HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
-10 alla fine del mercato: da chi aspettarsi il grande colpo?
  Atalanta
  Bologna
  Cagliari
  Chievo Verona
  Crotone
  Empoli
  Fiorentina
  Genoa
  Inter
  Juventus
  Lazio
  Milan
  Napoli
  Palermo
  Pescara
  Roma
  Sampdoria
  Sassuolo
  Torino
  Udinese

TMW Mob
Editoriale

Le ultime due amichevoli sono state la conferma che Sarri merita credibilità e pazienza. Però deve sbloccare l'attacco. Mertens vuole il Napoli, nonostante le sirene stonate dell'Inter...

Laureato in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
16.08.2015 08.11 di Raffaele Auriemma   articolo letto 56946 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Il precampionato del Napoli è finito e da domani si entrerà nella settimana che porterà direttamente all'inizio della stagione. Per chi è diffidente sul rendimento di una squadra che ancora potrebbe cambiare volto fino al 31 agosto e per chi, invece, ha visto uno squarcio di luce soprattutto attraverso le ultime due amichevoli. Nel giro di una sola settimana, tra Oporto e Latina, gli azzurri non hanno subito gol e hanno mostrato una tenuta difensiva ben diversa rispetto al recente passato, oltre a sfoggiare quel Reina che tanto era mancato l'anno scorso. E' costata fatica e ripetizioni frequenti, quelle che Sarri ha dovuto mettere in pratica dal primo giorno a Dimaro, con l'ausilio del drone che ronzava sulle teste dei difensori per mettere a nudo quanto di errato era stato commesso negli ultimi due anni. E bene ha fatto Sarri, giacché di gol gli attaccanti del Napoli continueranno a segnarne tanti, a soffermarsi innanzitutto sul rifacimento di tutto l'impianto tattico della terza linea. Ed è per questo che il rude, severo, meticoloso, ma apprezzabile tecnico tosco-napoletano merita di ricevere la credibilità che i tifosi del Napoli gli stanno tributando. Tutti. Anche quelli che distratti dal nome roboante, non avevano capito che dietro quei trofei sbandierati dopo ogni sconfitta delle ultime due stagioni, c'era poc'altro. Loro, al pari dei fan che continuano a reclamare acquisti di una caratura superiore e che puntano il dito sulla rivoluzione tecnica che sta mettendo in pratica il presidente De Laurentiis. Sarri è uno stakanovista non di primo pelo eppure con le idee talmente chiare, da aver già dato al Napoli una struttura ed un equilibrio tale, che stupisce possano essere stati assimilati dal gruppo in così breve tempo. Oggi come ieri, la squadra tende sempre ad avere il pallone tra i piedi e tenere alta la linea dei difensori, senza però rischiare troppo come accadeva in precedenza. Non sarà semplice trovare la quadratura in pochi giorni, quelli che mancano all'inizio del campionato che vedrà il Napoli all'esordio in casa del Sassuolo che ha battuto l'Inter ed è stato superato dal Milan solo ai calci di rigore durante l'ultimo Torneo Tim. La formazione emiliana è ben allenata e già con una condizione smagliante, però è anche vero che le due milanesi hanno mostrato i soliti difetti nelle crepe di un mercato dissanguante. Il Napoli deve solo credere nelle sue possibilità e raddrizzare in fretta i movimenti offensivi, anche perché contro il Latina è stato sbloccato il risultato soltanto ad inizio secondo tempo, quando le due squadre avevano speso tanto ed è emersa la qualità tecnica dei campioni. Perché il Napoli balbetta nel suo reparto migliore? Di questo ne è a conoscenza Sarri che avrà sfruttato gli allenamenti e le sei amichevoli precampionato per farsi un'idea chiara su ciò che sarà meglio per sbloccare i bomber. Gli esperimenti sono finiti, ora bisogna riassumere le idee e decidere come sistemare tatticamente la squadra e se sarà ancora il caso di utilizzare certi calciatori diversamente dalle loro attitudini. A cominciare da Callejon: la posizione da punta centrale non gli si addice. E chissà perché, giacche al Real con Mourinho spesso spesso giocava da falso nueve. Magari la sua testa continua ad essere lontana da Napoli e non possiamo nemmeno fargliene un torto. Insigne trequartista? Fornisce lampi illuminanti del suo talento in un ruolo che gli si addice soprattutto quando guarda la porta avversaria, un po' meno quando c'è da accorciare le linee e chiudere gli spazi per le ripartenze avversarie: basterà rivedere come si comporta Saponara per capire perché Sarri insiste ad averlo e perché Insigne è molto più attaccante di lui. Sta di fatto che nel Napoli attuale sarebbe un sacrilegio tenere fuori l'uomo più in forma, quel Mertens che sta dimostrando con i fatti non solo di meritare il posto da titolare, anche da punta centrale, ma soprattutto di volere ancora il Napoli, nonostante certe sirene stonate provenienti dal capoluogo lombardo.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, se tutto va bene sarà l'ultimo Deulofeu della storia. Habemus "Papum", che esplosione! Inter, tre anni per arrivare sul tetto d'Europa. Un Manolo in "Gabbia"  23.01 - E' arrivato Gerard Deulofeu. Erano circa le 19:00 in Italia, Malpensa era presa d'assalto dai cronisti sportivi italiani e Rai e Canale 5 interrompevano la programmazione per darne la notizia. Ad accoglierlo il noto Direttore Sportivo rossonero Rocco Maiorino, conosciuto per le operazioni...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Andrea Losapio

Una settimana da Kalinic. La Juventus chiude il mercato, la Roma lo apre, il Milan con Deulofeu aspetta Gomez dall'anno prossimo. Serie A più divertente: sarebbe meglio ridistribuire i proventi televisivi 22.01 - Non mi capita molto spesso di parlare bene della mia categoria professionale. Anche perché è in continuo movimento, c'è chi si ancora a vecchi capisaldi - perché nato con la carta stampata e, più in generale, non digitale - e chi mette zizzania perché pensa di cambiare completamente...

EditorialeDI: Mauro Suma

Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.