HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Pogba, l'asta è ripartita. Il Real lo vuole subito? Resta favorito il Barça. Ultimo assalto a Gundogan. La recompra di Morata. La lista di Conte per il Milan. Spalletti vuole Tonelli, Higuain resta a Napoli

Giornalista professionista e scrittore, editorialista del Quotidiano Sportivo che ha rifondato e diretto per cinque anni. Opinionista radio e tv. Twitter @EnzoBucchioni
15.01.2016 07.49 di Enzo Bucchioni   articolo letto 63559 volte
© foto di Federico De Luca

La decisione della Fifa di bloccare due sessioni di mercato del Real Madrid (giugno 2016, gennaio 2017) coinvolge pesantemente anche le strategie di mercato della Juventus. Inutile dire che il desiderio dei più importanti club europei si chiama Paul Pogba. Il Real aveva già manifestato grande interesse l'estate scorsa, ricorderete l'incontro tra il francese e Zidane allora allenatore della squadra B dei blancos, e Pogba è ancora il primo nome della lista della spesa di Florentino Perez.

L'idea era quello di prenderlo l'estate prossima, di strapparlo al Barca che è in vantaggio dopo una sorta di prelazione ottenuta l'estate scorsa.

Naturalmente la Juve sta alla finestra, i bianconeri sanno benissimo che sono riusciti a trattenere un anno in più del previsto Pogba a Torino, ma dovranno arrendersi per le offerte clamorose per il cartellino che arriveranno e per l'ingaggio stratosferico offerto al giocatore. Se l'anno scorso la Juve pensava di portare a casa 100 milioni, quest'anno Raiola, procuratore del centrocampista, ha già parlato di 130. Nessuno puo' dire no.

Ma cosa accadrà adesso? Se il Real a giugno non potrà comprare, è possibile che Florentino Perez faccia entro gennaio il tentativo di prendere Pogba?

La Juve lo teme e non potrebbe rifiutare una cifra con la quale ha già deciso di dare il via alla seconda parte della rifondazione iniziata l'estate scorsa. Il passaggio di Pogba al Real a campionato in corso complicherebbe molto le cose. Da oggi al primo febbraio ne vedremo delle belle. Ma non basta. Tra la Juve e il Real c'è anche da decidere il destino di Morata. Il diritto di recompra del Real è fissato a 30 milioni e scadrà a giugno. Anche qui è possibile che gli spagnoli decidano di farlo valere ora per aggirare la squalifica della Fifa.

La Juve, comunque, la sua strategia l'ha già disegnata. Spera di tenersi sia Pogba che Morata fino a giugno, poi il sacrificato sarà il centrocampista. Se il Real dovesse rimanere fuori dai giochi e la sentenza di condanna confermata in appello, allora l'asta per Pogba vedrebbe in vantaggio il Barca con Chelsea e City più defilati. Il Barca lo vuole assolutamente, la fisicità e al tempo stesso l'agilità del francese sono perfette per rinforzare il centrocampo dei blaugrana.

La Juventus ha già una sua linea disegnata. Con i soldi di Pogba comprerà un centrocampista di grande livello e un difensore. Non è un caso se Marotta e Paratici stanno per ripartire all'attacco di Gundogan. Sanno che prendere ora il giocatore del Borussia è complicato, ma la discussione se non altro potrebbe portare anche a mettere le basi per il trasferimento in estate.

Per il difensore l'idea Benatia è sempre viva, molto dipenderà da cosa deciderà Ancelotti. Parallelamente però la Juve sta scandagliando anche il mercato nazionale prendendo i giovani più interessanti come Mandragora e Sensi (in accordo con il Sassuolo) e altri arriveranno. Un caso Verratti non ci sarà più

Il discorso Morata, poi, potrebbe rimettere in moto anche l'idea di corteggiare Cavani caldeggiata a lungo l'estate scorsa. Se il giovane spagnolo dovesse tornare alla base, sull'ex napoletano tornerebbe l'interesse.

I dirigenti bianconeri si muovono attorno a un progetto tecnico ben definito e come hanno fatto con Dybala l'anno scorso, cercano di bruciare tutti sul tempo. Naturalmente non aspettano il parere dell'allenatore. Non è detto infatti che Allegri resti in bianconero, come vi abbiamo già detto, le critiche della proprietà e della dirigenza nel periodo difficile lo hanno ferito e lui è parecchio permaloso. Comunque, se dovesse arrivare qualche altro, come è tradizione a Torino la squadra la fa la Juventus e non l'allenatore.

A questo proposito, invece, c'è gente come Conte che la campagna acquisti la vuole vivere in prima persona. Il discorso con il Milan che vi abbiamo anticipato ormai tre mesi fa, sta andando avanti. I rossoneri stanno facendo di tutto per supportare Mihajlovic, sperano che il Milan si riprenda in classifica per fare arrivare il tecnico fino a giugno. Lippi non accetta di fare il traghettatore e un ruolo futuro da dirigente non lo interessa: vuole allenare. Difficile trovare un allenatore per sei mesi. A giugno, invece, Berlusconi vuol puntare tutto sul Ct, già contattato nella primavera del 2013. Per Conte è pronto un triennale da cinque milioni a stagione più bonus, ma i nomi dei giocatori che avrebbe richiesto hanno bloccato tutto. Conte, fra l'altro, ha estimatori anche all'estero e il Chelsea ha fatto dei sondaggi. Andrà da Abramovic con Sabatini dt.

