HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Milan, la via di fuga è Inzaghi. Se parte Kakà né arriva uno forte. Galliani e la liquidazione giallonera. Germania: 7-1? Sbagliato! In finale forza Rizzoli

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
12.07.2014 00.00 di Mauro Suma  articolo letto 43094 volte

In una settimana rossonera difficile, stretta fra le furbizie del Valencia e gli eccessi di Balotelli, il migliore in campo è stato di gran lunga Inzaghi. Pulito, leale, schietto, ha tracciato la via. Con le sue regole il Milan non sarà più un taxi dorato e Milanello non si "adeguerà" più. Milanello torna a dettare l'agenda senza compromessi. Bambole, si lotta. Persona vera e ben lontana dall'ipocrisia di chi lo blandisce e poi gli avvelena il pozzo e l'entusiasmo, Inzaghi è lo stesso dell'estate 2006. Quando tutto il Milan era sotto choc per Calciopoli e il ratto di Ibra, lui arrivava per primo in ritiro, segnava alla Stella Rossa e poneva le premesse della Settima.

Due questioni ahivoi personali. Quando qualche settimana fa vi proponevo il tema del Se parte Kaka'...confesso candidamente che speravo in Iturbe. Ma se l'argentino era una follia a 25 milioni quando ci stava sotto il Milan (il 18 Luglio pesa tantissimo e tutti i milanisti non possono ignorarlo), coerenza vorrebbe lo sia anche adesso che è andato alla Juventus. Altra cosa. La solita rete e i soliti infoiati mi accusano di aver addebitato al tifoso da tastiera la crisi del Milan. Niente di più falso. Ho sostenuto invece e ripeto che i 5000 tifosi dello splendido Raduno a Casa Milan sono tifosi in carne e ossa, in quanto tali diversi dai tifosi da tastiera grandi assenti il 31 Maggio, verso i quali il Milan porta una grande responsabilità. A torto o a ragione non sono felici del mercato, eppure erano lì con i loro colori, il loro cuore e la loro passione.

Facciamola fuori. Questa liquidazione di Galliani c'è o non c'è? E' davvero un ricatto, come sostiene la nostra Curva che non ha in ogni caso il copyright della genialata, è davvero un blocco al mercato del Milan? Sono mesi che i tifosi vengono irresponsabilmente aizzati contro Galliani su questo tema ed è arrivato il momento: chi vende questa roba alla buona fede dei tifosi, o la provi o batta altre strade, perché il Milan della prossima stagione ha bisogno di unità e compattezza per sostenere i meravigliosi propositi di Inzaghi. Galliani è uscito allo scoperto dichiarando che questa buonuscita non c'è e non gli spetta. C'è o non c'è chi è in grado di documentare il contrario? Senza ricorrere alle cravatte nere e agli uomini gialli, niente come la confusione può essere contagiosa, è arrivato per il bene superiore del Milan, il momento della carta. O canta o non canta.

No Germania. Sbagliato. Il 7-1 è profondamente sbagliato. Ma non per una sorta di pietismo, peraltro antisportivo, a buon mercato. Ma per due motivi. Perché quella partita storica sarà per sempre la sconfitta del Brasile e non la vittoria della Germania. E poi perché 3-0 in casa del Brasile è partita vera, 7-1 è partita strana.

Noi tutti amiamo i giocatori e detestano gli arbitri a seconda di episodi e risultati. Ma il Mondiale ci dà una grande lezione. I nostri giocatori battuti e rissosi, l'arbitro invece qualificato alla Finale. Bravo Rizzoli, forza Rizzoli.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.