VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Morata più lontano, la Juve tra James e André Gomes. Pjanic, la Roma lo blocca. In arrivo Berardi, Duncan e Vrsaljko. Milan, ai cinesi non basta l'ok di Berlusconi. Montella bocciato da Lotito

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
20.05.2016 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 46024 volte
© foto di Federico De Luca

La Juve ha capito che stanno svanendo le ultime speranze di tenersi Morata. Il Real farà valere la clausola rescissoria fissata a trenta milioni per poi fare plusvalenza vendendo il giocatore al Chelsea o all'Arsenal che lo hanno chiesto proponendo oltre cinquanta milioni. Morata ha sempre detto di star bene anche alla Juve, ma le squadre inglesi gli hanno offerto 6 milioni di ingaggio. I bianconeri non ci possono arrivare. Prima di decidere il Real aspetta anche Ancelotti al quale Morata piace moltissimo per il suo Bayern. Si farà uno scambio con Lewandosky? Florentino Perez ci spera.

E' chiaro che senza Morata la Juventus avrà bisogno di un altro attaccante importante oltre che di un trequartista e di un centrocampista centrale. Che fare? Marotta ha più tavoli aperti e aspetta l'occasione favorevole.

Per il centrocampista il primo della lista è sempre il portoghese Andrè Gomez, che può giocare in diversi ruoli del centrocampo e fare all'occasione anche il trequartista. Qualche settimana fa il Valencia ha sparato alto (60 milioni) e la Juve si era raffreddata, salvo poi tornare alla carica nella speranza di poter chiudere attorno ai quaranta, cifra alta ma logica. Il Valencia tratta, ma ha chiesto in cambio Zaza che la Juve valuta 30 milioni e terrebbe ancora volentieri.

Ma, per cautelarsi, il riscatto di Berardi dal Sassuolo è praticamente cosa fatta anche se la partita è stata allargata a Duncan e Vrsalyko. Il terzino è nel mirino da tempo. Duncan, 23 anni, potrebbe essere il centrocampista fisico che Allegri vuole in rosa.

Tornando a Morata e al Real, la Juve ha proposto anche degli scambi. In alternativa a Gomez piacciono James (valutato 60 milioni) e Isco che con Zidane si sentono sacrificati, per i quali la Signora stravede da tempo. L'affare è complicato, Isco ha già detto di voler restare a Madrid, James è combattuto, ma per entrambi il problema sarebbe l'ingaggio. Ingaggio che ha bloccato anche il tentativo di prendere Cavani. Il Psg non si è messo a trattare, ma un'operazione del genere costerebbe cinquanta milioni più un ingaggio da 7-8 milioni. Non piace più di tanto Sanchez, troppo simile a Dybala, che l'Arsenal metterebbe sul mercato qualora riuscisse a prendere Morata.

Un altro grande sogno di Marotta è Pjanic. La trattativa è stata condotta bene, sott'acqua, per diverso tempo. La Juve era pronta a sborsare la clausola di 38 milioni, ma la Roma si è messa pesantemente di traverso. Sta cercando di convincere il ragazzo a restare, si sono mossi anche Nainggolan e De Rossi, per non smantellare il centrocampo e dimostrare di voler fare una squadra da scudetto, Sabatini ha deciso di non vendere il belga, mettendo invece sul mercato Rudiger. Ora Pjanic ha forti dubbi, forse resterà a Roma.

Comunque la Juve ha deciso che la priorità è avere un centrocampo più forte e più duttile, per un altro attaccante con Dybala, Mandzukic, Zaza e Berardi (in arrivo), si può ragionare con più calma aspettando il colpo giusto.

Colpo che la Roma spera di fare con l'Inter scambiando Dzeko con Icardi. Mancini in un primo tempo aveva dato l'ok all'operazione, ma l'argentino non vuole lasciare Milano per Roma, allora meglio l'estero. Le offerte non mancano. Ma se serviranno risorse per il fair play finanziario, l'Inter ha deciso di sacrificare Handanovic e nessun altro.

Berlusconi sta cercando di sacrificare se stesso, cioè il suo amore, per salvare il Milan, ma la cessione ai cinesi (dead line il 15 giugno) si complica. Trattare con una cordata è complesso e i cinesi sono pignolissimi e rigidissimi, sui conti e sulle clausole. Non è bastato il sì di Berlusconi alla vendita del pacchetto di maggioranza, troppe altre cose non tornano. Nel frattempo c'è da scegliere l'allenatore.

I cinesi vorrebbero un nome forte (Emery o Pellegrini) che costa, Berlusconi invece punterebbe su un profilo italiano più basso (Giampaolo? Brocchi?) e meno costoso. Se i cinesi non diranno sì alla svelta come finirà? C'è chi ha suggerito Garcia. Vedremo. Garcia è stato accostato anche alla Fiorentina che per altro dieci giorni fa ha confermato Sousa. Però alcuni discorsi del portoghese sul presidente Cognigni non sono piaciuti, c'è la sensazione che Sousa non abbia capito la volontà dei Della Valle. Sta ancora tirando la corda? Forse. Anche per questo la Fiorentina si sta cautelando e cautelandosi si è arrivati a Garcia, o addirittura a Giampaolo che piace molto a Corvino per molti nuovo Dt viola. Che succede? Il ritorno dei Della Valle da un viaggio di lavoro in Cina dovrebbe porre fine a questo stucchevole valzer e dira chiaramente e definitivamente da chi sarà guidata la Fiorentina l'anno prossimo.

Intanto però Pradè sta trattando Mario Rui con l'Empoli. Il terzino prenderebbe il posto di Pasqual che viceversa dovrebbe chiudere la carriera proprio a Empoli, vicino a casa.

Sempre in tema di allenatori, Sarri dovrebbe rinnovare a giorni. De Laurentiis ha speso grandi parole, ora è il tempo dei fatti. Fatti che arrivano dal mercato. Dopo Tonelli con Lapadula ai dettagli, viste le difficoltà di arrivare a Vecino, Giuntoli sta puntando su Klaassen e Hector Herrera nomi già inseguiti a gennaio. Non è sul mercato, invece, Koulibaly per il quale il Chelsea era pronto a sborsare 30 milioni.

Ieri si è accasato Iachini all'Udinese, martedì il Toro dovrebbe annunciare Mihajlovic. Ventura andrà in Nazionale come Ct con Lippi Dt . La candidatura forte era Montella, ma è caduta per l'opposizione di Lotito, "troppo romanista" lo ha bollato. E poi Tavecchio continua a dire che Lotito non conta...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...

EditorialeDI: Marco Conterio

Allegri e un altro segnale: è tra i migliori al mondo. Dybala e i Fab Four: l'azzardo ci sta. Roma: il fallimento parte da Spalletti. Empoli e Crotone: cuore e anima, altro che il Palermo. Lega Pro: Inzaghi e Stroppa, destino ad alti livelli 16.04 - La partita contro il Barcellona ha ufficialmente inserito Massimiliano Allegri nel novero dei grandissimi allenatori d'Europa. Ha imbrigliato campioni come Messi, Neymar e Suarez facendo sua la partita, dando un'anima e un gioco a una squadra forse sulla carta sfavorita ma sul piglio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.