HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Mihajlovic nuovo allenatore del Milan, Icardi e l'Inter, la Juve e la Champions. E ora il Napoli?

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
04.06.2015 07.00 di Luca Marchetti  articolo letto 93013 volte
© foto di Federico De Luca

E Sinisa sia. Sfila ad Arcore il nuovo allenatore del Milan, in macchina con Adriano Galliani, come da (recente) tradizione. Il ciclo Mihajlovic in rossonero si è aperto ieri, blitz di Sinisa a Milano e faccia a faccia con il presidente Berlusconi. Primo impatto con il mondo Milan, il via libera del presidente per la scelta di Sinisa e una pietra sopra al sogno svanito Ancelotti, rincorso con poche speranze. Una pietra dura, eccome. Perché Miha è uno tosto, lo conosciamo bene: la ricostruzione rossonera partirà dalle sue idee chiare, concretezza e pragmatismo. Un occhio alla Sampdoria non mancherà, da Soriano a Eder fino a De Silvestri, tanti pupilli. Come tante sono le idee di Galliani, da Bertolacci a Kucka. Ma ci saranno i prossimi giorni per pianificare scelte, mosse e trattative con la società, il menù di Sinisa sul mercato è in arrivo. Per un Milan che avrà l'identità del suo allenatore.

Eppure Mihajlovic poteva andare al Napoli, questione di tempistiche e di scelte, De Laurentiis non era convinto. E adesso valuta Luciano Spalletti e Cesare Prandelli, più di due idee qualora Unai Emery dovesse dire no, tra i corteggiamenti inglesi e la volontà del Siviglia di trattenerlo. E pensare che poteva essere alla Juventus, retroscena di qualche anno fa: piaceva al ds Paratici, la Juve scelse Antonio Conte ma aveva parlato in gran segreto anche con André Villas Boas e proprio Emery, oggi allenatore da copertina. La scelta fu comunque azzeccata, eccome. Come è convinto della sua decisione anche Ferrero, uno che Mihajlovic se l'è goduto, lo ha salutato e ha già provveduto a sostituirlo. Perché in dirittura d'arrivo c'è Zenga e tante idee di mercato: Rugani piace, può essere un derby col Genoa ma la Juve per adesso non vuole liberarlo. Zouma del Chelsea è più di una tentazione, piace anche Christensen del Chelsea U21. Per il centrocampo intrigano Valdifiori eHojberg, di proprietà del Bayern Monaco, una pista da seguire. In attesa di capire se Pazzini vorrà ridursi l'ingaggio per un ritorno romantico (che il giocatore gradirebbe molto) e cosa vorrà fare Samuel Eto'o, richiesto dal Pachuca in Messico. Ottime basi per provare a non sentire nostalgia di Sinisa.

Appunti sparsi sulle altre panchine e non solo: Sarri vedrà l'Empoli per fare chiarezza tra il corteggiamento del Cagliari e un futuro ancora da scrivere, Mandorlini non ha ancora l'accordo con il Verona per rinnovare ma se ne riparlerà. Il Palermo aspetta oggi il talento brasiliano Cassini per visite mediche e firma del contratto fino al 2020, Perin è stato blindato dal Genoa per quattro anni, Digne piace alla Roma per la fascia sinistra. E l'Inter? Il suo allenatore ce l'ha già e ha le idee chiarissime sul mercato. Intanto, Mauro Icardi è a un passo dal rinnovo dopo l'incontro di ieri sera con Wanda Nara. Poi arriverà un difensore importante, per il centrocampo Felipe Melo è un'altra idea che intria mentre oggi Yaya Touré sarà a Milano, ma solo per visitare l'Expo. Nel traffico di centrocampisti importanti nella capitale italiana del mercato: ieri, blitz di Marco Verratti con il suo procuratore, una cena per prendere atto dell'interesse del Real Madrid, un'idea di Benitez.

Poi c'è Kondogbia, capitolo a parte. Un nome che attrae mezza Europa: l'Inter ha incontrato ai suoi agenti alla Pinetina, è tra le prime scelte del Mancio. Wenger vorrebbe portarlo all'Arsenal, ci farebbe un pensierino anche la Juventus qualora dovesse partire Pogba o Vidal (Pirlo è diretto a New York). Nell'estate del 2012 fu a un passo dai bianconeri, quando lasciò il Lens in crisi economica per poi firmare un quinquennale con il Siviglia. Oggi è un pezzo pregiato del Monaco che chiede tantissimo, la Juve lo ha apprezzato in Champions, il profilo può essere quello giusto se ci saranno cambiamenti in mediana. Ma prima di tutto c'è la finale, poi sarà tempo di ufficializzare Dybala e Khedira come di pianificare i prossimi colpi. Adesso testa solo a Berlino, non ditelo a me e Marco Cattaneo, in giro per l'Italia e poi direzione l'Olympiastadion. Il viaggio è già cominciato. Tenetevi forte!!!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

Silvio, il difficile arriva adesso... Inter-James, si fa sul serio! Kean, un predestinato 23.11 - Lo capisco. Silvio Berlusconi sta soffrendo. Ormai ha capito che l'attimo in cui sarà costretto a dire addio, per sempre, al suo amato Milan è ormai alle porte. Il popolo rossonero gli ha tributato una coreografia da brividi, tutti lo hanno applaudito. Per ogni singolo tifoso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.