HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Napoli, il centrocampo piange e si è perso tempo inseguendo Mascherano. Ma il Bilbao si può battere con l'organico attuale

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
10.08.2014 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 33934 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Non sono preoccupato per la doppia sfida all'Atletich Bilbao, formazione energica, se vogliamo anche rude, ma con pochi elementi di caratura medio-alta. Il Napoli no, il Napoli è squadra tecnicamente più forte, anche così come è adesso, senza il rinforzo tanto atteso a centrocampo. Magari sarò clamorosamente smentito nelle prossime ore, col Napoli che annuncerà un fuoriclasse in mediana da inserire anche nella lista Champions dei preliminari. Magari... No, non sono preoccupato, perché confido nel lavoro di Rafa Benitez e nell'addestramento degli ultimi 12 mesi: ora la squadra sa come interpretare il teorema tattico del suo coach. Piuttosto sono attraversato da un senso di perplessità: perché la dirigenza non ha preso per tempo quel centrocampista di riferimento reclamato da anni e da svariati allenatori? Possiamo divertirci a parlare dell'intero scibile umano, capire se tizio può giocare meglio a destra o più avanti, se sia preferibile utilizzare quattro attaccanti oppure no, ma sono soltanto sfumature rispetto all'handicap vero del Napoli: la tenuta del centrocampo. Non per la qualità dei calciatori oggi presenti in rosa, perché Inler, Jorginho e Dzemaili giocherebbero titolari in tutte le big della serie A. E' il modo con il quale Benitez intende impiegarli che non convince, ed è la stessa ragione per la quale si è accettato in maniera silente e accomodante l'addio di Behrami, unico vero guerriero nel pacchetto centrale del Napoli. Gli arrivi di Andujar, Koulibaly e Michu sono stati preziosi per il valore intrinseco del loro utilizzo, cioè, andare a completare tre reparti comunque già coperti per numero e qualità. Serviva soprattutto altro. Ecco perché lascia perplessi il mancato decisionismo del Napoli sull'acquisto del top player a centrocampo. Bisognava intervenire al termine dell'ultimo campionato, quando fu certa la notizia della partecipazione alla Champions soltanto attraverso i preliminari. Se la doppia sfida per l'accesso alla competizione più importante (soprattutto economicamente) d'Europa era stata rappresentata come il momento-bivio dell'intera stagione 2014-2015, allora sarebbe stato ragionevole e necessario dragare l'Europa tutta (ma questa operazione è di routine nello scouting del Napoli) per individuare, bloccare e subito acquistare ciò che serviva. Non vorrei che ciò non sia accaduto perché persi dietro l'illusione di prendere Mascherano. Tornando indietro nella memoria, il Napoli si era mosso con largo anticipo, proprio nel pressing sullo Jefecito attraverso il manager e lo stesso Rafa Benitez. "Prendiamo lui e diamo la svolta a tutto il centrocampo" sarà stata la spiegazione data da don Rafè a De Laurentiis. Giustissimo, con Mascherano davanti alla difesa tutta la squadra ne avrebbe acquistato in personalità e sicurezza. Giustissimo anche dare carta bianca a Benitez, perché lui dice di aver fatto il coach manager dovunque, tranne all'Inter. Però doveva avere subito il piano B nel caso in cui il Barcellona avesse trattenuto (come poi è accaduto) Mascherano. Per questo, anche Benitez ha le sue responsabilità, perché avrebbe dovuto proporre un nome sul quale il Napoli poteva avere maggiori chance di riuscita, un giovane di grande pregio e prospettiva e non altri big per avere i quali occorrono tempo e denaro. Ecco, il nome giusto doveva essere Christop Kramer. Prima di andare ai Mondiali sarebbe stato decisamente più semplice prenderlo dal Bayer secondo la cifra richiesta (13 milioni) e convincere il ragazzo a vivere una dimensione di calcio superiore a quella del Monchengladbach. Invece, si è perso altro tempo inseguendo i vari Lucas Leiva, Sandro, Mario Suarez, Javi Garcia e quelli come loro che non lasciano le realtà vincenti, a meno di non corrispondere un prezzo (in ingaggio e cartellino) superiori alla media. Queste sono riflessioni migliorative, considerazioni per provare a spiegare ciò che i tifosi del Napoli ancora ed a giusta ragione non comprendono. No, a Napoli non sono preoccupati per la doppia sfida con il Bilbao, sono sicuramente perplessi per la strategia di mercato avuta dal Napoli finora: cedere il miglior elemento del centrocampo per sostituirlo con il ritorno di Gargano, il cui addio nessuno aveva rimpianto.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Troppe polemiche, ci si mette anche Mourinho... Spalletti-Totti, uno è di troppo! Milan, Donnarumma resta. 15.03 - La primavera è alle porte, speriamo che, con l’arrivo delle belle giornate, le menti più fumantine riescano a rilassarsi… Basta polemiche. Non mi interessa chi ha torto e chi ha ragione, so solo che stiamo esagerando (mi ci metto anche io). Seguiamo ogni partita con occhio clinico,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tira una strana e “nuova” aria attorno alla Signora. Inter: Zhang e il destino di Pioli (occhio al dato su Simeone). Milan: ultime sul closing (con sorpresa sulla data?). Napoli: un assist a Sarri. E sul regolamento… 14.03 - Eccoci qui. Volevo spiegarvi le regole del calcio. Che sono semplici. Perché se non lo fossero, allora sarebbe un problema. E noi non vogliamo problemi. Quindi eccovi le regole del calcio, così come le abbiamo capite. REGOLA DEL FALLO DI MANO A meno che tu non sia il portiere...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

L’Inter esagera… il Milan anche! Tutti sul carro di Luis, uomo perfetto per il Napoli. Samp, fissa il prezzo! Tavecchio stravince, Abodi ecco dove hai sbagliato… 13.03 - Se dall’altra parte del mondo, un uomo in Sudafrica non guarda le partite di serie A e non legge i giornali, ma vede solo i risultati, penserà che da inizio stagione ad oggi e da una domenica all’altra in Italia siamo impazziti. Prendete l’Inter e portate a Coverciano l’esempio di...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.