HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Quando andate al mercato state attenti al bidone:

06.07.2014 00.00 di Italo Cucci  articolo letto 31588 volte
© foto di Federico De Luca

Lo scrisse Socrate, lo confermò Platone: "Quando andate al mercato-state attenti al bidone". Ce n'è in giro millanta-e qualcun li decanta". Vabbè, basta con le rime baciate. E' solo un innocente tentativo di aggiungere qualcosa allo sciocchezzaio imperante; naturalmente distinguendo le balle cinesi dalle verità. Soprattutto in pieno Mondiale, proprio quando i valori sono sul punto di rivelarsi nelle partite decisive. Ho sempre sostenuto, infatti, fin da maggio, che le sentenze mondiali avrebbero dato un forte contributo alle operazioni di acquisti e cessioni, ovviamente legate al rendimento dei candidati a un trasferimento. Lasciando fuori Brasile, Germania, Argentina e Olanda - ora semifinaliste - ho preso nota dei contraccolpi dovuti alle bocciature. Escludendo subito - morsi a parte - Luis Suarez, il cui valore non è stato messo a rischio dalla bocciatura dell'Uruguay, salvo un piccolo ridimensionamento legato ai quattro mesi di squalifica e alle nove partite che dovrà saltare: paradossalmente, la condanna disciplinare non ha peso tecnico e l'operazione Barcellona potrà andare in porto, sempre che il mite Luis Henrique accetti la conversione del suo grande club che un tempo indossava la gloriosa maglia azulgrana con la scritta "UNICEF" e adesso potrebbe adottare lo slogan cinematografico (autore Roman Polanski) "PER FAVORE NON MORDERMI SUL COLLO". Prendo nota - non con disappunto ma con senso dell'umorismo - che l'unico calciatore declassato dalla sconfitta mondiale è Mario Balotelli. Dicono che prima del flop azzurro valesse 35 milioni; e che stesse per acquistarlo l'Arsenal; dico che mi sembra una cifra gonfiata (il capocannoniere Immobile al Borussia per 18 milioni...) e che forse insieme all'acquisto dell'ex Supermario il club inglese avesse in animo anche di esonerare Arsene Wenger - colui che Mourinho ha definito il Re dei Perdenti - noto gentleman estimatore di giocatori corretti e professionali. Il ragazzaccio Balo - parola di Berlusconi - ha fatto perdere al Milan un'occasione d'oro; non ho notizie dei nuovi valori degli Eroi di Spagna, di Cristiano Ronaldo, di Rooney, di Sanchez; ma restiamo a casa: e ditemi perché Cuadrado, Zuniga, Guarin e Pogba e Mertens (forse i peggiori in campo nei Quarti) dovrebbero ancora valere cifre iperboliche (50 Cuadrado, 80 Pogba) e pretendere ingaggi da nababbi. Se penso che Boniperti si limitò ad aumentare di poche migliaia di lire l'ingaggio dei bianconeri campioni del mondo reduci da Spagna (e quelli che non accettarono furono subito sbolognati) azzardo l'ipotesi che gli sconfitti d'oggi dovrebbero addirittura restituire pacchi di euro. Ma non si fa. Non si può fare. Al massimo si può tentare di farlo con Mario Balotelli detto "il Mostro", per far contenti i suoi numerosi detrattori, abitualmente a caccia di capri espiatori, e il Cav.Dott. che lo considera da sempre un rovina famiglie, anzi: una mela marcia. In fondo, la versione addomesticata delle cronache mondiali dice che in Brasile non è stata sconfitta la Nazionale di Prandelli ma l'Italia di Balotelli. Appassionato di colori, i suoi nemici Mario prima li ha fatti neri. Poi s'è fatto biondo e ha mormorato "c'è chi può e chi non può: Io può".

