HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Gagliardini-Inter, è il nome giusto per completare la squadra di Pioli?
  Sì, al centrocampo nerazzurro servono qualità come le sue
  No, non è ha il physique du role per giocare all'Inter
  Sì, pescare tra i migliori giovani italiani è la via giusta
  No, il prezzo chiesto dall'Atalanta è assolutamente fuori mercato
  La Juve alla fine avrà la meglio

TMW Mob
Editoriale

Pellè meglio di Bacca. Il Napoli ripunta Soriano. Roma: un sogno chiamato Sportiello. Marotta, sogna la proprietà della Samp. Viola: Bernardeschi come Coman

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
19.12.2015 09.48 di Mauro Suma   articolo letto 48056 volte

Trattato in maniera nauseabonda a livello mediatico per dieci giorni, usato come potenziale flop per non aver segnato per tre partite alla stessa stregua di un magazziniere (con tutto il rispetto per tutti i magazzinieri d'Italia e per tutte le loro famiglie), Carlos Bacca è stato richiamato fantozzianamente in causa anche dopo assist e gol. L'ordine di servizio di ieri era troncare e sopire la vittoria del Milan a Genova, ed ecco puntale la tastierata. Bacca contro il Verona fa uno splendido assist di tacco per Bonaventura liberato davanti al portiere nel primo tempo, segna a San Siro; Bacca a Genova fa un assist a Niang per l'uno a zero, segna a Marassi. Ma è tutto inutile. Sembra sia meglio il trentenne Pellè. Pellè o Pelè? Districarsi fra i fumi del primo mattino non è semplice, per cui lasciamo il beneficio del dubbio. Oggi nell'ambiente rossonero c'è solo il gusto del disprezzo, dell'insulto, dell'odio. Il mercato scandaloso ha portato 8 gol da Bacca, 5 da Luiz Adriano, calcio che iniziamo a vedere sul serio da Bertolacci e solo sicurezze da Romagnoli. Spezia e Carpi fanno molto meglio del Crotone in coppa Italia, ma si drammatizzano solo i supplementari contro la bella realtà calabrese dimenticando che nel Gennaio 2012 il Milan dei fuoriclasse andò ai supplementari in Coppa anche contro il Novara ultimissimo in classifica. Ma che ne sanno di date e di Milan gli sfascisti dalla balla facile, che gliene importa. Questi sono i tempi. Gli odiatori diventano dichiaratori , un tanto al tocco e soprattutto una volta al giorno. Alternati, come le targhe di una volta in tempi di austerity. Già l'austerity dell'entusiasmo e della compattezza. Gente che a Milanello nessuno conosce le spara tanto grosse, o piccole, che a Milanello non interessa nemmeno smentire. L'interistizzazione del Milan galoppa. Tanto peggio, tanto meglio.

Roberto Soriano sta giocando bene e lo farà sempre più con Montella, se rimarrà alla Sampdoria. Il momento negativo dei blucerchiati (5 partite perse su 6, la sesta pareggiata solo grazie ad un regalo della Lazio, società in bilico, eppure tutto il pubblico blucerchiato incoraggia e applaude squadra e allenatore) non influisce su di lui. Dal momento che il Napoli, al terzo tentativo in questo senso in tre anni, non arriverà ad Andrea Poli, facilissimo immaginare un nuovo assalto di Sarri proprio a Soriano.

La Roma e la sua proprietà americana hanno un grosso problema. Lo stesso che la proprietà canadese del Bologna ha risolto passando da Delio Rossi a Roberto Donadoni. Ma quando lo avrà affrontato e superato, resterà il problema del portiere. Oggi i giallorossi non hanno un numero uno tutto loro, brandizzato e caratterizzato. La porta della Roma è non meglio identificata, con tutto il rispetto per l'attuale organico, è di tutti o di nessuno. Ecco perché l'atalantino Marco Sportiello è una frontiera davvero possibile per la società giallorossa.

Beppe Marotta si sta togliendo ogni tipo di soddisfazione alla Juventus, di carattere sportivo e di carattere professionale. Vince la sua squadra e vince la sua immagine. Tutto bello ma non eterno. La Sampdoria gli è rimasta nel cuore. La Sampdoria è davvero in difficoltà. E lui culla un sogno: diventarne proprietario, dopo esserne stato amministratore delegato nella miglior era Garrone. L'ambiente del calcio lo sa e lo conferma.

