HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Milano e i cinesi: ecco dove siamo arrivati. Quanto conta la società: l'esempio della Juve

28.04.2016 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 33399 volte
© foto di Federico De Luca

Forse dovremo imparare il cinese. Nel frattempo però, almeno da quanto ci risulta, i cinesi stanno cercando l'Italia per imparare il calcio. Il Milan sta trattando la cessione della maggioranza (anche se ancora non siamo alle battute finali, ma sarà determinante per capire lo stato dell'arte il CdA del pomerggio) l'Inter invece ha trovato nel Suning Commerce un partner molto forte e credibile e nelle prossime settimane la situazione verrà definita.
Nel frattempo cosa sappiamo? Sappiamo che il Milan è oggetto di due diligence da parte di gruppi interessati all'acquisto. Non c'è alcuna certezza assoluta sui nomi che sono circolati in queste ore. Al momento nessuna fonte diretta ha confermato le indiscrezioni che sono circolate sui quotidiani. Il nome più gettonato pare essere quello di Jack Ma, secondo uomo più ricco della Cina, diventato tale grazie all'e-commerce e al sito Alibaba (vende più prodotti di Amazon e E-bay messi insieme). Jack Ma è stato più volte in Italia, ha conosciuto Renzi, è il proprietario anche del Guanzhgou Evergrande (la squadra di Lippi, Cannavaro, Gilardino e Diamanti). Da Fininvest arriva silenzio, dalla Cina un no comment. Il secondo nome è quello di Li Ka Shing proprietario e amministratore delegato di Hutchison Whampoa che si occupa di commercio via mare, di energia di infrastrutture, e di telecomunicazioni. In Italia possiede la "3" e sta portando a la fusione con la Wind. Ha 87 anni, quindi una solidità (anche storica) diversa rispetto al presunto competitor. L'unico intermediario dell'operazione noto è Salvatore Galatioto, che dopo un'intervista di qualche giorno fa non ha più parlato.
Un ruolo, in questa vicenda, dovrebbe averlo anche Wanda (il gruppo proprietario di Infront) visto che il governo cinese prima di far uscire capitali dalla Cina vuole che la situazione sia tenuta sotto controllo. Questo controllo dovrebbe avercelo Wanda.
Altra variabile è capire il pensiero di Berlusconi: è convinto di cedere? Vuole farlo? E' d'accordo? O sta semplicemente prendendo tempo per cercare di capire e conoscere ancora meglio i suoi interlocutori? In questi ultimi mesi ciclicamente si è parlato di una cessione i nomi sono già molti da Bee Teacheabeoul ad Al Maktoum (di Emirates), dalla Gazprom a Richard Lee (che fu ospitato anche ad Arcore). Insomma la sensazione è che bisognerà ancora apsettare.
All'Inter la situazione invece è più definita. Il gruppo che entrerà nell'Inter con una quota minoritaria è Suning Commerce. Ci vorranno ancora alcune settimane per concludere la trattativa. Tecnicamente non si tratta propriamente di vendita della minoranza, quanto di un aumento di capitale che porterà Moratti e Thohir a diluire entrambi le proprie quote. Thohir per il 14% (manterrà quindi il 56%), Moratti per il 6% arrivando quindi al 23,5%. Suning avrebbe invece il 20%.
Ma perché i cinesi hanno scelto l'Italia e perché i cinesi si stanno interessando così tanto al calcio?
Intanto la prima motivazione è che negli altri paesi le squadre con appeal sono già di proprietà straniera. In Premier sono 11 i club in mano a non-inglesi. In Francia PSG e Monaco sono rispettivamente degli sceicchi e dei russi. In Germania non c'è possibilità per uno straniero di acquisire la maggioranza di un club. In Italia è ancora possibile invece intervenire e soprattutto Inter e Milan sono due brand internazionali. Conosciuti in tutto il mondo. Vincenti. Ecco perché attraggono le attenzioni internazionali. E attraggono i cinesi perché il progetto che ha in testa la Cina è ambizioso.
Hanno molti milioni a disposizione, visto che l'economia è in forte espansione e che addirittura nel 2026 potrebbe superare gli Stati Uniti e diventare la prima del mondo. Ed è proprio sulla data, 2026, che dovremmo riflettere. Perché la Cina vuole organizzare i Mondiali di calcio. E vuole farlo nel miglior modo possibile. E - soprattutto - non vuole fare brutta figura.
E quindi in questi 10 anni vuole studiare, vuole sapere, vuole imparare. Non c'è modo migliore di farlo che lavorando. Pur magari - come nel caso dell'Inter - rimanendo con una quota di minoranza. Si paga per avere know-how, la conoscenza: sapere come si organizza una società, vedere da vicino, in prima persona, una grande squadra. E poi riportare tutte queste nozioni in casa.
Hanno provato a farlo in Cina. Hanno provato a chiamare chi i mondiali li aveva vinti, provano ora a convincere i campioni da andare a giocare da loro. Ma non basta. E allora investono nel calcio europeo.
Prima con l'acquisizione, da parte di Wanda Group, di Infront, poi - se ci riesce - con l'impegno in prima persona in club di prima fascia. Nel mirino non c'è solo Milano. C'è il Mondiale
Questa probabilmente è la differenza che c'è ora fra la Juventus e le altre: la società che pesa eccome.
Dopo la retrocessione in B la Juventus in 10 anni ha vinto cinque scudetti. Sotto la presidenza Agnelli è passata da un fatturato (in rosso di 95 con unica ricapitalizzazione da 120 milioni di euro) di 154 milioni a una previsione per questa stagione sportiva di 374: più che raddoppiato. Ha uno stadio di proprietà, due centri di allenamento e continua a vincere. Vince "autogestendosi", a parte l'iniezione di soldi all'inizio della presidenza non ci sono stati più interventi da parte della società. Con degli step programmati da piano industriale quadriennale. Tanto per dare delle indicazioni, nello stesso periodo, la Roma è cresciuta di 36 milioni, il Napoli di 10, l'Inter e il Milan sono addirittura arretrate.
I soldi non ti fanno vincere: lo dimostrano Atletico Madrid e Leicester. Si vince però con la programmazione. E in questo momento le milanesi hanno soltanto iniziato il loro percorso...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.