HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Doppio confronto Napoli-Juventus: come finirà?
  La Juve vincerà entrambe le gare
  Il Napoli avrà la meglio in entrambe le sfide
  La Juve mantiene il vantaggio in A ma perde in Coppa
  Il Napoli recupera in A ma esce in Tim Cup

TMW Mob
Editoriale

Pimpanti e vincenti con la Roma, grigi e scialbi con le medio piccole: qual è il vero Napoli? Solo la continuità dei risultati potrà permettere di superare il complesso di superiorità che limita i sogni

Laurea in Giurisprudenza, scrittore, giornalista professionista, radiocronista dal 1985 e telecronista Mediaset Premium per le partite del Napoli. Corrispondente di Tuttosport, coordinatore per Piùenne, produce e conduce "Si gonfia la rete"
02.11.2014 00.00 di Raffaele Auriemma   articolo letto 18543 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Adesso saremo costretti a macerarci per altri giorni ancora nell'inquietante dubbio: ma il Napoli è quello pimpante e vincente che ha demolito la Roma, oppure quello che dei secondi tempi grigi e sciapi contro l'Inter, l'Atalanta ed a Berna con lo Young Boys? Lo scopriremo presto, ma intanto è piacevole rimirarsi allo specchio di una prestazione da reputare perfetta. Cattivi e convinti, ben allenati eppur spreconi, quasi quasi anche rispettosi delle clamorose debolezze mostrate da una Roma che al San Paolo avrebbe potuto prenderne altri sette dopo la scoppola firmata Bayern. E' la storia a confermare che la squadra di Benitez si trasforma contro le big, avendone vinte 8 e pareggiate 3 tutte le volte che i tacchetti sono stati incrociati con chi in apparenza avrebbe dovuto essere meglio degli azzurri. Questione di stimoli che troppe volte, così come evidenziato anche da Benitez, sono venuti meno al Napoli al cospetto delle formazioni di rango medio-basso. E' come se Hamsik e compagni fossero colpiti da un "complesso di superiorità" che li porta ad impegnarsi al minimo nelle sfide apparentemente alla loro portata, quasi alla stregua di pratiche da sbrigare con il minimo impegno e l'errata convinzione che la diversa posizione in classifica determini il risultato apriori. Questo è il momento giusto per sapere, capire, se il Napoli avrà fatto tesoro dei suoi errori ed esaltare al massimo le caratteristiche di una squadra competitiva già nella passata stagione. Competitiva e convinta che in gara secca nessuno può sentirsi convinto di farla franca. Nemmeno la Roma e la Juventus, cioè quelle che tutti hanno sempre dato come le uniche padrone di questo campionato. E' possibile allargare la "famiglia del tricolore" ad un terzo o addirittura ad altri componenti? Dopo 10 giornate di campionato è complicato, oltre che rischioso, esprimere certezze che possono variare all'improvviso soprattutto quest'anno. Il campionato è apertissimo con le prime 10 squadre che possono recitare ogni ruolo ed avere tutte le stesse ambizioni, dallo scudetto all'ultimo dei posti utili per l'accesso in Europa League. Sempre che la Juve capolista abbia altre giornate-no e quelle che inseguono dimostrino di essere abili ad approfittarne. Continuità: questa dovrà essere la parola-chiave per il Napoli che pare essersi scrollato di dosso quell'appannamento nel desiderio, un sentimento provocato dalla prematura eliminazione in Champions League. Tutto è ancora possibile e peccato per certi errori che hanno sottratto punti importantissimi in chiave scudetto. Sì, quel tricolore per il quale anche De Laurentiis si era impegnato con i tifosi durante il ritiro estivo. Oggi è prematuro parlarne nuovamente, soprattutto all'indomani di un successo chiaro, inequivocabile, nel corso di una partita in cui tutto è andato per il verso giusto. La prova del nove arriverà quando al Napoli si ripresenteranno circostanze nelle quali sarà utile sfruttare ogni minima opportunità per andare a rete, perché magari l'avversario dimostrerà di essere più reattivo e combattivo della Roma spompata vista al San Paolo. Oppure quando sarà necessario modificare in corsa l'assetto tattico della squadra, per adeguarsi e scardinare le mosse adottate da chi scende in campo con il solo obiettivo di non farti giocare. In Italia funziona così, non sempre vince chi gioca meglio. Pimpanti e vincenti come con la Roma oppure indecifrabili come contro le piccole? Al campo di gioco l'ardua sentenza...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Icardi giura amore eterno ed ecco la squadra per vincere. Il Milan scommette sul suo futuro, la Roma guarda in giro per le panchine, la Juve e gli attaccanti…  30.03 - Icardi lancia il messaggio d’amore all’Inter. Il problema del rinnovo di contratto di quest’estate sembra lontano anni luce, ora è nerazzurro a vita. E c’è da credergli, perché l’ha detto a tutto il mondo, senza filtri, rispondendo alle domande dei suoi tifosi. Vuole rimanere all’Inter,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Ferragosto con la Serie A? Favorevole... Milan, ansia da closing! Conte-Neymar, la verità! Totti, ci siamo? 29.03 - Settimana all’insegna delle polemiche… Tutti a lamentarsi, tutti a discutere, tutti a parlare (spesso inutilmente). Perché? Forse la pausa per la Nazionale o, forse, non possiamo proprio farne a meno delle polemiche… Non ne parlo, come al solito mi interessa soffermarmi su altro....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: polemiche a raffica, un arrivo e un solo vero pericolo. Milan: la svolta, le ultime sul closing e i segreti di Mr Li. Inter: si sogna un colpo da sceicchi (ma occhio alle bufale)! Napoli sospeso tra Sarri e Higuain 28.03 - In quel tempo c'era la pausa per la Nazionale. E la pausa per la Nazionale portava polemiche sterili e invenzioni di mercato. E tu chiamavi i direttori sportivi e chiedevi "si parla molto di mercato, dimmi tutto!". E loro: "C'è la pausa per la nazionale, siamo in vacanza, vatti a...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Le infiltrazioni mafiose nel calcio e i falsi moralisti. Milan, dopo la colletta il problema sarà di Mirabelli. Verona, comunque andrà sarà un fallimento! Foggia, da De Zerbi a Stroppa il vero vincitore è Di Bari 27.03 - Quando c'è la Nazionale bisogna cercare altre notizie, altrimenti televisioni e giornali chiudono. Si punta sul mercato o su questioni extra. Hanno aiutato, in questa fase, il closing del Milan e le indagini della Procura Federale sulle intercettazioni della Juventus. Se a fare i...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il closing del Milan: la figura di Yonghong Li e tutti gli scenari futuri del club. Valzer delle panchine: tanto ruota attorno a Spalletti. Tutti i colpi delle grandi da Bernardeschi a Manolas fino a Kessie 26.03 - Forse, ci siamo. Il Milan sta per diventare del misterioso Yonghong Li in... Prestito con obbligo di riscatto. Già. Perché i soldi per il closing arriverebbero al broker cinese dagli Stati Uniti, dal fondo Elliott, che finanzierebbe così la chiusura del passaggio del club. Li è rimasto...

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.