HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Lettera aperta al Presidente della Juve, Andrea Agnelli

Nato ad Avellino il 30-09-1983, lavora a Milano presso la redazione di Sportitalia. Giornalista e conduttore televisivo. Direttore di TuttoMercatoWeb ed editorialista per "Libero". Collabora con "Radio Rai". Scrivi a "direttore@tuttomercatoweb.com"
07.03.2011 00.00 di Michele Criscitiello  articolo letto 26736 volte
© foto di Micri Comunication

Caro Presidente,
dopo esserci rivolti al suo pariruolo napoletano Aurelio De Laurentiis lo scorso 21 Febbraio, lo stesso facciamo oggi con lei per cercare di capire, da queste colonne, quale strada dovrà seguire questa Juventus.
A De Laurentiis consigliammo di aprire gli occhi, perché al Palazzo il Napoli non piaceva, oggi a lei vorremmo porre delle domande, vorremmo aggiungere delle considerazioni e, insieme al suo contributo, vorremmo far capire ai tifosi juventini che futuro avrà questa squadra.
Innanzitutto ci teniamo a sottolineare che le scriviamo con un briciolo di affetto, dopo aver osannato il suo arrivo sulla poltrona più importante ed aver spinto la Presidenza nuovamente verso un Agnelli.
Il bilancio, dopo quasi un anno di lavoro, è estremamente negativo ma quel che non è ancora chiaro è quanto incida la sua volontà all'interno della società. Speriamo di sbagliarci, ma dall'esterno la chiave di lettura è soprattutto una. I vari Blanc, Elkann e Grande Stevens hanno preferito restare dietro le quinte per mandare in scena l'attore più acclamato dalla folla, che non può, però, personalizzare il proprio ruolo, dovendosi accontentare di recitare la parte. Lo scrittore è sempre lo stesso, l'Avvocato Grande Stevens, il quale ha consegnato all'Avvocato Briamonte le chiavi della società, relegando Jean-Claude Blanc ad un ruolo secondario, in attesa dell'addio previsto per la primavera. Vorremmo sapere da lei, Presidente, se davvero si fida di suo cugino John e se realmente sono tutti afflitti da questi risultati catastrofici della Juventus di Agnelli. Ma il punto è proprio questo: non è la Juve di Agnelli. Marotta non lo ha voluto lei, Delneri sapeva da tempo che avrebbe traghettato per una sola stagione la Juventus. Se deve sbagliare, lo faccia con la sua testa. Se non può prendere delle decisioni "da Agnelli" molli tutto e prenda le distanze da un progetto inesistente che spingerà sempre più in basso la Vecchia Signora. Provo a fare le carte al prossimo mercato bianconero: via Delneri, confermato Marotta che a sua volta riscatterà quasi tutti i flop di questa stagione. Investirà altri 70 milioni di euro per ingaggiare 5-6 calciatori mediocri che non cambieranno questa Juve ma cambieranno le tasche di molti procuratori. Vuole il risultato? Tra un anno sarà ancora punto e accapo, con un Direttore da esonerare, un nuovo allenatore da ripudiare ed una Champions lontana dalle vostre mire. Cosa farà Agnelli? Sarà costretto, dopo due anni di fallimenti, ad abbandonare perché i tifosi, a quel punto, ce l'avranno anche con lei, che si ritroverebbe col grande rimpianto di aver fallito senza aver mai potuto decidere come e cosa fare per il bene della sua squadra del cuore.
Suo padre e suo zio le avrebbero dato, volentieri, consigli migliori e non avrebbero consentito una gestione societaria come quella attuale. Prenda decisioni forti ed importanti ma faccia qualcosa da Agnelli, perché con il suo cognome, in Italia, può tornare a fare la "lotta" sul campo alle milanesi. Diffidi del Direttore Marotta, il quale sposta oggi le attenzioni su Delneri per non pagare sulla propria pelle gli errori commessi. Se il progetto fallisce saltano geometra ed architetto, l'importante è che il "Capo cantiere" decida anche gli operai sui quali puntare, altrimenti il palazzo che aveva sognato resterà per sempre un disegno di carta.

