HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
-10 alla fine del mercato: da chi aspettarsi il grande colpo?
  Atalanta
  Bologna
  Cagliari
  Chievo Verona
  Crotone
  Empoli
  Fiorentina
  Genoa
  Inter
  Juventus
  Lazio
  Milan
  Napoli
  Palermo
  Pescara
  Roma
  Sampdoria
  Sassuolo
  Torino
  Udinese

TMW Mob
Editoriale

Milan, la via di fuga è Inzaghi. Se parte Kakà né arriva uno forte. Galliani e la liquidazione giallonera. Germania: 7-1? Sbagliato! In finale forza Rizzoli

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
12.07.2014 00.00 di Mauro Suma   articolo letto 43124 volte

In una settimana rossonera difficile, stretta fra le furbizie del Valencia e gli eccessi di Balotelli, il migliore in campo è stato di gran lunga Inzaghi. Pulito, leale, schietto, ha tracciato la via. Con le sue regole il Milan non sarà più un taxi dorato e Milanello non si "adeguerà" più. Milanello torna a dettare l'agenda senza compromessi. Bambole, si lotta. Persona vera e ben lontana dall'ipocrisia di chi lo blandisce e poi gli avvelena il pozzo e l'entusiasmo, Inzaghi è lo stesso dell'estate 2006. Quando tutto il Milan era sotto choc per Calciopoli e il ratto di Ibra, lui arrivava per primo in ritiro, segnava alla Stella Rossa e poneva le premesse della Settima.

Due questioni ahivoi personali. Quando qualche settimana fa vi proponevo il tema del Se parte Kaka'...confesso candidamente che speravo in Iturbe. Ma se l'argentino era una follia a 25 milioni quando ci stava sotto il Milan (il 18 Luglio pesa tantissimo e tutti i milanisti non possono ignorarlo), coerenza vorrebbe lo sia anche adesso che è andato alla Juventus. Altra cosa. La solita rete e i soliti infoiati mi accusano di aver addebitato al tifoso da tastiera la crisi del Milan. Niente di più falso. Ho sostenuto invece e ripeto che i 5000 tifosi dello splendido Raduno a Casa Milan sono tifosi in carne e ossa, in quanto tali diversi dai tifosi da tastiera grandi assenti il 31 Maggio, verso i quali il Milan porta una grande responsabilità. A torto o a ragione non sono felici del mercato, eppure erano lì con i loro colori, il loro cuore e la loro passione.

Facciamola fuori. Questa liquidazione di Galliani c'è o non c'è? E' davvero un ricatto, come sostiene la nostra Curva che non ha in ogni caso il copyright della genialata, è davvero un blocco al mercato del Milan? Sono mesi che i tifosi vengono irresponsabilmente aizzati contro Galliani su questo tema ed è arrivato il momento: chi vende questa roba alla buona fede dei tifosi, o la provi o batta altre strade, perché il Milan della prossima stagione ha bisogno di unità e compattezza per sostenere i meravigliosi propositi di Inzaghi. Galliani è uscito allo scoperto dichiarando che questa buonuscita non c'è e non gli spetta. C'è o non c'è chi è in grado di documentare il contrario? Senza ricorrere alle cravatte nere e agli uomini gialli, niente come la confusione può essere contagiosa, è arrivato per il bene superiore del Milan, il momento della carta. O canta o non canta.

No Germania. Sbagliato. Il 7-1 è profondamente sbagliato. Ma non per una sorta di pietismo, peraltro antisportivo, a buon mercato. Ma per due motivi. Perché quella partita storica sarà per sempre la sconfitta del Brasile e non la vittoria della Germania. E poi perché 3-0 in casa del Brasile è partita vera, 7-1 è partita strana.

Noi tutti amiamo i giocatori e detestano gli arbitri a seconda di episodi e risultati. Ma il Mondiale ci dà una grande lezione. I nostri giocatori battuti e rissosi, l'arbitro invece qualificato alla Finale. Bravo Rizzoli, forza Rizzoli.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Una settimana da Kalinic. La Juventus chiude il mercato, la Roma lo apre, il Milan con Deulofeu aspetta Gomez dall'anno prossimo. Serie A più divertente: sarebbe meglio ridistribuire i proventi televisivi 22.01 - Non mi capita molto spesso di parlare bene della mia categoria professionale. Anche perché è in continuo movimento, c'è chi si ancora a vecchi capisaldi - perché nato con la carta stampata e, più in generale, non digitale - e chi mette zizzania perché pensa di cambiare completamente...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Mauro Suma

Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.