HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Ma Buffon non era finito? Sarri, è ora di crescere... Icardi, troppa gente intorno!

19.10.2016 10.29 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:   articolo letto 30887 volte
© foto di Federico De Luca

Gigi Buffon è tornato Superman. Per l'ennesima volta, il miglior portiere della storia del calcio italiano e, probabilmente, del mondo ha risposto sul campo a chi aveva cominciato a mettere in dubbio i suoi super poteri. Qualche errore pareva aver umanizzato il numero uno della Juventus. Poi, in quel di Lione, ecco tre prodezze assurde: la prima sul calcio di rigore di Lacazette, la seconda, leggendaria, di riflesso su Fekir, poi, per chiudere, un altro intervento prodigioso su Tolisso. Ma come, non era finito? No, signori, non è finita... Buffon è ancora Superman. Certo, un rigore parato (tra l'altro non la specialità della casa del portierone bianconero) non deve essere esaltato più del dovuto, così come i miracoli successivi. Perché? Semplice perché, nella sua lunga carriera, di miracoli, il buon Buffon, ne ha fatti a centinaia. Sapete perché? Semplicemente perché stiamo parlando di un giocatore unico, inimitabile, eterno... Ben tornato Gigi!!! La tua saga non è ancora al capolinea. Per fortuna, voglio aggiungere...
Mi sento in dovere anche di soffermarmi su un caso diametralmente opposto ma che sta facendo discutere tutti, ma proprio tutti, da giorni: Maurito Icardi. Ho intervistato il bomber argentino due volte. In entrambe le occasioni mi sono ritrovato di fronte un ragazzo per bene, con una passione viscerale per il calcio, quasi timido. Ricordo l'ultima intervista, alla Pinetina. Wanda era già presente nella sua vita e lui parlava di lei con raggiante felicità. Da quel giorno è trascorso del tempo ma non credo che il ragazzo sia cambiato. Ho sempre avuto la convinzione che, anche sforzandosi, non sia possibile modificare o stravolgere il proprio io. Quindi, secondo il mio modesto parere, Icardi era e resta un ragazzo semplice, un buono, forse un po' ingenuo ma comunque di grande umanità. Il suo problema è che, troppo spesso, non dà il giusto peso alle questioni extra campo, delegando ad altri... Lui vorrebbe pensare solo a giocare a pallone, quello che gli riesce meglio ma, la sua vita è anche altro. Purtroppo, quando c'è da decidere su questioni che poco hanno a che fare con il pallone, Icardi non è il bomber chirurgico che siamo soliti vedere in azione. Si lascia trasportare dal vento e, alcune volte, si perde... Wanda lo conosce meglio di chiunque altro, è il suo compagno di vita. Normale che Maurito le dia ascolto. Lo facciamo tutti noi con le nostre fidanzate/moglie, non è vero? Lo fa anche Icardi... Ecco, non sempre è la scelta migliore. Pensate a quante volte vi siete fatti convincere dalla vostra partner a vedere quel film che poco vi ispirava. Scommetto che, all'uscita del cinema, avreste voluto strozzarla... Caro Icardi, siamo onesti: decidere di pubblicare un'autobiografia a 23 anni mi è sembrata una notevole forzatura. Capisco se avessi, in questi 23 anni di vita, scoperto un pianeta simile alla Terra, o restando in ambito calcistico, vinto un paio di volte il Pallone d'Oro e qualche Champions... Ma, a conti fatti, la tua carriera è agli inizi... Ecco, meglio pensare a giocare a pallone e cominciare ad aver meno distrazioni e persone attorno...
Chiudo con una preoccupazione: Sarri Potter. La bacchetta magica, forse, è stata smarrita. Spalletti, con un paio di buone intuizioni tattiche, ha messo a nudo i limiti di un tecnico che pare tanto geniale quanto cocciuto. Dei nuovi arrivati, pochi hanno visto il campo e nessuno, di fatto, con continuità (a parte Milik, purtroppo finito ai box). Sarri è in grado di far giocare la sua squadra magnificamente ma il timore è che conosca solo un credo calcistico, senza opzioni alternative. Spero, vivamente, di sbagliarmi. Il Napoli è uno spettacolo, non posso accettare che un grande maestro di calcio come Sarri non capisca che è giunto il momento di rischiare qualcosa di diverso, magari qualche uomo nuovo. Per tenere acceso e intrigante questo campionato, serve il miglior Napoli e un Sarri che sappia diventare camaleontico. Il calcio si evolve sempre, tocca anche agli allenatori farlo, di continuo... Ciò che era vincente ieri, penso a Mourinho (mi pare in evidente difficoltà a Manchester), non è detto che lo sai oggi e lo sarà anche domani...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
06.12 - Ciao. Volevo commentare insieme a voi gli esiti del referendum, ma mentre ci pensavo mi si è materializzata in testa l'immagine di Brunetta che esulta e se la tira come se avesse qualche merito. Mi sono spaventato. Sono cose più grosse di me: i referendum, non Brunetta. Per...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Michele Criscitiello

05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.