HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Lettera aperta al Presidente della Juve, Andrea Agnelli

Nato ad Avellino il 30-09-1983, lavora a Milano presso la redazione di Sportitalia. Giornalista e conduttore televisivo. Direttore di TuttoMercatoWeb ed editorialista per "Libero". Collabora con "Radio Rai". Scrivi a "direttore@tuttomercatoweb.com"
07.03.2011 00.00 di Michele Criscitiello  articolo letto 26838 volte
© foto di Micri Comunication

Caro Presidente,
dopo esserci rivolti al suo pariruolo napoletano Aurelio De Laurentiis lo scorso 21 Febbraio, lo stesso facciamo oggi con lei per cercare di capire, da queste colonne, quale strada dovrà seguire questa Juventus.
A De Laurentiis consigliammo di aprire gli occhi, perché al Palazzo il Napoli non piaceva, oggi a lei vorremmo porre delle domande, vorremmo aggiungere delle considerazioni e, insieme al suo contributo, vorremmo far capire ai tifosi juventini che futuro avrà questa squadra.
Innanzitutto ci teniamo a sottolineare che le scriviamo con un briciolo di affetto, dopo aver osannato il suo arrivo sulla poltrona più importante ed aver spinto la Presidenza nuovamente verso un Agnelli.
Il bilancio, dopo quasi un anno di lavoro, è estremamente negativo ma quel che non è ancora chiaro è quanto incida la sua volontà all'interno della società. Speriamo di sbagliarci, ma dall'esterno la chiave di lettura è soprattutto una. I vari Blanc, Elkann e Grande Stevens hanno preferito restare dietro le quinte per mandare in scena l'attore più acclamato dalla folla, che non può, però, personalizzare il proprio ruolo, dovendosi accontentare di recitare la parte. Lo scrittore è sempre lo stesso, l'Avvocato Grande Stevens, il quale ha consegnato all'Avvocato Briamonte le chiavi della società, relegando Jean-Claude Blanc ad un ruolo secondario, in attesa dell'addio previsto per la primavera. Vorremmo sapere da lei, Presidente, se davvero si fida di suo cugino John e se realmente sono tutti afflitti da questi risultati catastrofici della Juventus di Agnelli. Ma il punto è proprio questo: non è la Juve di Agnelli. Marotta non lo ha voluto lei, Delneri sapeva da tempo che avrebbe traghettato per una sola stagione la Juventus. Se deve sbagliare, lo faccia con la sua testa. Se non può prendere delle decisioni "da Agnelli" molli tutto e prenda le distanze da un progetto inesistente che spingerà sempre più in basso la Vecchia Signora. Provo a fare le carte al prossimo mercato bianconero: via Delneri, confermato Marotta che a sua volta riscatterà quasi tutti i flop di questa stagione. Investirà altri 70 milioni di euro per ingaggiare 5-6 calciatori mediocri che non cambieranno questa Juve ma cambieranno le tasche di molti procuratori. Vuole il risultato? Tra un anno sarà ancora punto e accapo, con un Direttore da esonerare, un nuovo allenatore da ripudiare ed una Champions lontana dalle vostre mire. Cosa farà Agnelli? Sarà costretto, dopo due anni di fallimenti, ad abbandonare perché i tifosi, a quel punto, ce l'avranno anche con lei, che si ritroverebbe col grande rimpianto di aver fallito senza aver mai potuto decidere come e cosa fare per il bene della sua squadra del cuore.
Suo padre e suo zio le avrebbero dato, volentieri, consigli migliori e non avrebbero consentito una gestione societaria come quella attuale. Prenda decisioni forti ed importanti ma faccia qualcosa da Agnelli, perché con il suo cognome, in Italia, può tornare a fare la "lotta" sul campo alle milanesi. Diffidi del Direttore Marotta, il quale sposta oggi le attenzioni su Delneri per non pagare sulla propria pelle gli errori commessi. Se il progetto fallisce saltano geometra ed architetto, l'importante è che il "Capo cantiere" decida anche gli operai sui quali puntare, altrimenti il palazzo che aveva sognato resterà per sempre un disegno di carta.

