HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Massa-Pjanic, a volte ritornano. 117 anni Milan, dispetto interista. Totti, il New York Times lo indica agli juventini. Cannavaro-Carini, ma allora non era Moggi...

17.12.2016 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 20900 volte

Siamo nell'Ottobre di quest'anno, quasi due mesi fa. Il Milan ha appena battuto la Juventus con un gran gol di Locatelli, ma tutta l'Italia discute del gol tolto a Pjanic quando i bianconeri stavano già esultando. Al termine della gara, Massimiliano Allegri, in maniera serena ma chiara e netta, addita a tutti in Davide Massa l'addizionale che ha dato all'arbitro Rizzoli il parere decisivo per la cancellazione del gol. Un episodio che ha nettamente influito sulla partita ma non sul Campionato, contrariamente all'episodio del gol di Muntari che nel 2012 aveva clamorosamente influito sia sulla partita che sul Campionato e anche sulle stagioni successive. E' questo il motivo per cui Davide Massa è giusto che arbitri sereno questa sera a San Siro, nell'occasione del suo ritorno sullo stesso campo di quell'episodio. Massa ha fatto un errore, non ha fatto la Storia. Ecco perchè non c'è nessun luogo del delitto ed è giusto che si riparta questa sera da zero a zero, senza patemi d'animo e cattivi retropensieri.

Sono quegli episodi che fanno derby e che vanno vissuti con serenità, ma intanto intrigano e fanno discutere. Un Sito specializzato in news interiste, FCInter1908.it, sempre molto puntuale sulle vicende nerazzurre e a sua volta molto attento a quello che gli "avversari" sostengono sull'Inter o sul derby di Milano, ha aperto la giornata di ieri con una inchiesta. Non su un albo d'oro o su una Classifica dei trofei internazionali vinti in tutti i Continenti (questi in fondo li ritengono orpelli inutili), ma sulle 29 squadre che non hanno mai giocato in Serie B. In questo elenco "speciale" compaiono l'Inter, il Real Madrid, il Barcellona, il Santos, l'Ajax, il Flamengo e altre 23. Fra le quali, è da qui che parte il lavoro del Sito nerazzurro, non c'è l'Internacional di Porto Alegre che è appena retrocesso nella serie inferiore brasiliana. Però ieri era il giorno del compleanno del Milan e in diversi osservatori hanno notato la coincidenza fra i 117 anni del Club rossonero e il messaggio subliminale sulle stagioni negative in B del Milan stesso all'inizio degli anni Ottanta. Cose da derby. Che fan tutti, anche a FCInter1908.it.

C'è Juventus-Roma e Totti non è stato convocato. Ma poco importa e poco conta. Francesco Totti è stato convocato dalla Storia. Nientemeno che il New York Times lo ha definito cuore di Roma, anzi the Core of Roma. Molto bello, suggestivo, globale, importante, prestigioso. E' il modo di Totti di essere presente, pur essendo lui infortunato, in Juventus-Roma di questa sera a Torino. Dalle parti del tifo bianconero non lo amano, anzi lo criticano molto. Non tanto per le frasi spesso dure rivolte da Totti alla Juventus, ma proprio per il livello e il profilo della sua carriera. I tifosi bianconeri gli contestano di aver vinto poco e di essere stato poco decisivo, rigore contro l'Australia in Germania nel 2006 a parte, in Nazionali. Gli preferiscono Del Piero. De gustibus, mancherebbe altro. Ma i recuperi di Salah e Bruno Peres e l'investitura mondiale di Totti da parte del New York Times non mandano a Torino una Rometta, ma una squadra in grado, gufi o non gufi, guarda caso o non guarda caso, di ricoprire il ruolo della protagonista.

Tutti pensavano fosse stato Moggi. Tutti addossavano la colpa a Cannavaro, infortunato ad Appiano e vispo come un grillo due giorni dopo a Torino. E' stato uno degli episodi storici più discussi a latere di Calciopoli. Oggi Fabio Capello nel corso del programma "Collezione Capello" in onda su Fox Sport, ha rivelato un retroscena: "Un colpo da maestro fu l’acquisto di Cannavaro. Giocava all’Inter e dicevano avesse il ginocchio rotto. Fu Raiola a convincere Moratti a scambiarlo con Carini. Le due operazioni finirono nei verbali di Calciopoli: dalle intercettazioni emerse come Moggi forzò i calciatori a rompere i rapporti con i club. Si ricordano sgradevolissime frasi su Facchetti. Non una bella parentesi". Dunque a distanza di anni anche l'ex tecnico di Milan, Roma, Juventus e Real Madrid ha confermato come dietro al passaggio di Cannavaro alla Juventus ci fosse un intervento-forzatura. Ma non di Moggi, bensì di Raiola. Con il quale due anni dopo lo sgarbo, l'Inter fece la "pace" pur di soffiare Ibrahimovic al Milan. Cosa che la Juventus stessa, altro che alleanza fra rossoneri e bianconeri...,fu ben felice di fare.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.