HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Pogba, 120 milioni dal City e Tourè più Inter. Juve, Khedira firma ok. Caccia a Falcao. Allan o Nainggolan. Tevez e Pirlo legati alla Champions. Ancelotti, tutti i retroscena. Spalletti più viola

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
29.05.2015 07.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 112950 volte
© foto di Federico De Luca

La Juve sempre più regina del mercato. L'anticipazione di una settimana fa nonostante la smentita di Marotta è diventata realtà.

Sami Khedira, 28 anni, è un giocatore bianconero. Ha firmato un contratto per quattro anni a quattro milioni netti. Un gran colpo per la Juve, un campione del mondo che vuole rifarsi dopo una stagione tribolata, uno che può giocare interno o davanti alla difesa, fino a due anni fa tra i più forti in circolazione.

E' l'ennesimo parametro zero, dopo Pirlo e Pogba sempre grandi affari. Ora Marotta lavora su Dani Alves del Barcellona anche se la concorrenza del Psg è forte. Se ne parlerà dopo la finale di Champions.

Con il Barcellona, infatti, c'è in piedi anche il discorso Pogba.

Gli spagnoli offrono 80 milioni lasciando ancora un anno il giocatore a Torino. Questa è solo una delle ipotesi, da ieri rimbalza sui giornali inglesi un'idea del Manchester City che ha parecchio fondamento. Come abbiamo sempre detto, per Pogba Raiola sta lavorando su più tavoli, poi saranno tirate le somme, comunque entro la prima quindicina di giugno, per dar poi modo alla Juve di reinvestire eventualmente i soldi della cessione.

Il City avrebbe fatto una offerta monstre, 120 milioni alla Juve e dieci netti (quello che voleva) al giocatore. Questa ipotesi consentirebbe così anche la cessione di Yaya Tourè che da tempo si è offerto all'Inter, anzi è in parola con Mancini, ma che era stato bloccato dai City. Dai nerazzurri arriverebbero venti milioni destinati ad abbattere il costo di Pogba.

Sempre in piedi anche l'offerta del Psg che però non è più così pressante. La Juve, come sappiamo, ha chiesto in cambio Cavani valutandolo 40 milioni. I francesi prendendo Pogba a 100 non sono però tanti convinti di poter ricomprare con i soldi della Juve, un altro attaccante del valore dell'ex napoletano.

Il Real era alla finestra, c'era stato solo un colloquio fra Zidane e Pogba a Torino, ma ieri Florentino Perez ha smentito qualsiasi trattativa. E' logico che sia così, Benitez non è ancora arrivato, la lista della spesa dovrà essere concordata con lui e forse nel suo 4-2-3-1, servono due centrocampisti più tattici e più esperti di Pogba. Vedremo.

Comunque la Juve vuole fare una grande squadra, più giovane e più forte di quella attuale, con i soldi che arrivano dalla Champions e probabilmente quelli di una cessione eccellente.

Ricordiamo che sono già arrivati Dybala (ieri le visite), Khedira, Neto (altro parametro zero), Rugani dall'Empoli, mentre Zaza e Berardi saranno aggregati al ritiro estivo e poi d'accordo con Allegri sarà fatta la valutazione finale col Sassuolo. Probabile che alla fine i bianconeri decidano di riscattarli entrambi.

Congelato Cavani, l'attenzione dei bianconeri ora è tutta su Radamel Falcao che ha rotto con il Manchester che non l'ha riscattato e adesso torna al Monaco. L'anno scorso il giocatore era valutato 60 milioni, la Juve non vorrebbe spenderne più di 35. Ma si guarda con attenzione anche a Van Persie, 32 anni, in scadenza con il Manchester. Ha fatto una brutta annata forse per le fatiche mondiali, ma potrebbe essere un affare.

Tutto il mercato juventino delle prossime settimane è legato anche al futuro di Pirlo, ma soprattutto di Tevez. Marotta ha fatto capire che l'argentino potrebbe andare via subito e vi abbiamo già detto il perché un mese fa. Se la Juve dovesse vincere la Champions a Tevez sarebbe concesso di rescindere prima il contratto, non avrebbe più stimoli in bianconero dopo aver vinto tutto.

In caso di vittoria anche Pirlo se ne andrà, ma probabilmente lo farà comunque. Ecco spiegato l'acquisto di Khedira e il pressing su altri due centrocampisti importanti. Il primo è Allan dell'Udinese che come vi abbiamo già detto, vuole solo la Juve. Non a caso i friulani hanno detto no all'offerta dell'Inter e mesi fa avevano rifiutato la Fiorentina. Ma la Juve sta corteggiando anche Nainggolan viste le difficoltà tra Roma e Cagliari di chiudere la comproprietà.

Ma questa è stata anche la settimana di Ancelotti. Dobbiamo dire che Galliani è stato bravo. E' partito con zero possibilità e si porta a casa almeno qualche promessa di Ancelotti. Le possibilità non sono 50 su cento come ha detto Galliani, ma l'entourage di Carletto fa sapere che la percentuale giusta è il 25 per cento.

Comunque Ancelotti ci pensa, dopo l'operazione prevista per lunedì a Vancouver (niente di grave per fortuna) saprà quanta riabilitazione dovrà fare e mercoledi' darà una risposta definitiva. Abbiamo già scritto che il corteggiamento è partito da lontano, prima Galliani chiedeva consigli a Carletto, poi ha cominciato la stretta e il piano di rilancio del Milan unito alle ragioni di cuore potrebbero aver aperto una breccia nell'anno sabbatico programmatico dal tecnico di Reggiolo.

In bilico per altre ragioni anche la posizione di Montella. Domani ci sarà l'incontro con Andrea Della Valle, c'è molta freddezza dopo le dichiarazioni pubbliche del tecnico. Se la Fiorentina capirà che Montella non ha più le motivazioni giuste sarà divorzio e con lui potrebbe partire anche Pradè, da sempre grande sponsor del tecnico. Questione delicata. Intanto è in atto una grande manovra di molti amici toscani per convincere Luciano Spalletti ad abbassare le pretese-russe e accettare la Fiorentina, il suo sogno di sempre. Partita tutta aperta.

Apertissima anche la vicenda Thohir. Il Corriere della Sera ha squarciato la situazione economica del presidente dell'Inter, una situazione che deve far riflettere. L'indonesiano ha messo in piedi delle scatole cinesi...nel 2016 la situazione potrebbe diventare insostenibile.

Ecco allora spiegata anche l'indiscrezione che circola (seppure smentita) a Milano. Sarebbe in atto un tentativo di dar vita a una cordata di industriali interisti (anche Moratti e Tronchetti) capaci di mettere insieme capitali e poi far valore il famoso diritto di ricompra.

Guarda caso proprio Tronchetti sta pensando di chiudere con la sponsorizzazione Pirelli. Tutto succede per caso o c'è un collegamento? Quelli bravi direbbero...ai poster l'ardua sentenza...

Twitter @EnzoBucchioni

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Film-Milan, la settimana dei pianti e delle feste. De Laurentiis, hai rovinato tutto! Verona, per la A esonera Pecchia e prendi un De Canio... Figc, il gioco si fa duro ma i colpi bassi non pagano mai 27.02 - Il Milan vince a Sassuolo con un rigore da ripetere (almeno), il Napoli perde punti e testa e l'Atalanta è lo spot più bello del nostro campionato. Immaginate se Gasperini avesse indovinato anche le prime cinque giornate oggi dove sarebbe... Roba da matti. Complimenti a Percassi e...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.