HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Non sparate sulla Juve: a gennaio il colpo Champions! Inter, strana aria (e un segreto) attorno a De Boer. Milan: 9 punti per ricominciare a sognare (occhio al ds e a... un nuovo rossonero). Consigli per il fantacalcio!

06.09.2016 07.38 di Fabrizio Biasin  Twitter:   articolo letto 135960 volte
© foto di Alessio Alaimo

Ben ritrovati. Per iniziare ricordiamo a tutti che Gigi D'Alessio se la passa male. Ognuno dia una mano secondo le proprie disponibilità: un'aragosta, due ostriche, qualcosa. Potete inviare le vostre offerte all'indirizzo di posta elettronica nondirglimai@chesiamostatialettoperungiornointero.gigi. La facile ironia nei confronti del D'Alessio vi fa capire come la pausa per la nazionale abbia stroncato ogni fantasia, ogni stimolo all'azione. C'è qualcosa da scrivere? No. I quotidiani, per dire, a sei giorni dalla chiusura del mercato hanno voltato pagina? Giammai, parlano di mercato. "Occhio che Donnarumma scappa". Prima o poi capiterà, ma adesso dove va? A Cinisello? La verità è che c'è poco di cui dibattere e quindi ci si arrangia alla meglio.

Anche questo editoriale, per dire, è certamente sciapo. Facciamo i complimenti a Ventura per la sua prima vittoria in azzurro, soprattutto a Pellé che guadagna palanche ma non perde lo spirito da bomberone. Il resto son pensieri dedicati agli incontentabili. Quelli che "Eh ma la Juve ha toppato, doveva prendere il centrocampista! Che errore da dilettanti!". Cioè, c'è veramente chi non riesce a darsi pace per il mancato arrivo di Witsel, buon giocatore, per carità, ma certo non la prima scelta di Allegri o della società bianconera. A guardar bene meglio risparmiare qualche milioncino e aspettare gennaio: non sarà la fine del mondo. La Juve ha una squadra B (quella dei non titolari) potenzialmente in grado da sola di arrivare nei primi 4 posti in serie A, pungolare i dirigenti con frasi come "sanno solo acquistare giocatori con la clausola" sembra quantomeno irriguardoso. Eppure c'è chi lo fa.

In casa Inter, per dire, c'è chi vorrebbe già la testa di De Boer. Addirittura si sente parlare di "allenatori tenuti in caldo se le cose dovessero precipitare". Per carità, l'approccio dell'olandese con la serie A non è certo stato dei più lucidi, ma certe stroncature odorano di sciacallaggio bello e buono. Se vogliamo fanno sorridere anche certi "consigli": "L'olandese deve affidarsi a chi conosce il calcio italiano", come se in Italia si trattasse di uno sport diverso. "Oh, Frank, ricordati domenica di metterne 11. Ah, tieni presente che in porta c'è uno che la può prendere con le mani". Suvvia, contro Chievo e Palermo avrà anche sbagliato, ma se ha vinto quello che ha vinto (da giocatore e tecnico) non dev'essere proprio l'ultimo dei fessi.

Quindi il Milan, la società che in questa noiosa "pausona" per la nazionale offre qualche notizia di buon interesse. Chi scrive ha rotto le balle a una buonissima fonte rossonera. Se vi fidate, ecco il succo per punti:

1)Fassone sta effettivamente ragionando sulla squadra "ristretta" di uomini che lavoreranno con lui.

2)quanto riguarda il direttore sportivo ha tre nomi in agenda, quella che con una bruttissima forma possiamo definire una "short list". Nessuno dei tre è stato contattato perché il futuro ad attende l'arrivo dei famosi 85 milioni dei cinesi per impegnarsi ufficialmente con il prossimo braccio destro. In molti si sono "auto-proposti".

3)Nella testa di Fassone c'è spazio per un nuovo capo della comunicazione e un nuovo direttore commerciale. Anche in questo caso sono arrivate molte auto-candidature.

4)L'ultimo spazio in "squadra" sarà "certamente riservato a un ex rossonero". Domanda di Biasin: "Maldini? Albertini?". Risposta: "Sono figure molto molto gradite". A quanto pare anche con questi al momento non c'è stato alcun contatto per la famosa questione "aspettiamo prima di chiudere la faccenda 85 milioni".

5)All'arrivo degli 85 nascerà un temporaneo triumvirato (Galliani, Barbara Berlusconi, Fassone) destinato a sciogliersi il giorno della firma del closing (primi di novembre) quando Fassone assumerà il ruolo di amministratore unico.

6)Il prossimo mercato di gennaio sarà già "importante", ma nell'ottica di una sessione spesso e volentieri "a serio rischio bidoni", è probabile che la prima vera campagna di rafforzamento andrà in scena la prossima estate.