Per anticipare gli inglesi e convincere Conte il Milan deve prima trovare un nuovo socio (oggi è previsto un incontro con mister Bee) e immettere liquidità per fare programmi più ambiziosi. Insomma la situazione è tutta da costruire.

Come sappiamo, Conte era stato contattato da Sabatini anche per la Roma e i due stavano ragionando. L'esonero di Garcia e l'arrivo di Spalletti voluto da Pallotta ha di fatto liberato il Ct. Anche Spalletti ha presentato una piccola lista della spesa, ma la sua attenzione è puntata soprattutto sui difensori, esterni e centrali. Si parla di un tentativo per Tonelli dell'Empoli . E' vero che il presidente Corsi continua a ritenere il difensore incedibile, ma la trentennale amicizia con il tecnico della Roma potrebbe far cadere l'ultimo muro. Spalletti ci spera.

Il blocco del mercato del Real forse sarà positivo anche per il Napoli. Ancelotti aveva chiesto con forza ai dirigenti del Bayern l'acquisto di Higuain per sostituire Lewandosky corteggiato dagli spagnoli. Salta tutto ancora prima di iniziare, ma ormai Higuain ha sposato il progetto Sarri, vuol provare a vincere a Napoli venticinque anni dopo Maradona. Un modo per restare nella storia.

Intanto la Fiorentina dovrebbe conoscere oggi Tino Costa di rientro dalla Russia. E' il primo dei tre acquisti. Il secondo sarà un esterno offensivo. Si lavora su Carrillo (simile a Cuadrado) e Tello ex Barcellona. Fumata bianca in arrivo. Più vicino anche Lisandro Lopez, ieri Luisao ha ricominciato ad allenarsi in gruppo e il Benfica entro una settimana dovrebbe dare via libera a Lisandro che Firenze vuole a tutti i costi. Ha già in tasca un accordo con i viola, guadagnerà il doppio rispetto al Benfica: anche per questo non molla.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri prigioniero del Napoli, divorzio impossibile. Chelsea accelera per Bernardeschi, ieri mezza Europa a seguire l'asso viola. Milan, pronti cento milioni per il mercato. Spalletti prima scelta per la Juve 17.02 - Le accuse a Sarri, inaspettate e immotivate, del presidente De Laurentiis (con due i, mi raccomando) hanno fatto saltare in aria lo spogliatoio del Bernabeu e trasformato una onesta sconfitta in un’altra drammatica puntata della serie "I due nemici". E adesso cosa succederà? Ho...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il peso della Champions e le panchine che iniziano i loro valzer con largo anticipo… 16.02 - Dobbiamo essere onesti e realisti. Il Napoli ha giocato con coraggio: ha guardato il Real negli occhi. Gli ha messo anche paura. Poi la qualità delle giocate (anche quelli “improvvisate” come il gol di Casemiro) e soprattutto la personalità e l’esperienza degli avversari ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Real Madrid-Napoli, il giorno del giudizio... Cassano, nessuno si fa avanti! C'è la fila per Allegri ma... 15.02 - Finalmente ci siamo. Oggi è il giorno della verità. Il blasonato Real Madrid, la squadra delle stelle, quella del Pallone d’Oro CR7, ospita, nel mitico Bernabeu, il bel Napoli di Sarri, ossia la compagine che gioca il miglior calcio in tutt’Europa. Una sfida “galattica”, un confronto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: le pulci al Pipita e l'ultima (scomoda) parola sul caso-arbitri. Inter: la "scoperta" di Pioli, un partente...Eun nuovo arrivo! Turbolenze Milan, strane telefonate, risposte sul campo: occhio alle scelte cinesi...Napoli: dimentica i complimenti 14.02 - Ciao. È finito Sanremo. Ha vinto uno che cantava con uno scimmione di fianco. Davvero bravo (anche il cantante). Sanremo è incredibile perché puoi avere tutte le rotture di balle del mondo ma fa niente "tanto c'è Sanremo". "Mamma hai cambiato le pile del polmone d'acciaio della...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Forza Napoli, regalaci la notte perfetta! Juve-Ascoli e il paradosso di mercato. Toni, ti presento Avellino. Abodi contro Tavecchio: la scimmia nuda balla 13.02 - Se dieci anni fa avessero detto a Gabbani che, sul palco dell'Ariston, uno contro uno avrebbe battuto Sua Maestà Mannoia, anche lui si sarebbe messo a ridere. Invece i tempi cambiano e, a volte, i miracoli esistono. Se il Napoli non si presenterà battuto al Bernabeu, il pronostico...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.