HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Le grandi manovre della Juve, il centrocampista dell'Inter, il mistero della panchina del Milan...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
22.05.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 46850 volte
© foto di Federico De Luca

L'incontro con Conte non c'è stato ma questo non cambia il succo. Il rapporto con la Juve non è in discussione, nonostante il contratto sia rimasto con la stessa scadenza. Il rinnovo non dipenderà dalla campagna acquisti che farà la Juventus o comunque non dipenderà solo da quello. E' un discorso più ampio, di crescita a 360 gradi della Juventus. Tutti i settori, nessuno escluso. Per il momento non è previsto alcun incontro per rinnovare. Se ne parlerà, sicuramente. Senza fretta. Ora è più utile cominciare a concentrarsi sul mercato. Come è successo con l'Udinese, uno degli interlocutori più gettonati in questi ultimi anni.
Ci sono almeno 3 giocatori di proprietà dell'Udinese che piacciono (eccome) alla Juventus. Pereyra è quello tecnicamente più facile da prendere. Non perché costi poco, ma perché è tutto dell'Udinese. "Basta" presentare l'offerta giusta. Con gli altri due la situazione è molto più complicata: eh sì perché Candreva e Cuadrado sono in comproprietà con Fiorentina e Lazio (due società di un certo livello), hanno fatto una straordinaria stagione entrambi e hanno anche altri pretendenti, ricchi e famosi, almeno tanto quanto la Juventus! Ecco perché con l'Udinese i rapporti saranno sempre più intensi. Senza contare che bisogna ancora parlare delle comproprietà che Juve e Udinese hanno insieme (Pasquato e Isla) e di sinergie future: certi affarri non si chiudono in una giornata... Il concetto comunque è che la Juve ha cominciato a muoversi, in maniera piuttosto pesante. Su Drogba che a parametro zero è sempre un buon boccone nonostante la carta d'identita (i rapporti non si sono mai interrotti). E su Morata: il giocatore piace tantissimo e potrebbe andar bene anche la soluzione prestito. Ecco che allora il 2 giugno potrebbe essere un buon giorno per trovare accordo con il Real. E i big? Con calma, almeno lì. Anche perché poi bisognerà vedere cosa succederà con i big in squadra (Pogba, Vidal e anche Llorente che a quanto pare è cercato dal Barca).
E poi c'è il disocorso Immobile (altra fonte di guadagno per i bianconeri) che dalla Nazionale di fatto ha quasi salutato sentendosi orgoglioso di quello che ha fatto e dell'interesse di una squadra importante come il Dortmund. Ieri si sono incontrati Juve e Torino. Al Toro 8-9 per la metà (i 18 bonus compresi del Dortmund) non bastano. Preferisce riscattarlo e poi si vedrà. Quindi tutto aperto...
Mazzarri, come avevamo previsto, ha spiegato il suo punto di vista e ha messo sul tavolo le priorità per il mercato: un centrocampista davanti alla difesa in grado di poterlo proteggere bene e anche permettergli di passare alla difesa a 4. Uno come De Rossi, (giusto per fare un paragone) o come Luiz Gustavo. Che però costa 33 milioni di euro (clausola) e il Wolfsburg non ha intenzione proprio di cederlo. Un nome in più per il centrocampo nerazzurro (oltre ai soliti Obi Mikel, Nilton e Behrami) è Xhaka. Svizzero, nazionale come Behrami, ne hanno parlato in un incontro con Ausilio i suoi procuratori senza però approfondire la situazione. Ma è un giocatore che interessa molto e se ne riparlerà sicuramente, anche perché il costo sarebbe decisamente inferiore. Un altro centrocampista seguitissimo in tutta Italia è Sturaro del Genoa. Napoli, Roma e anche la Juventus che è rimasta impressionata dalla sua partita contro Pogba.
La situazione più strana è invece quella del Milan. Di fatto Seedorf è stato completamente esautorato durante la sua esperienza rossonera. Paga non certo i risultati ma i rapporti non certo idilliaci con spogliatoio e società: in sei mesi è praticamente finito il suo credito. Ora il paradosso è che potrebbe anche rimanere. Generalmente si dice che quando c'è confusione l'allenatore in bilico è più saldo. In questi momento, sembra pazzesco, l'idea che fa sorridere Galliani (magari un sorriso di malinconia) è quella di Ancelotti. A dirla così non ci credi: per i soldi, per la storia, per il prestigio, per le prospettive. Ma nel mercato la logica non esiste e spesso è successo che i miracoli si sono avverati. Sono i due estremi di una situazione di difficilissima da interpretare e da leggere. Donadoni non è stato (ancora?) contattato, Spalletti sembra uscito di scena, Montella rimane alla Fiorentina, Prandelli rimarrà in Nazionale (anche se ancora non ha firmato il suo contratto), Inzaghi parlerà con Galliani ma sembra che il Milan voglia andare su un allenatore già rodato. Ecco che i due più improbabili scalano posizioni, almeno ora. Senza dimenticare una data: il 25 maggio, ovvero le elezioni, fino ad allora Berlusconi ha da fare...
A proposito di allenatori, l'incontro fra Udinese e Delneri non è andato molto bene, non c'è ancora accordo economico. Quindi rimangono in lizza Maran, Di Francesco e si aggiugne il nome di Andrea Stramaccioni, che a Udine potrebbe ritrovare l'ambiente giusto per dimostrare il suo valore. Corini-Chievo si vedranno domani, mentre a Cagliari sarà deciso tutto dalla nuova proprietà che ancora non si sa se sia quella americana o quella italiana, è ancora asta, con Cellino a Miami.
Alla Roma è l'allenatore (ancora!!!) a dettare la linea: Garcia a l'Equipe blocca tutto, non vendiamo Benatia. Così come (questo lo aggiungiamo noi) non si vende Strootman. In partenza invece Ljajic, nel caso in cui il Liverpool volesse fare sul serio.
Abate piace ancora al Psg, Radu interessa a Tottenham e Fiorentina, Mauri potrebbe rinnovare nelle prossime ore, Costa andrà via dalla Samp, per la difesa del Toro spunta un nome nuovo: Zakarya Bergdich, 25 anni, marocchino del Valladolid.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Film-Milan, la settimana dei pianti e delle feste. De Laurentiis, hai rovinato tutto! Verona, per la A esonera Pecchia e prendi un De Canio... Figc, il gioco si fa duro ma i colpi bassi non pagano mai 27.02 - Il Milan vince a Sassuolo con un rigore da ripetere (almeno), il Napoli perde punti e testa e l'Atalanta è lo spot più bello del nostro campionato. Immaginate se Gasperini avesse indovinato anche le prime cinque giornate oggi dove sarebbe... Roba da matti. Complimenti a Percassi e...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.