HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Ma perché nessuno dice la verità? Soldi zero, improbabili salvatori della patria a bizzeffe

18.02.2015 00.00 di Fabrizio Ponciroli   articolo letto 36442 volte
© foto di Federico De Luca

"Buongiorno Ponciroli, chi prende il Milan il prossimo anno?". Esordisce così un tifoso rossonero al bar… Che rispondere? La verità: "Dipende da chi guiderà il Milan il prossimo anno. Se restano i vertici attuali, credo non ci sarà nessuno colpo di mercato importante…". Semplicemente la verità. Certo per me, senza nessun peso specifico all'interno del "Governo Calcio", è facile dire quello che va detto eppure, a volte e in certe situazioni, la verità farebbe meno male che sparate senza senso… Quello che stiamo vendendo, nel folle e contorto mondo del pallone italiano, è davvero di difficile decifrazione. Di tutto e di più, con personaggi che, pur di occultare la verità, sono pronti a convincersi delle baggianate che ci rifilano… Caso Milan. Mi chiedo: Inzaghi è persona intelligente, di quelle con cui è piacevole disquisire. Dal giorno dell'esordio, sulla panchina rossonera, con la Lazio ad oggi sembrano passati decenni. Pippo è cambiato. I numeri lo condannano (peggior tecnico, dati alla mano, dell'era Berlusconi) eppure Inzaghi non ci dice tutto. Va bene difendere il gruppo, va bene gli infortunati, va bene la crisi ma, su, c'è dell'altro. Forse sarebbe più onesto dire ai tifosi che il Milan, quello che hanno amato per anni, non c'è più (e da un pezzo). Sarebbe bello sentire dire, almeno una volta, quali giocatori non dovrebbero essere al Diavolo, fare una lista di chi non serve, provare a strigliare anche pubblicamente chi non va. "Hanno dato tutto quello che potevano", questo il ritornello che va per la maggiore. Mourinho che avrebbe detto in una situazione simile? Seedorf che aveva detto? Passiamo a Manenti. Parma è una città speciale. La conosco bene. Chi ci vive, ha un forte senso del dovere, conosce il significato di certi valori, su tutti il rispetto. La situazione è ancora in divenire ma la mia sensazione è la stessa di sempre: se uno ha i soldi, perché ci dovrebbero essere problemi? Dicono che "…servono tempi tecnici". Se fosse così, allora, questi "tempi tecnici" andavano applicati anche prima del patatrac, no? Perché, anche in questo caso, Manenti non ci dice come stanno veramente le cose? Il solo mostrare i soldi (carta canta, si diceva una volta) farebbe tutta la differenza del mondo, no? Ed invece, via ad una sequela infinita di "E' tutto ok, ci siamo" o "I soldi ci sono, dateci fiducia"… Intanto, però, giocatori e dipendenti, a furia di digitare il tasto refresh sul proprio conto bancario on-line, lo hanno quasi consumato… Ma fa così' male la verità? Così pare… Il pensiero va a Sacchi. "Troppi giocatori di colore nei vivai". Semplicemente la verità, condivisa da tanti, me in primis. E, invece, che accade? Tutti a dargli del razzista, senza riflettere sul fatto che Arrigo ha semplicemente detto la verità (date più spazio ai giocatori italiani, il suo monito) e non voleva offendere nessuno (dare del razzista a Sacchi equivale a dire che Charlize Theron è un obbrobrio). Il problema vero è che, a casa nostra, tutti si dimenticano, in fretta, di quello che è stato e sperano sempre in quello che sarà. A noi piacciono le sfumature, siano esse di grigio, nero o rosso… Si pensi alla questione designazioni arbitrali. Quando c'era il sorteggio, tutti a criticarlo. Ora, dimenticati i problemi legati al sorteggio (tanti, tantissimi), lo si invoca nuovamente… Anche qui, la verità no? Se non si crede nel sistema arbitrale, perché fare parte di questo calcio? Chi non crede nella buona fede degli arbitri, che se ne vada, no? Tra i tanti salvatori della patria che stanno facendo capolino ultimamente, si "prega" affinché il governo faccia piazza pulita… Non so se ridere o piangere… Il governo? E che potrebbe fare? In America, le massime leghe professionistiche (NBA, NHL, NFL e MLB, ora anche la MLS) funzionano perché c'è un vertice ben definito. La Lega ha in mano tutto e decide tutto. Se uno alza la voce, viene multato. Se uno critica l'operato degli arbitri, viene multato e ripreso in maniera forte. Se uno manda una mail a sfondo razzista, viene obbligato a vendere la franchigia. Se uno non crede nel sistema, viene allontanato dal sistema. La Lega calcio dove è? L'ubicazione mi è nota, la sua autorità no. Per fortuna sta per iniziare il programma di Buffa sulle glorie del passato. Racconti di calcio vero… Buffa la verità la dice e in un modo tanto avvolgente quando affascinante…

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.