HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Doppio confronto Napoli-Juventus: come finirà?
  La Juve vincerà entrambe le gare
  Il Napoli avrà la meglio in entrambe le sfide
  La Juve mantiene il vantaggio in A ma perde in Coppa
  Il Napoli recupera in A ma esce in Tim Cup

TMW Mob
Editoriale

Mercato boom: Gabigol-Inter, i retroscena in attesa di Icardi. Napoli, strategia pronta: ecco quale! Raiola ha in pugno la Juve e avanza pretese... Pisa, hai dilapidato un patrimonio

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
01.08.2016 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 95179 volte
© foto di Federico De Luca

Che sia il mercato più bello degli ultimi dieci anni siamo tutti d'accordo? Benissimo, allora lasciamo che continui. Alla luce di quello che ci attende (campionato monotono all'insegna dei trionfi della Juve), godiamoci l'ultimo mese di botti. Nell'anno in cui la Juventus ha deciso di fare un mercato scoppiettante stile Real Madrid, ne guadagna tutto il sistema italiano. Più che commenti, oggi vi diamo notizie e raccontiamo retroscena. Partendo da quello di venerdì notte, riportato in esclusiva su Sportitalia e Tuttomercatoweb sabato mattina alle 8.35. L'Inter piomba su Gabigol! Ma come non c'era la Juve? C'era e c'è, ma Marotta in questo momento ha altre priorità: in attacco ha fatto già fuoco e fiamme, adesso deve sistemare il centrocampo. Per Gabigol la Juventus resta alla finestra e l'interesse è il solito ma, dopo aver preso atto dell'inserimento dell'Inter, ha fatto sapere che non parteciperà ad aste. Giusto. Ausilio, invece, per Gabigol si è mosso con forza venerdì notte, perché la preoccupazione di non trattenere Icardi è forte. Chiariamoci: l'Inter troverebbe i soldi per prendere Gabigol, già bloccato al Santos per una settimana, solo in caso di cessione di Icardi al Napoli. Altro elemento della strategia nerazzurra. Se Mancini perde Icardi, può portare a casa il brasiliano del Santos con Gabbiadini che rientrerebbe nell'operazione Icardi: soldi + Gabbiadini. Infatti, dopo settimane di silenzio, venerdì pomeriggio Ausilio ha scritto un sms a Silvio Pagliari, agente di Gabbiadini. Tutto torna. Prendete informazioni e se qualcuno dei protagonisti vi smentisce questa indiscrezione ditegli di chiamarmi senza problemi. Il numero è sempre lo stesso da 15 anni e inizia per 347/9-----4. Altra cosa: Gabbiadini è un grandissimo calciatore, ma Sarri ha il demerito di non averlo capito e di non avergli trovato una posizione. Prima c'era Higuain, ma - se a Manolo gli date le chiavi dell'attacco del Napoli - vi fa 20 gol. A Napoli lo vogliono Giuntoli e De Laurentiis ma non Sarri, mentre all'Inter lo vuole Mancini ma non Ausilio e compagnia bella. Il Napoli insiste per Icardi e farà di tutto per prenderlo, però non potrà superare il limite della decenza. Allora Giuntoli si porta avanti e prova a sondare anche per Kalinic, Fiorentina permettendo. Potrebbe essere la settimana degli annunci a Napoli, dopo il ritiro di Dimaro più nervoso di sempre. Rog è ad un passo e siamo alle battute conclusive della trattativa, con l'Udinese c'è da un mese l'accordo per Zielinski e il calciatore si è quasi convinto a dire sì al Napoli. Nella testa di Giuntoli adesso c'è anche il difensore, nome sempre lo stesso: Nikola Maksimovic del Torino. L'operazione sarebbe la seguente: gli azzurri vorrebbero prendere il difensore da Cairo, cedere Valdifiori al miglior offerente (perché non il Toro) e chiudere con Kums. I giochi sarebbero presto fatti. Capitolo Diawara: il Napoli ancora non ha chiuso perché piace a Giuntoli ma non fa impazzire Sarri.