Con la stima di sempre.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
26.07 - Eccomi. È martedì. È luglio. Siam tutti stanchi, stufi, vacanzieri. Scrivo cose a caso perché non mi viene un inizio decente. Di solito faccio così: inizio a buttar giù cose a caso e poi cancello quando mi viene "la boiata della settimana", ma questa volta non mi viene e...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Segreti e retroscena sull'affare dell'anno. Il poco tatto della Juve e l'inesperienza del Napoli. Palermo, ci risiamo. E Ausilio ha perso il controllo dell'Inter... 25.07 - Sicuramente scrivere di Higuain quasi 48 ore dopo l'affare dell'anno diventa complicato. Forse è stato già scritto tutto e quello che non è stato scritto qualcuno non vuole leggerlo. Noi proviamo a dare la nostra chiave di lettura, confermando in toto quanto detto qualche sera...

Editoriale DI: Andrea Losapio

24.07 - Il precursore delle clausole fantasmagoriche, vent'anni fa, era stato Ronaldo. Non Cristiano, bensì il Fenomeno, con Moratti che aveva pagato 48 miliardi di lire per il più meraviglioso degli attaccanti moderni. Veloce, rapido, letale. Ronaldo a ventun anni era destinato a...

Editoriale DI: Mauro Suma

23.07 - Eravamo rimasti che, in fondo sì, in rapporto alla loro età, costavano un po' troppo Yaya Tourè, Zabaleta e Candreva. Meglio i prospetti giovani, meglio gli investimenti di campo e di bilancio. giocatori come Gabriel Jesus e Joao Mario. Mancini ci resta un po' così, ma prende...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

22.07 - Sentire De Laurentiis che parla di Higuain è come rimettere sul giradischi un vecchio long playing che raschia un po'. Di sicuro sono rincoglionito e potrei sbagliare di qualche virgola (faccio autocritica per anticipare i tifosi più integralisti) ma per Cavani e Lavezzi Adl...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Ancora Pogba (torna il Real?), ancora Higuain: palleggi, rimpianti e exit strategy. E poi chi arriva? Intanto Icardi ascolta l'Arsenal e la Roma aspetta... Ecco chi sono i nuovi proprietari del Milan (che sogna Cuadrado) 21.07 - Inutile dirlo: è sempre la Juventus (insieme al Napoli) che si prende la prima pagina del mercato. Questa sembra proprio essere l'estate bianconera: così tanto mercato che quello che sarebbe stato un colpo importantissimo in qualsiasi altra squadra italiana rischia di passare...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

Milan, il problema Bacca... Inter, serve chiarezza assoluta!!! Juve, Mandzukic verso il sacrificio 20.07 - Più si alzano le temperature e più sale la nostra necessità di bombe di mercato quotidiane... Non possiamo farne più a meno, fanno parte del nostro vivere giornaliero. Purtroppo, rispetto a qualche decade fa, dobbiamo accontentarci di qualche grande colpo e tanti, troppi...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

19.07 - Ti rendi conto di essere vecchio, bollito, praticamente da buttare, decisamente pronto per andare a fissare il cantiere, quando uno ti dice "ehi matusa, quanti Pokemon hai?" e tu gli rispondi "Cazzo è Pokemon?". A me è capitato. Per rifarmi sono entrato con circospezione...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

18.07 - La storia di Higuain è molto più semplice di come tutti la vogliono far credere. Primo punto: illudere i tifosi non avrebbe senso. La posizione della Juventus è chiara. Il modello Marotta è sempre più simile a quello degli amici tedeschi del Bayern Monaco. Comprare e togliere...

Editoriale DI: Marco Conterio

La Juventus e Higuain: vincitrice, comunque vada. Colpo possibile e senza cedere Pogba. Mancini ed un mal di pancia che apre qualsiasi scenario. Bielsa e la Lazio: Lotito, che figuraccia 17.07 - Vincitrice, comunque vada. La Juventus, che prenda o che non arrivi all'obiettivo Gonzalo Higuain, ha comunque piazzato un punto importantissimo nella prossima corsa campionato. Non basta il valore, netto, deciso e forte, sul campo. C'è anche di più, nella Vecchia Signora in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.