7)Il Milan nei prossimi tre anni disporrà di circa cento milioni da spendere sul mercato per ogni stagione sportiva (estate + inverno). Questo è scritto nero su bianco negli accordi firmati da Berlusconi con i futuri proprietari.

8) Fassone non è intervenuto in nessuna scelta presa nell'ultimo mercato, né ha mai parlato con mister Montella. Questo per rispetto di Galliani e di chi ancora sta lavorando per il Milan.

9) Il Milan ha davvero ricevuto offerte per Romagnoli e De Sciglio, entrambe respinte per volere congiunto di vecchia e nuova proprietà.

Per carità, qui nessuno ha scoperto l'acqua calda, ma quantomeno possiamo garantire sulla solidità della fonte.

Saluti. Nei giorni tristi di settembre per fortuna c'è il Fantacalcio, vera consolazione per molti pisquani come il sottoscritto. Vi lascio con qualche definizione "a caso" di Fantacalcio (Twitter: @FBiasin @ilsensodelgol Mail: ilsensodelgol@gmail.com).

1)Il Fantacalcio è quella cosa che ti permette di levarti dai maroni una sera dalla tua fidanzata o moglie per fare l'asta. Mogli e fidanzate rompono il cazzo sempre, ma se gli dici "ho l'asta del Fantacalcio" in genere concedono l'uscita. Se tu che stai leggendo hai pensato "a me non l'ha concessa" probabilmente hai sposato la Merkel.

2)Il Fantacalcio è quella cosa che all'asta ti sbronzi molto e compri Patric della Lazio "perché è il suo anno".

3)Il Fantacalcio è quella cosa tutta giocata sulla psicologia. Tipo che tu pensi "adesso dico DIECI! Per far credere che mi interessi molto Nagatomo e così di sicuro qualcuno rilancia e lo fotto" e poi nessuno rilancia. Forse solo quello che ha preso Patric. Ma neanche.

4)Il Fantacalcio è quella cosa che all'ultimo uno "non può". E allora esistono i sostituti di quello che "non può", generalmente persone disperate e assai corruttibili. "Se ti do l'ultimo sorso di Cynar mi lasci Maresca?". "Eh ma lo voleva Ugo che non è potuto venire per impegni inderogabili". "Va bene, dì pure addio al Cynar". "Ok, ti lascio Maresca. Posso portare a casa la bottiglia che faccio collezione?".

5)Il Fantacalcio è quella cosa che tutti bene o male pensano di sapere il trucco. "Higuain? Ahahaha, ingenuo! Te lo lascio, molto meglio Tchanturia dell'Empoli per una questione legata alle statistiche Opta! Pistola!". E invece poi la storia dice che curiosamente è meglio Higuain.

6)Il Fantacalcio è quella cosa che da qualche anno c'è sempre uno che fa l'asta via Skype. In genere o è il marito della Merkel o è un tuo amico australiano. Se è il tuo amico australiano stai certo che dopo il grande entusiasmo mostrato all'asta smetterà di mandare la formazione alla seconda giornata. "Non hai mandato la formazione, cazzo!". E lui, serafico: "Colpa del fuso".

7)Il Fantacalcio è quella cosa che certamente durante la stagione qualcuno proverà a truffare. "Hai giocato in 13 con 7 attaccanti. Credo non si possa". "Se non lo dici agli altri ti offro un Cynar". "Vabbè, togli almeno una punta". Il Cynar conta molto a Fantacalcio.

8)Il Fantacalcio è quella cosa che "Allora, il totale è 500: spendo massimo 50 per i portieri, 100 per i difensori, 150 per i centrocampisti e 200 per le punte. Facilissimo. Quest'anno non mi faccio fottere da Handan...". "Allora, si parte: chiamo Handanovic!". "Settanta!". "Tuo".

9)Il Fantacalcio è quella cosa che se la tua fidanzata o moglie ti ha dato il permesso senza creare troppi problemi è consigliabile tornare a casa a sorpresa e prima delle due, ché il rischio di trovare Ugo nell'armadio - quello dell'impegno inderogabile - è elevato.

10)Il Fantacalcio è quella cosa che quando vai al ristorante obbligato dalla fidanzata aspetti che lei vada al cesso per guardare "livescore" e finalmente esultare: "è entrato Melo! Gioco in 11!". Ma poi Melo si fa espellere e bestemmi in turco. E lei: "Uh quante storie per il Fantacalcio. Ugo non fa mai queste scene. A proposito, quando fate quello di riparazione?".


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
04.12 - Sono allo Juventus Stadium per la gara fra padroni di casa e Atalanta. E vedo la squadra di Allegri che gioca come non fa mai nemmeno in Europa, figuriamoci in Italia. Forse è demerito nerazzurro ma la disfatta con il Genoa forse ha fatto suonare un campanello di allarme, come...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Mauro Suma

Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.