HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Magazine
SONDAGGIO
Grandi bomber in Italia: chi la spunterà come capocannoniere?
  Vincerà Dzeko, è il centravanti più in forma della Serie A
  La spunterà ancora Higuain, è il goleador della squadra più forte
  Il trono tornerà ad un italiano, la rivelazione Belotti
  La sorpresa sarà totale: vincerà il falso nove Mertens
  Il titolo tornerà ad Icardi, già re dei bomber nel 2015

TMW Mob
Editoriale

Quanti soldi ci vogliono per costruire una grande squadra? Ecco come sono messe le italiane (Juventus compresa)

13.10.2016 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 26099 volte
© foto di Federico De Luca

In questi giorni in cui si discute molto del nuovo Milan dei cinesi (e sulle capacità di spesa), in cui si cerca di capire quali possono essere gli eventuali limiti di Suning nella costruzione della nuova Inter, in cui si celebra la grande solidità della Juventus arrivata al tavolo delle grandissime d'Europa senza alcun timore reverenziale anche sotto il profilo del fatturato, la domanda viene spontanea.
Ma quanto ci vuole per costruire una grande squadra? Cioè quanto hanno speso finora le squadre in giro per l'Europa e l'Italia per avere la rosa che hanno ora a disposizione (e che teoricamente è la migliore possibile).
Bene, partiamo da un dato. Come succede da diverso tempo ormai il trend è sicuramente segnato. Soprattutto dalle inglesi e dalle due big spagnole che guidano questa speciale classifica (stilata dal Cies). Non ti sbagli... potremmo recitare la litania a memoria. Manchester United (non a caso la squadra più ricca del mondo) primo con 718 milioni di euro spesi per acquistare tutti i giocatori che sono attualmente in rosa. Secondo? Il Real ovvio con 634. Poi il City (611). Queste tre sono le più spendaccione: quelle che per avere i big non hanno mai lesinato spese. Un portafogli quasi sempre aperto: ma (decima a parte) con un ritorno decisamente inferiore a livello di titoli. Soprattutto se confrontate con il Barcellona che ha spesso 485 milioni (quindi più di 100 mln spesi in meno del City terzo)...
Seguendo a leggere troviamo poi il Chelsea, il PSG e infine la Juventus che per avere questa squadra ha speso quasi 400 milioni (nello specifico 395). Ma la vera differenza sta nella natura della proprietà: e qui torniamo al discorso iniziale, ovvero della bravura e delle capacità della Juventus di potersi inserire nel tavolo dove si punta pesante, senza avere complessi di inferiorità.
Le squadre prima della Juve (in questa classifica) non sono in mano a un proprietario straniero (né tantomeno all'azionariato popolare). Troviamo russi, arabi o americani. La famiglia Agnelli è la prima conduzione "familiare" elevata alla potenza internazionale.
E' stata questa la battaglia fondamentale condotta (e al momento vinta) dalla dirigenza bianconera Anche perché questi soldi spesi per comporre la squadra non hanno gravato sul bilancio con un rosso clamoroso, anzi. Da sempre Agnelli ha detto che la Juve avrebbe dovuto saper sopravvivere da sola, senza interventi continui da parte della controllante.
Ecco perché la domanda successiva, cioè quella che faranno le nuove proprietà straniere a Milano, diventa interessante... Le avvisaglie di Inter nella coda del mercato, da questo punto di vista, sono particolarmente interessanti, tanto è vero che l'Inter si è issata all'11esimo posto, come spesa, nonostante negli ultimi anni abbia cercato soprattutto soluzioni a lungo investimento.
La Roma americana (201 milioni) e il Napoli di De Laurentiis (200) hanno speso più o meno lo stesso e forse non è un caso che negli ultimi anni abbiano ottenuto dei risultati analoghi. E il Milan (ultima delle big italiane) ne ha spesi 156: a dimostrazione di come sia calato anche il potere di acquisto dei rossoneri e che la voglia di rivalsa in mano ai cinesi dovrà essere incanalata nei giusti binari. E chissà che con poche sessioni di mercato il nuovo Milan non possa scalare posizioni, come sperano i tifosi rossoneri, a suon di colpi di mercato (come peraltro previsto anche dal preliminare).
Altre curiosità dalla classifica. Nelle scorse settimane abbiamo analizzato "chi più spende meglio spende?" e la risposta sinceramente è stata complessa. Ma analizzando questa ricerca fatta dal Cies forse verrebbe da dire che chi meno spende rischia... Delle italiane, quelle che hanno speso di meno per la costruzione della propria rosa, sono Crotone (14 milioni), Pescara ed Empoli (22 milioni). Sono le ultime tre della classifica più importante, quella di A. Ma la speranza è poter fare come il Chievo: 25 milioni spesi, terzo posto in classifica. Come spendere poco, ma spendere bene...

