HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Mancini verso la Nazionale. Juve tranquilla, Allegri non è il profilo per il Real. No di Cavani. Higuain via da Napoli. Ma Sarri resta?

04.03.2016 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 38469 volte
© foto di Federico De Luca

Ci voleva la coppa Italia per vedere la vera Inter, quella che Mancini aveva in mente. Una squadra con un gioco essenziale, ma piena di carattere, rabbia agonistica e fisicità, dove tutti si sacrificano e lottano per novanta minuti. Troppo tardi? Forse.

Di sicuro all'interno della società le perplessità su questa stagione e sulle scelte di Mancini sono tante, ma anche l'allenatore sta seriamente pensando a un futuro diverso.

Da quando si è aperta con certezza la possibilità di andare in nazionale al posto di Conte, il Mancio riflette eccome. Lo ha confidato a diversi amici, ma lo ha pure detto pubblicamente, alla maglia azzurra è molto legato, non ha una storia in Nazionale da giocatore, gli piacerebbe averla da allenatore.

Cosa ne pensano in Federcalcio? Il nome di Mancini è girato, di sicuro è un allenatore vincente e conosciuto a livello internazionale, non è un maniaco del gioco organizzato e quindi avrebbe maggiori possibilità di far bene e far accettare le sue idee al gruppo. Le controindicazioni sono il budget a disposizione e la non altissima simpatia a livello popolare che ispira il tecnico nerazzurro. Conte ha strappato un ingaggio di quasi cinque milioni per l'intervento dello sponsor, ma un'operazione del genere con Mancini non è possibile. I contratti federali non superano il milione e mezzo, euro più euro meno. Poco per Mancini?

Chi lo conosce dice che sarebbe disposto a guadagnare meno per un incarico del genere. La pista è apertissima e la discussione avviata.

Che farà l'Inter? Mancini è stato consigliato da Moratti a Thohir, ma l'indonesiano si è un po' ricreduto. Non saremmo meravigliati se a fine stagione, soprattutto se l'Inter dovesse restare fuori dalla Champions, tornasse in ballo Frank De Boer, vecchio pallino, con il Mancio in Nazionale.

Ci sembrano invece avere poco fondamento le notizie che rimbalzano dalla Spagna su una attenzione del Real per Allegri. E' vero che forse tutte le divergenze con la Juve non sono state appianate e Allegri è uno permaloso. E' altrettanto vero che Branchini lo sta proponendo alla grande, ma il profilo dell'allenatore del Real è diverso da quello di Allegri. I madridisti si vogliono divertire, amano squadre che impongono il gioco, spregiudicate e l'eccessivo equilibrio del calcio di Allegri con  molte ripartenze e difesa bassa, di sicuro non piace. Perez invece vorrebbe un tipo alla Valverde del Bilbao che ha rinnovato di recente, ma potrebbe liberarsi.

Detto questo, restano le perplessità di Allegri sul contratto proposto dalla Juve fino al 2019 (due anni in più) con opzione per il 2020. Se ne doveva discutere a giorni, tutto è stato rimandato al dopo Bayern. Allegri vuole garanzie sulla campagna acquisti per evitare le contrapposizioni dell'estate scorsa. Non è più intenzionato ad accettare rose di non suo gradimento perché tanto poi il conto lo presentano a lui. L'idea di continuare c'è, basta capirsi. Sfumato il Chelsea e senza altre grandi panchine all'orizzonte, restare alla Juve in fondo conviene anche ad Allegri soprattutto se l'ingaggio (a salire) dovesse davvero arrivare a cinque milioni netti.

Per restare alla Juve, il solito obiettivo Cavani sta ancora una volta sfumando e il motivo è sempre più o meno il solito: l'ingaggio. Marotta ha sempre detto che la Juve non può pagare cifre da sei milioni in su, il Chelsea ed altri possono. Le conclusioni sono banali.

Restando agli allenatori, il toto panchina è vivo perché molte società vogliono definire il tecnico prima di fare mercato. Volete un esempio? Sarri. Resterà al Napoli? Questa è una bella domanda che è stata fatta anche a De Laurentiis. La risposta, come spesso accade, è stata imbarazzante. Il contratto del tecnico toscano era annuale, a 700 mila euro, con rinnovo per altri quattro. Sempre annuale. Secondo De Laurentiis la decisione è unilaterale, solo lui può decidere se tenere Sarri, se aumentargli o meno l'ingaggio e il tecnico deve solo accettare senza pretendere. Questa l'interpretazione presidenziale del contratto. La nostra impressione è che se De Laurentiis non si metterà a trattare il rinnovo su basi economicamente serie, difficilmente Sarri resterà a Napoli visto che continuano a corteggiarlo squadre italiane (il Milan), ma anche straniere. Non si può liberare? Questo lo dice il presidente, ma ne dice tante, il procuratore di Sarri la pensa in maniera opposta.

Anche la battuta sul peso di Higuain, altra gaffe di ADL, non è piaciuta affatto. Il fratello ha bollato certe parole come cazzate e siamo d'accordo. Il problema è che Higuain è permaloso e la voglia di restare a Napoli sta scendendo. L'argentino ha fatto un patto con Sarri, proverà a vincere qualcosa a Napoli, ama la città e i napoletani, vuol battere il record di Angelillo (34 gol stagionali), ma il dopo è tutto da scrivere. Ma anche De Laurentiis non fermerà Higuain, la strategia è chiara: con i 94 milioni della clausola, rifonderà il Napoli come fece nel dopo Cavani.

E se arrivasse lo scudetto? Higuain se ne andrebbe a maggior ragione, sicuro di aver fatto il massimo.

Sempre allenatori, in attesa del mercato giocatori. Su Sousa abbiamo già detto, ma è bene ripetere visto che nel frattempo, dopo il Chelsea e la Juventus, lo hanno cercato anche lo Zenit e il Barcellona. Dopo il chiarimento avuto due settimane fa con i dirigenti viola, Sousa resterà a Firenze per provare a conquistare la Champions e vincere qualcosa l'anno prossimo. Il gioco spettacolare dei viola, però, non ha fermato Juve e Barca. In attesa della firma di Allegri, i bianconeri si sono comunque lasciati una porta aperta con Sousa (piace moltissimo e l'amicizia con Andrea Agnelli pesa) per il 2017. Alla stessa data scade il contratto di Luis Enrique con il Barca e con Sousa si farà presto un discorso futuribile. Questo tanto per far capire anche agli stolti tifosi beceri cosa vuol dire giocare all'Europea come fa la Fiorentina.

Ancora panchine. Tra la Lazio e Pioli è finita o quasi. Lotito vorrebbe Mazzarri che è pronto per rimettersi in pista, il discorso è aperto. Ventura lascerà il Toro e pure lui è uno dei candidati per i biancocelesti, ma i dubbi restano per tutti. Lavorare con Lotito non è semplicissimo per nessuno.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il no per Tolisso, nasconde qualcosa di grosso (ma occhio ad Agnelli...). Milan: i fissati sulla questione cinese e un futuro grandi-nomi. Inter: occhio, arriva la "scelta di Pioli". Napoli: la "bellezza" della sofferenza 10.01 - Eccoci qua. Sono stato quattro giorni in ferie. In Valtellina. A mangiare pizzoccheri. La caratteristica dei pizzoccheri è che il primo giorno sono buonissimi, il secondo ti fanno venire l’acetone, il terzo cementano e al quarto non ci arrivi. Nel senso che muori. Siccome il 6 gennaio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.