Federico Bernardeschi è il classico giocatore del calcio moderno. Giovane, tecnico, dinamico. Cambia passo e cambia il fronte di gioco con grande facilità. E' fatto apposta per il calcio playstation che sta prendendo piede soprattutto a livello internazionale. E' viola dentro, gigliato vero, toscano nell'anima. Vorrebbe restare a Firenze per tutta la carriera, ma non solo lui stesso sa che non sarà possibile: il fatto è che i tempi potrebbero precipitare. Come è accaduto a Coman, fronte Juventus, tutto può diventare dannatamente veloce. Gli estimatori in Germania e in Inghilterra non mancano per Federico e la Fiorentina ha già provato l'effetto benefico sui conti indotto dalle cessioni di Cuadrado e Jovetic. E' il calcio di oggi, bellezza.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Verratti alla Juve, la chiave è Orsolini. Tolisso, dieci giorni per il colpo. Idea Rakitic. Inter, Moratti prende le quote di Thohir? Kalinic bloccato: la Viola non trova il sostituto 20.01 - Inutile girarci attorno: i problemi della Juve nascono tutti dal centrocampo. Le colpe e i ritardi di Allegri ci sono (ne parlerò dopo), ma non si possono non chiamare in causa anche Marotta e Paratici che in due mercati estivi non sono stati in grado di comprare un centrocampista...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan, Deulofeu si avvicina. Kalinic si allontana. Defrel-Roma tutta in salita. Cassano ora che fa? E i grandi colpi in B... 19.01 - Partiamo dall'ultima notizia arrivata in serata. L'Everton ha dato segnali di apertura per il prestito di Deulofeu con diritto di riscatto al Milan. È evidente che questo tipo di apertura ha suscitato un moderato ottimismo fra i dirigenti rossoneri, anche se ora bisognerà discutere...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Cina si dà una regolata! Coppa d'Africa, effetto Billiat... Aiutiamo Drogba! E il mercato? 18.01 - Fa freddo, fa freddissimo a Milano… Note climatiche a parte, tanto di cui disquisire. Partiamo dalla Cina. Finalmente anche il governo cinese ha capito che qualcosa non torna. Le spese folli dei club cinesi stanno “inquinando” il prodotto calcio. Esborsi assurdi, inverosimili, fuori...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: fuori dal campo sta succedendo qualcosa di grosso (e i cinesi trattano con  un attaccante!). Inter: i segreti di Nanchino e le prossime mosse di Ausilio. Milan: la decisione su Deulofeu. Napoli: e se Maradona... 17.01 - Ci tocca partire con una cosa seria. Molto seria. Pure troppo. La potenza di Tuttomercatoweb ha generato il “dramma dei pizzoccheri” che vi vado brevemente a raccontare. (Ricordatevi che è tutto molto serio. Serissimo). Settimana scorsa ho iniziato l’editoriale con la consueta...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Da Orsolini a Gabbiadini, quando gli agenti sbagliano parole e strategie. Dalla Juve all'Inter: le cifre che "drogano" il mercato. Ombre e luci su un gennaio atipico. Palermo verso la B e Lo Faso fa la Primavera... 16.01 - Sapere che è, quasi, tutto finito a metà gennaio, sinceramente, ci porta un pò di tristezza. Poi capiamo le mosse di mercato dei dirigenti italiani e ce ne facciamo una ragione. Non a caso questo è il primo mercato di gennaio di programmazione e non distruzione. Crotone, Pescara e...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alla fine tutti si scansano con la Juventus, Napoli e Roma un po' meno. Tornerà la grande Milano, almeno la parte cinese delle due. Mercato a costo zero, tranne per i cinesi: Zidane costa 285 milioni, Buffon 110 e Veron 120 15.01 - Abbiamo negli occhi ancora la - ennesima - bella prestazione dell'Atalanta contro la Juventus, con i nerazzurri capaci, negli ultimi dieci minuti, di mettere in seria difficoltà i bianconeri. Bravo Gasperini, bravo Latte Lath, se non ci fosse la Juve un dieci euro sullo Scudetto nerazzurro...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gagliardini-Caldara, una simpatica zuffa a suon di milioni. Le spallucce di Montella, le spallucce del Milan. La Champions della Juve passa da Dybala 14.01 - Una volta si cantava vengo anch'io no tu no. Oggi si canticchia all'avversario l'hai pagato di più tu, no invece tu. Non sappiamo chi si contenterà, ma certamente chi gode è l'Atalanta. Visto che il motivo del contendere è chi ha speso di più fra Inter e Juventus, fra Gagliardini...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Inter: scontro totale sul mercato. Verratti conteso a colpi di milioni. Chi ha buttato i soldi per Gagliardini e Caldara? Zaza al Valencia. Pioli vuole Vrsaljko 13.01 - Una buona strategia di marketing l’avrebbe suggerito, andare addosso ai più forti, a chi comanda il mercato o la situazione, funziona sempre. L’aggressione. E’ quello che, milione più milione meno, sta facendo l’Inter, tornata a braccare la Juventus molto da vicino. Il caso Gagliardini...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter: Gagliardini e le uscite. Deulofeu passi in avanti. Colpo Genoa e Fiorentina. Tutte le punte della B 12.01 - Finalmente Gagliardini è ufficialmente un giocatore dell’Inter. Colpo dei nerazzurri anche perché (praticamente a sorpresa) il giocatore arriva in prestito sì, ma biennale. Vale a dire che i 20 milioni di euro fissati per il riscatto andranno pagati nel 2018, consentendo così all’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

CR7, un anno da 102 milioni! Milan, trovato il secondo... Brava Inter! Dybala, per ora solo Juve 11.01 - Il mondo dei tifosi pallonari si divide in due grandi masse. C’è il popolo dei fedelissimi di Cristiano Ronaldo e quello che vive per Messi. Il portoghese e l’argentino, da anni, sono il gotha del calcio mondiale. Bene, i due stanno vivendo momenti diametralmente opposti. CR7 ha vissuto...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.