HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
-10 alla fine del mercato: da chi aspettarsi il grande colpo?
  Atalanta
  Bologna
  Cagliari
  Chievo Verona
  Crotone
  Empoli
  Fiorentina
  Genoa
  Inter
  Juventus
  Lazio
  Milan
  Napoli
  Palermo
  Pescara
  Roma
  Sampdoria
  Sassuolo
  Torino
  Udinese

TMW Mob
Editoriale

Occhio alle panchine delle big d'Europa, molte in bilico, Milan compreso. Thohir e la rivoluzione silenziosa. Gli obiettivi della Roma...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
01.05.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 33056 volte
© foto di Federico De Luca

Ora che la stagione sta arrivando alla sua stretta finale cominciano le profonde riflessioni. E siccome il domino delle panchine parte sempre dall'alto, attenzione alle delusissime e alle deluse l'Europa. Eh sì, perché da loro poi si innesca il famoso meccanismo a catena. Cambieranno sicuramente (o quasi) almeno 5 big. Conferme ufficiali non ce ne sono, ma forti, fortissimi indizi sì. Il Monaco (Ranieri), lo United (ora Giggs), il Milan (dopo Allegri, Seedorf), Tottenham (Sherwood dopo Villas Boas) e Barcellona (Martino). Queste le 5 che hanno quasi deciso. E quelle che possono spostare gli equilibri. Perché sono panchine pesanti, dove generalmente girano soldi e grandi progetti. Generalmente perché al Milan ora grande disponibilità economica non c'è, ma il prestigio è sempre lo stesso. E visto che Seedorf (alla prova derby) è tutt'altro che saldo i nomi che si fanno sono tutti plausibili: Inzaghi quello favorito, ma le vecchie fiamme (Spalletti) o i milanisti (Donadoni) non sono piste da scartare a priori. La situazione del Milan è quella che ci interessa più da vicino. Ma il movimento sulle panchine non finisce a Milano. Attenzione anche al Galatasaray (Mancini) all'Arsenal (Wenger ha detto che se i tifosi non lo vogliono più è pronto a lasciare, ed ha il contratto in scadenza). E poi una particolare menzione ce l'hanno il Bayern Monaco che come ambiente non ha digerito la cura Guardiola e il City ora ha in mano la Premier: ma se Pellegrini non dovesse vincerla rischierebbe eccome. Ecco a chi e cosa puntano gli allenatori emergenti in giro per il mondo.

Conte, Simeone, Garcia e De Boer. Corteggiati, sponsorizzati, ricercati. Difficile, difficilissimo che lascino. Soprattutto gli "italiani". C'è un progetto da continuare a coltivare. E ancora (soprattutto per Conte) non è il caso di parlare di futuro, quando c'è da giocarsi ancora l'ultima fetta della stagione. Anzi: parlare di futuro juventino per Conte è tutt'altro che azzardo. Alla fine del rush ci sarà il tempo per cominciare a buttare giù la strategia per la prossima campagna acquisti: capire come (e se) resistere alle tentazioni e in che ruolo mettersi alla ricerca di giocatori in grado di far crescere la Juve. E il settore offensivo (nonostante la grandissima stagione di Tevez e Llorente) è quello che subirà i maggiori cambiamenti.

Certezze al momento non ce ne sono, da nessuna parte. Le pedine si stanno muovendo, si sta rispondendo ad interrogativi lunghi una stagione. E in questo periodo sempre si pensa a una grande rivoluzione. Ma di squadre che hanno deluso ce ne sono. E quindi anche movimenti.

Anche l'Inter è pronta alla rivoluzione. Più silenziosa, ma non meno profonda. L'identikit di Thohir è chiaro: giovane e famoso. Perché i giocatori dell'Inter devono aiutare la società ad espandersi nel mercato. Benissimo Vidic (in qualità di ex Manchester è famosissimo in Asia), benissimo Nagatomo (in Giappone ha un enorme seguito), perfetto Hernanes che in Brasile ha aperto il mercato. A lui si aggiungerà (molto probabilmente) Nilton. L'Argentina perderà qualche protagonista (Milito, Zanetti e molto probabilmente anche Samuel e Cambiasso) ma rimane sempre Palacio e soprattutto Icardi, quello che più di tutti rappresenta il nuovo FF: forte e famoso. Con chiara allusione a twitter, stavolta non per le sue foto con l'amata ma per testimoniare il fatto che sia giovane. Eccola la nuova pelle dell'Inter: fresca, dinamica, vincente e internazionale. Il botto sarà in avanti: ma di strada ce ne sarà ancora da fare da qui al colpo.

Anche la Roma comincia a programmare: tutti vogliono che rimanga Pjanic (Garcia in testa) si sta lavorando sul rinnovo da tempo. Ma ancora la firma non c'è stata. E le sue magie continuano a ingolosire mezza Europa (PSG in testa, che ha fatto un sondaggio anche con il Verona per Romulo). Potrebbe essere questo il "problema" della Roma. Che ha intenzione di prendere un difensore centrale (Toloi non verrà riscattato, sempre seguito Astori), un terzino (Kolarov uno dei nomi) un centrocampista, soprattutto dovesse partire Pjianic (a piace Paulinho del Tottenham) e un attaccante esterno (il nome di Aubameyang è tornato di moda).

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, se tutto va bene sarà l'ultimo Deulofeu della storia. Habemus "Papum", che esplosione! Inter, tre anni per arrivare sul tetto d'Europa. Un Manolo in "Gabbia"  23.01 - E' arrivato Gerard Deulofeu. Erano circa le 19:00 in Italia, Malpensa era presa d'assalto dai cronisti sportivi italiani e Rai e Canale 5 interrompevano la programmazione per darne la notizia. Ad accoglierlo il noto Direttore Sportivo rossonero Rocco Maiorino, conosciuto per le operazioni...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Andrea Losapio

Una settimana da Kalinic. La Juventus chiude il mercato, la Roma lo apre, il Milan con Deulofeu aspetta Gomez dall'anno prossimo. Serie A più divertente: sarebbe meglio ridistribuire i proventi televisivi 22.01 - Non mi capita molto spesso di parlare bene della mia categoria professionale. Anche perché è in continuo movimento, c'è chi si ancora a vecchi capisaldi - perché nato con la carta stampata e, più in generale, non digitale - e chi mette zizzania perché pensa di cambiare completamente...

EditorialeDI: Mauro Suma

Cercasi fotografo per Deulofeu. Juve-Milinkovic Savic: qualcosa è cambiato. Allegri circondato dagli Inzaghi. Simeone, nuovo snodo Inter-Juve 21.01 - Esattamente due anni fa. Il sabato precedente Milan-Atalanta, il Milan sognava Witsel. Ma nel frattempo si preparava ad accontentarsi di Suso. Svanito infatti in poche ore il sogno Witsel, stessa sorte che sarebbe capitata ad altri Club notoriamente più capaci sul mercato, e persa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.