Con la stima di sempre.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
27.07 - Ci sono settimane in cui non hai nulla da scrivere e devi impegnarti e mettere in moto l'immaginazione. Altre settimane, come questa, in cui non ti basta un editoriale per poter esprimere più concetti. La settimana che ci siamo lasciati alle spalle è stata bella movimentata,...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Raffaele Auriemma

De Laurentiis sembra Gandalf, brandisce la clausola rescissoria di Higuain come una spada contro i signori oscuri che vogliono rapire il bomber... 26.07 - Tutto ruota intorno al Pipita, l'ultimo grande top bomber rimasto nel campionato di serie A. Le big d'Europa in cerca dell'uomo-gol gli stanno facendo un corteggiamento serrato e cordiale, nonostante quella clausola rescissoria da 90 milioni più spese che di certo non può...

Editoriale DI: Mauro Suma

Ibra: il tuo e il nostro futuro. Inter: il lodo Thohir. Higuain: Parigi osserva. Napoli: isola fagocitata 25.07 - Li vedessi, Zlatan. Si avvicinano rispettosi, quasi circospetti e poi con un soffio dell'anima: ma Ibra arriva? Li leggessi, Zlatan. Dopo aver scritto alle tv o sui social, come giusto, non ci vuole una cima per capirlo, che per il Milan le priorità sono in difesa e a...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

24.07 - La Juventus continua a cercare le caselle mancanti per la nuova squadra disegnata a tavolino dal trio Allegri-Marotta-Paratici. La missione in Germania non è ancora finita, intanto ha portato l'annuncio ufficiale della cessione di Vidal al Bayern per 40 milioni, mentre oggi...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Inter ecco JoJo, Napoli scatenato, intrigo Salah: ci pensa anche ADL. Ibra apre al Milan e sul mercato irrompe il Sassuolo 23.07 - L'Inter - dopo il summit con il presidente in Cina - torna prepotentemente sul mercato. Sarà una questione di ore ma arriveranno in nerazzurro sia Jovetic che Perisic. E in mezzo ci sarà la cessione di Shaqiri, ma ormai è tutto definito. La trattativa con il Manchester City...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

22.07 - Signori, il caldo è sempre più opprimente ma nulla scalfisce la nostra brama di fresche notizie dal tumultuoso universo del calciomercato. Tante, tantissime voci, pochi, pochissimi colpi ma, onestamente, chi se ne importa? Ciò che conta è far parte del ristretto gruppo che...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

21.07 - E niente. Ieri un caro amico mi gira un articolo. Parla di Grecia e di tutto quello che sapete: rogne, Grexit, Merkel, poca feta, zero olive, tanto debito. Inizio a leggere. Dopo poche righe mi blocco: "Matteo, in questo articolo non si fa cenno a Malesani, non intendo...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juventus, con quei 40 chiedi di cambiare con due 20. Si sveglia la Roma! Napoli, Allan ok ora servono due difensori. Caro Avellino, ti scrivo... 20.07 - Il mercato della Juventus divide. Sinceramente sono sempre stato uno che si schiera, a volte sbagliando altre indovinando, ma per ora rinvio il giudizio al 31 agosto. Quando l'Inter conquistò tutto con Mourinho decise di tenere tutti, per riconoscenza. Fu l'inizio della fine....

Editoriale DI: Raffaele Auriemma

Sarri, un tecnico minimal che usa lo scalpello con i guanti bianchi su di un Napoli che, se chiudesse oggi il mercato, avrebbe il diritto di essere considerato alternativo alla Juventus 19.07 - Il miglior viatico per il Napoli che verrà arriva direttamente dalle parole di chi ha bruscamente bandito il passato. "Con Sarri è tutta un'altra cosa, ora si lavora di più": se questo concetto divisivo e cocente arriva dalla voce di Hamsik, è giusto fare due osservazioni. 1)...

Editoriale DI: Mauro Suma

Witsel: il Bonaventura europeo. Thohir: la sindrome El Shaarawy. Allegri: il 2' anno ancora Pirlo via. Cerci-Guarin: sembrano Cassano e Pazzini 18.07 - Sta accadendo questo fra il Milan e i suoi tifosi: la Società ha offerto 25 mi-lio-ni per Alessio Romagnoli e sogna Zlatan Ibrahimovic. Il Popolo rossonero condivide ma aggiunge: serve ancora qualcosa a centrocampo, ovvero Axel Witsel. Discussioni da grasso che cola rispetto...
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.