HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Panchine: ecco tutte le tessere per completare il puzzle

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
12.05.2016 00.00 di Luca Marchetti  articolo letto 29899 volte
© foto di Federico De Luca

Ci siamo. Scaldate i motori, perché con il campionato all'ultima curva e i primi affari che si fiutano c'è già aria di calciomercato, da chi deve ricostruire a chi punta a vincere. Tutti - o quasi - con un punto interrogativo che viene prima di ogni operazione: chi sarà l'allenatore per la prossima stagione? Non ha questi pensieri la Juventus, brava a scacciarli con un rinnovo studiato e programmato per Massimiliano Allegri. Il Chelsea ci aveva pensato prima di scegliere Conte, ormai invece è ufficiale l'accordo fino al 2018. Serenità anche in casa Roma con Spalletti, all'Inter si va avanti con Roberto Mancini a meno di clamorosi ripensamenti da non escludere ma su cui ad oggi non c'è alcun segnale concreto. Ma il mercato sa sorprendere. Prendete Paulo Sousa: dalle continue voci sul possibile addio al suo stesso annuncio di essere pronto a restare ancora, bastano pochi giorni per scegliere la strada del futuro.

Sette partite invece sono state il test per Cristian Brocchi, la panchina del Milan non ha ancora un padrone sicuro per la stagione 2016/2017: deciderà Silvio Berlusconi, il presidente in persona ha scelto Brocchi e vorrà valutarlo. Le alternative? Montella, perché al Milan è apprezzato da tempo e la sua situazione con la Sampdoria è particolarmente delicata, un nome che resta assolutamente valido. L'alternativa è Marco Giampaolo, al momento solo un'idea non approfondita, si vedrà. E tutto dipenderà dalla scelta di Berlusconi su Brocchi. A proposito di Montella, in casa Sampdoria cosa succede: il derby perso ha lasciato il segno, le dichiarazioni post-Genoa sono state il sintomo di un rapporto delicato con la dirigenza per l'allenatore che Ferrero aveva voluto a tutti i costi. Adesso, una separazione è probabile a prescindere dal Milan: se Montella dovesse salutare (clausola permettendo, ma per la Samp quel milione di euro è trattabile) c'è Rolando Maran in pole position. Il favorito è lui sull'idea del ritorno di Beppe Iachini, più difficile pensare allo stesso Giampaolo (che comunque parlerà della permanenza all'Empoli, dove ha fatto benissimo) o a Stefano Pioli, altro protagonista del giro panchine perché in contatto con l'Udinese.

Mentre dall'altra sponda di Genova c'è da capire cosa decideranno di fare Gasperini e il presidente Preziosi, prende corpo l'alternativa Ivan Juric: contatti continui tra l'allenatore che ha portato il Crotone in Serie A e il suo ex presidente; anche un nuovo incontro in un hotel di Milano martedì mattina, con l'obiettivo di avvicinarsi su un triennale già pronto. Curiosità: nel legame passato di Juric con Gasp non c'è solo l'esperienza da giocatore, ma anche da vice ai tempi della breve esperienza all'Inter. Adesso, può prenderne il posto da erede al Genoa. Proprio a Genova ha lavorato con ottimi risultati Sinisa Mihajlovic, il passato alla Samp con quella visita di cortesia a Bogliasco però resta tale: nel suo futuro può esserci il Torino, contatti in corso qualora Giampiero Ventura dovesse salutare dopo anni sulla panchina granata (se chiamasse la Nazionale?). Il Toro ci crede, il discorso con Sinisa è ben avviato, l'alternativa è una vecchia conoscenza che ritorna nel giro allenatori: Walter Mazzarri. Per lui c'è anche l'ipotesi Premier League, dove in panchina parlare italiano sarà un'abitudine con parte del merito al capolavoro di Ranieri: dopo Conte al Chelsea è arrivata la conferma di Guidolin allo Swansea, adesso il Watford dei Pozzo vuole proseguire la moda italiana proprio con Mazzarri. Nei recenti colloqui, il profilo di Mazzarri è piaciuto; ma c'è l'alternativa Roberto Di Matteo ed è un'opzione che resta ancora in corsa, le valutazioni continueranno. Ma torniamo in Italia dove anche l'Atalanta può cambiare in panchina: al posto di Reja il preferito è Cesare Prandelli, idea interessante ma ancora da definire perché l'ex ct della Nazionale aspetta una chiamata dalla Lazio. Che è la grande protagonista sul mercato panchine di queste ultime ore, vista l'idea Prandelli sullo sfondo ma soprattutto la cena tra il presidente Lotito e l'ex ct del Cile, Jorge Sampaoli. Un personaggio straordinario da raccontare, volato a Roma per incontrare la Lazio e sondare le altre proposte europee tra AEK Atene e Valencia. Deciderà Lotito, senza dimenticare l'ottimo lavoro di Simone Inzaghi per cui non va ancora del tutto esclusa la riconferma. Perché il giro panchine è così: oggi c'è una certezza, domani il presidente cambia idea. Presto sarà tutto definito e chiaro. E allora si potrà partire col mercato. Tenetevi forte, abbiamo appena iniziato!

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, il 13 Dicembre resta il giorno. Roma, Napoli, Lazio, Milan non distraetevi. Berardi rimpiazza Gabigol all'Inter. Dani Alves torna a Gennaio, no emergenza Juve 03.12 - Poveri tifosi del Milan. E' come se li vedessimo. E per certi versi li vediamo. Costretti a compulsare siti, tv e social a tutte le ore del giorno e della notte per soppesare ogni sfumatura del particolare che arriva dal tal profilo twitter che fino ad oggi ha detto certe cose...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.