Andiamo sulla Juve: Marotta, come dicevamo qualche riga sopra, non molla Gabigol ma le priorità sono altre, vale a dire la cessione di Pogba e un centrocampista. C'è un solo problema per Pogba e si chiama Mino Raiola, il quale si è messo in testa di sbloccare la trattativa Paul se la Juve gli prende Matuidi. Ma è normale secondo voi che Mino da Montecarlo debba imporre alla Juve un giocatore da prendere? Secondo me no. Ma il potere e i tanti soldi danno alla testa. Qualcuno (la Fifa o l'agenzia delle entrate) perché non gli ricorda come si sta al mondo? Non bastano i milioni di euro che si intascherà dalla Juventus (club italiano) per chiudere l'operazione? Quante tasse pagherà Mino allo stato italiano per le operazioni chiuse con i club italiani? Sono domande e delle risposte sarebbe bello riceverle. Casomai anche attraverso un tweet di pappagalli. A centrocampo la Juve ha due nomi: Wistel o Kovacic. Settimana delicata per Marotta e Paratici.
In serie B è stata la domenica del terremoto a Pisa e si è raddrizzata persino la torre. Gattuso ha riunito la squadra e ha rassegnato le dimissioni. Poi ha parlato in esclusiva a Sportitalia e Tmw dicendo parole dure contro la società, ribadendo il dispiacere per i calciatori e per la città. Ora è fuga generale e vedrete a breve quanti calciatori chiederanno di essere ceduti. Anche gente arrivata due settimane fa. Gattuso ha commesso un grave errore. Gliel'ho detto in forma privata e lo ribadisco pubblicamente. Dopo Foggia, sarebbe dovuto tornare a Pisa, fare la festa, prendere la macchina e lasciare Pisa. Ha agito con il cuore ma il calcio non si fa con i sentimenti. Lo aveva chiamato il Benevento, doveva correre. Lo aveva cercato l'Ascoli, doveva correre. Importante era correre via da Pisa. Invece non ha avuto la lucidità emotiva per capire che nel calcio le società sono più importanti delle piazze. Vedete in serie A: Sassuolo è più credibile del Milan. Una ha pochi intimi allo stadio ma grandi proprietà e dirigenti, l'altra ha tifosi in tutto il mondo ma è una barca già affondata senza scialuppa di salvataggio. Come fai a rimanere a Pisa con un Presidente pieno di problemi e con il tuo tutor, Lucchesi, che aveva perso di affidabilità dopo la fine della stagione? Almeno Gattuso ha capito che questo era il momento di dire addio: in modo da rientrare in corsa alla prima panchina che salterà. Questione di un mese e mezzo! Se la squadra fa i miracoli in campo e la società non fa la società durante tutto l'anno, non ci sarà mai una crescita. Ecco giustificato l'exploit della Provincia.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Icardi giura amore eterno ed ecco la squadra per vincere. Il Milan scommette sul suo futuro, la Roma guarda in giro per le panchine, la Juve e gli attaccanti…  30.03 - Icardi lancia il messaggio d’amore all’Inter. Il problema del rinnovo di contratto di quest’estate sembra lontano anni luce, ora è nerazzurro a vita. E c’è da credergli, perché l’ha detto a tutto il mondo, senza filtri, rispondendo alle domande dei suoi tifosi. Vuole rimanere all’Inter,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Ferragosto con la Serie A? Favorevole... Milan, ansia da closing! Conte-Neymar, la verità! Totti, ci siamo? 29.03 - Settimana all’insegna delle polemiche… Tutti a lamentarsi, tutti a discutere, tutti a parlare (spesso inutilmente). Perché? Forse la pausa per la Nazionale o, forse, non possiamo proprio farne a meno delle polemiche… Non ne parlo, come al solito mi interessa soffermarmi su altro....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.