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri legato alla Champions. Piace Paulo Sousa. Marotta ha deciso: due centrocampisti a gennaio. Anche Berlusconi e le sue vedove si arrendono. Napoli, dubbi su Pavoletti 02.12 - Della serie anche i ricchi piangono, mi risulta che i dirigenti della Juventus, Agnelli in testa, non siano poi così contenti di questa squadra nonostante il primo posto in campionato e la qualificazione anticipata in Champions. L'assenza di gioco non è più motivo di simpatici...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Luca Marchetti

Le panchine cambiano tutte insieme, gli scricchiolii delle big strizzano l'occhio al mercato. Gennaio si avvicina... 01.12 - Saltata un'altra panchina in A. De Zerbi non è più l'allenatore del Palermo dopo una sconfitta in coppa Italia ai rigori contro lo Spezia a pochi giorni dalla conferma (a sorpresa) del suo presidente Zamparini. Al suo posto arriva Corini, grande ex, che avrà il compito di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

30.11 - Campionato riaperto, infermeria, quella bianconera, presa d'assalto. Allegri, di colpo, si è ritrovato a fare la conta dei pochi presenti. Ogni partita, qualche tassello della corazzata bianconera va in pezzi. In particolare, problemi evidenti a livello difensivo. Da qui la...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Milan e la telefonata "cinese" di chi crede ancora al closing: ecco cosa succede! Juve e Allegri: la "follia" dopo il ko di Genova. Inter: ecco il diktat sul mercato firmato Zhang. Roma: autodenuncia su Dzeko 29.11 - "Ciao, mi chiamo Maurizio, ho 75 anni e non esonero da 6 mesi". "Fate un bell'applauso a Maurizio". E giù applausi. Ci piace iniziare così, con un pensiero all' "esoneratore anonimo" Maurizio Zamparini, in crisi d'astinenza e comunque capace di tenere duro col buon De...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

28.11 - Sarà che settimana prossima c'è il referendum, sarà che per 8 mesi è rimasto in silenzio per problemi ben più gravi del calcio, sarà che in Italia tutto è consentito, sta di fatto che sono 10 giorni che Silvio Berlusconi,...

Editoriale DI: Andrea Losapio

27.11 - Abbiamo negli occhi la clamorosa sconfitta che l'Inter ha patito con il Hapoel Beer Sheva. I suoi giocatori hanno tenuto fede al nome della squadra e hanno ubriacato gli avversari in un secondo tempo davvero vergognoso da parte degli uomini di Pioli. Tanto bene nella prima...

Editoriale DI: Mauro Suma

Il 14 Dicembre del Milan. La confusione del Sassuolo. Pioli, il terzo scomodo. E' bruttissimo il calcio fra Biella e la Questura di Como 26.11 - All'esterno del Milan l'attesa spasmodica è per il 13 Dicembre. All'interno del Milan la curiosità e la suspence sono tutte per il 14 Dicembre. Chi entrerà a Casa Milan quel giorno? Le chiavi saranno sempre nelle stesse mani o saranno consegnate ai nuovi proprietari?...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

25.11 - L'ennesimo tentativo di agitare le acque attorno alla cessione del Milan è andato a vuoto. Questa volta è sceso in campo direttamente Silvio Berlusconi, spalleggiato dai soliti noti nel mondo della comunicazione, per cercare di depistare, spargere dubbi, insinuare situazioni...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Berlusconi insiste: si chiude, ma altrimenti... il Napoli stoppato in Champions, prenota una stellina brasiliana. E i giovani... 24.11 - La notte dopo il derby Berlusconi aveva dato certezze: il closing ci sarà, ma se così non dovesse essere sarei pronto a rimanere e vincere con un Milan giovane e italiano. Sembrava più una sorta di rassicurazione ai tanti tifosi del Milan contenti per come stavano andando le...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

Silvio, il difficile arriva adesso... Inter-James, si fa sul serio! Kean, un predestinato 23.11 - Lo capisco. Silvio Berlusconi sta soffrendo. Ormai ha capito che l'attimo in cui sarà costretto a dire addio, per sempre, al suo amato Milan è ormai alle porte. Il popolo rossonero gli ha tributato una coreografia da brividi, tutti lo hanno applaudito. Per ogni singolo tifoso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy.