HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Juventus-Barcellona ai quarti: passare è possibile?
  Sì, la Juventus è cresciuta rispetto al 2015
  No, il Barcellona resta più forte dei bianconeri

TMW Mob
Editoriale

Presidente, mi consenta... Sabatini-Galliani: idea intrigante. Bologna, Corvino non meritava questa pugnalata. Pazza serie B: da Livorno ad Avellino

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
28.03.2016 00.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 33658 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Impieghiamo mesi per strappare una dichiarazione a Silvio Berlusconi, poi sotto le elezioni il Presidente del Milan ha piacere a parlare e le domande sul calcio si sprecano. Il problema è che non riusciamo più a stare dietro al Cavaliere. Una volta dice che Mihajlovic non ha gioco, un'altra spiega che il problema non è Sinisa e che, se vincesse la Coppa Italia, potrebbe anche rimanere, poi ribadisce che - se il Milan ha speso 90 milioni di euro e la posizione in classifica è quella che è - allora saranno stati sbagliati gli acquisti. Il mirino si sposta su Galliani che, comunque, resta un intoccabile. La verità è che gli acquisti non sono serviti a dare la svolta e, anche se i singoli possono essere considerati giocatori di valore, è l'insieme che lascia a desiderare. Bertolacci è stato strapagato, Romagnoli non può crescere se al suo fianco non ha un top player e Bacca è costato tanto anche se i suoi gol, al contrario di Luiz Adriano, li sta facendo. Il Milan ha giocatori modesti che trascina da anni un gruppo senza qualità. Inutile girarci troppo attorno, il Milan è morto quando quell'estate i vertici decisero di fare pulizia generale dei big. Potevano anche essere avanti con gli anni, ma l'esperienza e il gruppo sono fondamentali anche per fare da scuola ai giovani. Questo è stato l'errore più grande di Berlusconi e Galliani e una squadra competitiva non si rifonda in pochi anni e con pochi soldi. 90 milioni di euro, in un solo mercato, sono tanti da investire per la Juventus che ha già l'ossatura e può centrare due colpi da 45, ma sono pochi per rifondare una squadra intera come il Milan. Ora si parla di Sabatini. Sapete il nostro pensiero sull'attuale Direttore Sportivo della Roma. E' un grande intenditore di calcio e scopritore di buoni calciatori ma non può fare l'uomo società e l'uomo spogliatoio. Per questo la coppia Galliani-Sabatini sarebbe perfetta, ma - anche se vincente - è una coppia destinata a non comporsi mai perché Galliani difficilmente troverebbe la giusta sintonia con un collega dello stesso livello di competenza calcistica. Almeno sulla carta.
A Bologna stanno preparando la rivoluzione. A dire la verità ve ne stiamo parlando dallo scorso agosto, e - quando su Tuttomercatoweb e Sportitalia scrivemmo di qualcuno che tramava alle spalle di Corvino - Pantaleo ci rimase male. 10 mesi dopo si sta verificando tutto. Il Bologna è salvo, Corvino ha un contratto di altri due anni e Saputo sta pensando a trovare un nuovo Direttore Sportivo. I risultati danno ragione a Corvino: calciatori giovani per fare plusvalenze importanti, la serie A conquistata seppur giocando male e la serie A salvaguardata con largo anticipo. Mandare via Corvino non ha senso e non c'è un filo logico. Di Vaio non è ancora pronto per la promozione a Direttore, Pradè non convince gli attuali dirigenti e la probabilità di un arrivo di Pasquale Sensibile è sempre più concreta.
In serie B la rivoluzione dei Mister è costante. A Livorno Spinelli sta facendo la stessa confusione di Zamparini. Panucci non andava preso e neanche ripreso. Adesso Colomba ha l'arduo compito di salvare la squadra ma è il migliore per un ruolo così delicato. Ad Avellino meriti a Taccone e De Vito per aver difeso fino alla fine Tesser. Mister gentiluomo che, probabilmente, non aveva fatto bene i calcoli con tutto lo spogliatoio. Qualcuno ha remato contro, dal primo all'ultimo giorno, e alla fine la società doveva decidere di cambiare Tesser o mandare 4-5 calciatori a casa. Il problema è che i calciatori troppo spesso prendono in mano il comando dello spogliatoio, calciatori che sono leader o altri che neanche potrebbero giocare perché costantemente infortunati o altri pagati tanto ma pronti per l'Inps. Tesser ha rispettato in pieno i programmi dell'Avellino: doveva fare un campionato tranquillo e ha lasciato la squadra molto più vicina ai play off che ai play out. Squadre prestigiose come Salernitana, Vicenza e Livorno sono messe molto male. Tesser non ha avuto Castaldo per tutto il girone di andata e nel ritorno non ha più avuto Trotta. Non si può chiedere la luna ad un tecnico che ha ottenuto quasi il massimo. Certo, qualche errore l'ha commesso ma chi non li commette?

