HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Mercato finito, promossi e rimandati. E qualche questione in sospeso...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
05.02.2015 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 36834 volte
© foto di Federico De Luca

Bisogna sempre lasciar decantare un po' gli affari dell'ultima settimana o quelli addirittura dell'ultima ora. Lunedì è stato il giorno dei difensori centrali e quindi è ovvio che i voti o i giudizi per le varie squadre non siano alti: l'attaccante tira di più, ma non è arrivato, dove ci sarebbe stato bisogno almeno.
Fra i promossi (anche se non per forza con la lode) il Napoli che non ha perso tempo e ha preso quello che c'era da prendere. Poi ha aspettato l'occasione che per poco non arrivava. A mio avviso anche l'Inter, almeno per la prima parte del mercato. Qui ci sarebbe da fare un appunto per il discorso del difensore centrale: ultima pedina che sarebbe servita a Mancini, non è arrivato, quindi nessuna eccellenza. Ma non possiamo nasconderci: il mercato nerazzurro è stato molto importante e fatto in mezzo alle difficoltà finanziarie. Ora per giudicarlo però ci vuole tempo: altrimenti all'Inter continueranno a fare una rivoluzione ogni sei mesi.
Anche al Milan hanno provato a cambiare. Destro e Cerci sono potenzialmente fra gli italiani piu forti, ora però lo devono dimostrare. Di sicuro è rossonera l'immagine dell'anno: Galliani che citofona a casa destro. Machiavelli diceva che il fine giustifica i mezzi...
Promosso il mercato della Fiorentina. Intanto una super cessione (e di questi tempi è sempre una bella notizia) poi due ritorni (si spera non bolliti) e un giocatore praticamente a zero come Salah che è decisamente interessante. Anche qui, la lode non c'è, anzi. In attesa di capire come verranno spesi quei 35 milioni in estate.
Rimandato il mercato della Roma. Non perché Ibarbo, Doumbia e Spolli non siano buoni giocatori, anzi. Intanto via Destro, dentro un giocatore che arriverà ancora fra una settimana. Lo stesso Ibarbo non è pronto. Ma come abbiamo detto il mercato va valutato con qualche tempo di decompressione. Vedremo chi ci ha guadagnato. Per questo giudizio in sospeso. In estate ci saranno delle grandi chiacchierate con il Cagliari (promosso) che ora vanta nei confronti della Roma almeno una 30 di milioni di euro di credito. Marroccu e Sabatini diventeranno una coppia di fatto, a forza di chiamarsi!
Rimandato anche il mercato Samp esattamente con la stessa motivazione. I giocatori che sono arrivati probabilmente meriterebbero un 8 in pagella per la qualità. Ma sicuramente si vanno a spostare alcuni equilibri e bisogna quindi aspettare se il gioco è valso la candela. A giudicare dalle prime 48 ore saranno sei mesi turbolenti.
Rimandato anche il Genoa, che ha fatto di necessità virtu. Vende per comprare nuove scommesse. Il Palermo il suo mercato l'ha rimandato da solo: tutto spostato a luglio, ora non c'era bisogno di far nulla, solo rinnovi.
Rimandato anche il Verona. Dopo le faville dello scorso campionato è stato proprio il campo a dire che forse ci sarebbe stato bisogno di un po' di freschezza in più (oltre che al nome). Ma la salvezza, almeno a guardare la classifica, non sembra lontana.
Bocciato, anche se di poco, il mercato della Lazio. L'infortunio a Djodrjevic non era previsto, rimanere senza un attaccante (a mio avviso) per la corsa alla Champions, potrebbe essere una grave mancanza. Bergessio ha detto no (anzi Ederson): Lotito ha fatto i conti e preferisce rimanere così, evidentemente.
Sicuramente bocciato il mercato del Parma. Qui la responsabilità è della nuova proprietà. Dove sono i soldi promessi? Senza soldi non puoi fare nulla. Ma l'unica alternativa non è neanche svendere tutto. Tutto tranne Mendes, a cui è stata negata all'ultimo giorno la possibilità di prendere stipendi. La situazione è molto critica, tra pochi giorni la prima vera sentenza. A Parma hanno tutti paura che salti in aria la società.
Le altre, quelle non nominate, hanno semplicemente fatto quello che potevano o dovevano. Utilizzando la finestra di gennaio esattamente per come è chiamata: riparazione. Piccoli aggiustamenti come l'attaccante per Juve (più qualche operazione sui giovani interessanti in B) e Atalanta, come per i centrocampisti di Empoli. Al Torino hanno chiesto a Cairo di spendere. Ma spendere tanto per spendere non serve a nulla. Menzione dovuta per il Sassuolo: ha detto di no alla Juve per Zaza. È diventato grande...
E le questioni in sospeso? Una su tutte: Antonio Cassano. Parleremo ancora di lui a lungo... È il destino dei grandi giocatori

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.