HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Morata più lontano, la Juve tra James e André Gomes. Pjanic, la Roma lo blocca. In arrivo Berardi, Duncan e Vrsaljko. Milan, ai cinesi non basta l'ok di Berlusconi. Montella bocciato da Lotito

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
20.05.2016 00.00 di Enzo Bucchioni  articolo letto 45917 volte
© foto di Federico De Luca

La Juve ha capito che stanno svanendo le ultime speranze di tenersi Morata. Il Real farà valere la clausola rescissoria fissata a trenta milioni per poi fare plusvalenza vendendo il giocatore al Chelsea o all'Arsenal che lo hanno chiesto proponendo oltre cinquanta milioni. Morata ha sempre detto di star bene anche alla Juve, ma le squadre inglesi gli hanno offerto 6 milioni di ingaggio. I bianconeri non ci possono arrivare. Prima di decidere il Real aspetta anche Ancelotti al quale Morata piace moltissimo per il suo Bayern. Si farà uno scambio con Lewandosky? Florentino Perez ci spera.

E' chiaro che senza Morata la Juventus avrà bisogno di un altro attaccante importante oltre che di un trequartista e di un centrocampista centrale. Che fare? Marotta ha più tavoli aperti e aspetta l'occasione favorevole.

Per il centrocampista il primo della lista è sempre il portoghese Andrè Gomez, che può giocare in diversi ruoli del centrocampo e fare all'occasione anche il trequartista. Qualche settimana fa il Valencia ha sparato alto (60 milioni) e la Juve si era raffreddata, salvo poi tornare alla carica nella speranza di poter chiudere attorno ai quaranta, cifra alta ma logica. Il Valencia tratta, ma ha chiesto in cambio Zaza che la Juve valuta 30 milioni e terrebbe ancora volentieri.

Ma, per cautelarsi, il riscatto di Berardi dal Sassuolo è praticamente cosa fatta anche se la partita è stata allargata a Duncan e Vrsalyko. Il terzino è nel mirino da tempo. Duncan, 23 anni, potrebbe essere il centrocampista fisico che Allegri vuole in rosa.

Tornando a Morata e al Real, la Juve ha proposto anche degli scambi. In alternativa a Gomez piacciono James (valutato 60 milioni) e Isco che con Zidane si sentono sacrificati, per i quali la Signora stravede da tempo. L'affare è complicato, Isco ha già detto di voler restare a Madrid, James è combattuto, ma per entrambi il problema sarebbe l'ingaggio. Ingaggio che ha bloccato anche il tentativo di prendere Cavani. Il Psg non si è messo a trattare, ma un'operazione del genere costerebbe cinquanta milioni più un ingaggio da 7-8 milioni. Non piace più di tanto Sanchez, troppo simile a Dybala, che l'Arsenal metterebbe sul mercato qualora riuscisse a prendere Morata.

Un altro grande sogno di Marotta è Pjanic. La trattativa è stata condotta bene, sott'acqua, per diverso tempo. La Juve era pronta a sborsare la clausola di 38 milioni, ma la Roma si è messa pesantemente di traverso. Sta cercando di convincere il ragazzo a restare, si sono mossi anche Nainggolan e De Rossi, per non smantellare il centrocampo e dimostrare di voler fare una squadra da scudetto, Sabatini ha deciso di non vendere il belga, mettendo invece sul mercato Rudiger. Ora Pjanic ha forti dubbi, forse resterà a Roma.

Comunque la Juve ha deciso che la priorità è avere un centrocampo più forte e più duttile, per un altro attaccante con Dybala, Mandzukic, Zaza e Berardi (in arrivo), si può ragionare con più calma aspettando il colpo giusto.

Colpo che la Roma spera di fare con l'Inter scambiando Dzeko con Icardi. Mancini in un primo tempo aveva dato l'ok all'operazione, ma l'argentino non vuole lasciare Milano per Roma, allora meglio l'estero. Le offerte non mancano. Ma se serviranno risorse per il fair play finanziario, l'Inter ha deciso di sacrificare Handanovic e nessun altro.

Berlusconi sta cercando di sacrificare se stesso, cioè il suo amore, per salvare il Milan, ma la cessione ai cinesi (dead line il 15 giugno) si complica. Trattare con una cordata è complesso e i cinesi sono pignolissimi e rigidissimi, sui conti e sulle clausole. Non è bastato il sì di Berlusconi alla vendita del pacchetto di maggioranza, troppe altre cose non tornano. Nel frattempo c'è da scegliere l'allenatore.

I cinesi vorrebbero un nome forte (Emery o Pellegrini) che costa, Berlusconi invece punterebbe su un profilo italiano più basso (Giampaolo? Brocchi?) e meno costoso. Se i cinesi non diranno sì alla svelta come finirà? C'è chi ha suggerito Garcia. Vedremo. Garcia è stato accostato anche alla Fiorentina che per altro dieci giorni fa ha confermato Sousa. Però alcuni discorsi del portoghese sul presidente Cognigni non sono piaciuti, c'è la sensazione che Sousa non abbia capito la volontà dei Della Valle. Sta ancora tirando la corda? Forse. Anche per questo la Fiorentina si sta cautelando e cautelandosi si è arrivati a Garcia, o addirittura a Giampaolo che piace molto a Corvino per molti nuovo Dt viola. Che succede? Il ritorno dei Della Valle da un viaggio di lavoro in Cina dovrebbe porre fine a questo stucchevole valzer e dira chiaramente e definitivamente da chi sarà guidata la Fiorentina l'anno prossimo.

Intanto però Pradè sta trattando Mario Rui con l'Empoli. Il terzino prenderebbe il posto di Pasqual che viceversa dovrebbe chiudere la carriera proprio a Empoli, vicino a casa.

Sempre in tema di allenatori, Sarri dovrebbe rinnovare a giorni. De Laurentiis ha speso grandi parole, ora è il tempo dei fatti. Fatti che arrivano dal mercato. Dopo Tonelli con Lapadula ai dettagli, viste le difficoltà di arrivare a Vecino, Giuntoli sta puntando su Klaassen e Hector Herrera nomi già inseguiti a gennaio. Non è sul mercato, invece, Koulibaly per il quale il Chelsea era pronto a sborsare 30 milioni.

Ieri si è accasato Iachini all'Udinese, martedì il Toro dovrebbe annunciare Mihajlovic. Ventura andrà in Nazionale come Ct con Lippi Dt . La candidatura forte era Montella, ma è caduta per l'opposizione di Lotito, "troppo romanista" lo ha bollato. E poi Tavecchio continua a dire che Lotito non conta...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
05.12 - Mi e vi devo fare una promessa: in questo mio spazio del lunedì non parlerò più del closing Milan fino alla firma del contratto, alla stipula davanti al notaio, ai comunicati ufficiali e alle foto di rito. Anche se dovessero arrivare altri 100 milioni di euro dalle banche...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Andrea Losapio

04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.