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Montella: Maiorino sa tutto. I 720 milioni di Sino, i 270 di Suning. Inter e Milan: Napoli e Roma col fiato corto. Balo e Darmian novità di mercato 25.03 - "Vediamo". In Casa Milan da diversi mesi a questa parte non è una espressione come le altre. Non è un intercalare o un modo per prendere tempo. E' una vera e propria parola d'ordine, un approccio costante nel tempo, l'unico modo per attendere una soluzione definitiva alla cessione...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-'Ndrangheta, siamo alla follia. Le colpe di Agnelli. Allegri vuole Di María. Inter, lasciate in pace Pioli. Napoli, tieni Insigne non Mertens 24.03 - LL’ultimo scandalo del calcio italiano ha dei contorni inquietanti. Parlo, naturalmente, della vicenda Juventus-‘Ndrangheta e di tutto quello che sta scatenando. Qui non si tratta di essere juventini o antijuventini, credo che il discorso che sto per fare attenga alla civiltà più...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Caparre cene e allenatori, in Primavera si fa il mercato e si guarda al futuro 23.03 - Sono principalmente due le notizie che hanno movimentato la settimana della pausa di campionato e sono destinate entrambe ad avere strascichi durante tutta la settimana. A Milano la questione closing non si è ancora chiusa: né in un verso né nell'altro. I famosi 100 milioni che doveva...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Luis Enrique, non solo Roma... Milan-Donnarumma, è rimasta solo la fede! Napoli, Mertens va premiato oppure... 22.03 - Ogni volta che si manifesta la primavera mi sento meglio… Le giornate diventano più luminose, la natura rinasce, tutto siamo più felici o, almeno, così pare… Tuttavia, ancora una volta, a primavera c’è solo una rondine che tiene alto il buon nome dell’Italia pallonara in Europa. C’è...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Un'idea "folle" per la Juve e una cosa da chiarire su Agnelli. I soldi del Milan ci sono: ecco chi li ha davvero (da lì nascono i problemi). Il fastidio dietro la "non sconfitta" dell'Inter. E sul pranzo indigesto di Sarri... 21.03 - Questa volta non me la prendo con la “pausa per la Nazionale”. Non ci penso neanche. Al limite con il campionato. Quello delle ultime che perdono sempre, delle prime che vincono sempre, di quelle in mezzo che vincono se giocano con le ultime, perdono se giocano con le prime e pareggiano...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Pallotta, chiedi il conto a Spalletti. Giro di panchine: Bucchi e Semplici le new entry. Il Torino dalla “Padelli alla brace”. Lotito in B? Ecco perché conviene più alla B che alla A… 20.03 - Nel week end dell’addio dei sogni di gloria dell’Inter, si passa al sabato dove il Milan conferma di essere da Europa di serie B. Milano oggi è da Europa di serie B e la classifica confermerà che le due squadre di Milano ancora non sono pronte a rientrare dalla porta principale. Il...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il monopolio della Juve fa male al calcio italiano: o tornano le milanesi (dei giorni migliori...) o la Serie A in Europa perderà posizioni. E tanti saluti al regalo dell'UEFA 19.03 - Ci risiamo. Superati gli ottavi di finale ecco riaffiorare i soliti problemi e sempre gli stessi limiti. C'è la Juventus, che si avvia indisturbata a conquistare il sesto Scudetto consecutivo (record assoluto). Poi c'è il vuoto, in Serie A e nelle competizioni europee. La Roma in...

EditorialeDI: Mauro Suma

Sacchi-Dybala: juventini distratti. Bacca: nessuna grazia ricevuta. 200 milioni Closing e 200 milioni Guardiola. I derby estremi di Roma e Genova 18.03 - Era appena finita Juventus-Porto e dopo partite del genere, dove tutto va per filo e per segno, le tv devono cercare di ravvivare e movimentare. E' accaduto anche su Premium, dove Arrigo Sacchi ha stimolato Dybala: "Sei un modello per i giovani, sei un grandissimo giocatore, perchè...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Spalletti, ora è addio. E la Juve aspetta. Allegri più lontano. Inter, Suning 150 milioni per lo Scudetto. Milan, se salta il closing Donnarumma al Real 17.03 - La Roma è fuori dall’Europa nonostante la vittoria e una gara di grande spessore tecnico e agonistico e, se tanto mi da tanto, Spalletti è fuori dalla Roma. Non faccio altro che seguire le sue indicazioni e il suo ragionamento. Ancora pochi giorni fa ha ribadito che senza tituli (alla...

EditorialeDI: Luca Marchetti

I giovani, la Champions e le scadenze 2018? Vendi o firmi? 16.03 - La Champions sa ancora riservare sorprese. Non che il Monaco potenzialmente sia (stato) meno ricco del City, ma nell’anno in cui gli inglesi volevano la glorificazione in campo internazionale è arrivato il fracaso di Pep. Lontano dalla testa della classifica in Premier, uscito per...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.