono 350 milioni. Juve, Dybala simbolo di un grande progetto 14.04 - Tra nostalgia e qualche rimpianto, Berlusconi saluta il Milan con le lacrime agli occhi. Mancherà a tutti. Umano, molto umano. Ma, signori è fatta. Alla faccia di tutti quelli che fino all’ultimo hanno messo in dubbio perfino l’esistenza di Mister Li Yonghdong. Da ieri il Milan...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.