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Film-Milan, la settimana dei pianti e delle feste. De Laurentiis, hai rovinato tutto! Verona, per la A esonera Pecchia e prendi un De Canio... Figc, il gioco si fa duro ma i colpi bassi non pagano mai 27.02 - Il Milan vince a Sassuolo con un rigore da ripetere (almeno), il Napoli perde punti e testa e l'Atalanta è lo spot più bello del nostro campionato. Immaginate se Gasperini avesse indovinato anche le prime cinque giornate oggi dove sarebbe... Roba da matti. Complimenti a Percassi e...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Il futuro di Allegri, Sousa, Spalletti, Sarri e la carta Ranieri: novità e previsioni su uno dei più grandi domini degli allenatori del calcio italiano 26.02 - Mentre il Napoli ha ufficialmente detto addio ai sogni Scudetto, la Juventus vola spedita verso l'ennesimo titolo. Sì, dietro c'è la Roma, arrembante, vigorosa, ma la sensazione è che per l'ennesima volta la proprietà americana resterà a bocca asciutta mentre a festeggiare sarà Massimiliano...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri-Bonucci: tutta una finta! Il 3 Marzo del Milan, il 24 Febbraio della Roma. Arbitri: Carnevali come Donadoni. 25.02 - Ci avevano convinto. Erano stati proprio bravi. In diretta, il primo commento di pelle alle "parole grosse" fra Allegri e Bonucci, era stato "non è per forza un male". Ma l'approfondimento, forse solo una battuta..., era stato ancora meglio: "Hanno fatto finta di litigare, visto che...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sousa verso l'esonero, disastro Fiorentina. E adesso Kalinic può andare in Cina. Ranieri finito il fattore C. Allegri, ecco perché andrà via. Dybala firma fino al 2021 24.02 - Succede l’incredibile a Firenze. La Fiorentina in vantaggio per 2-0 dopo l’1-0 dell’andata, si fa battere 4-2. Un crollo verticale di una squadra che chiude la stagione qui, a febbraio: fuori da tutto. E adesso? Dopo la contestazione a caldo, allo stadio, nella notte c’è stato un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve d'Europa non si ferma neanche sul mercato, Bacca ancora Cina, l'Inter guarda alla Roma e al futuro 23.02 - Promossa. A pieni voti. La Juventus versione Europa viaggia, come in campionato. Uno 0-2 pesante sul campo sempre delicato del Porto, il modulo offensivo confermato da Allegri senza timori e la tensione con Bonucci già alle spalle: la Juve risponde con una vittoria importante, fondamentale,...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, un ex Juve per l'attacco... Inter-Berardi, passi avanti! Roma, troppe parole sullo stadio. Napoli, Sarri deve restare 22.02 - Forse neppure Beautiful, mitica soap opera statunitense (in onda dal 1987…), è durata di più. Il tanto agognato closing pare alle porte. Finalmente il Milan scoprirà i suoi nuovi capi e, altrettanto finalmente, ci comincerà a pensare, in grande, per il mercato. Saranno due i primi,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, Allegri e gli sfoghi: ecco cosa c'è dietro la multa a Bonucci. Milan: 2 cose sui cinesi (ma occhio al "boicottaggio"). Inter: decisioni prese e da prendere a prescindere dalla Champions (e Pioli...). Napoli: c'è il "patto"  21.02 - Ciao. Vogliamo stupire De Laurentiis. Lui e quelli che non credono in noi. Noi abbiamo la "cazzimma" e lo dimostreremo compilando il primo editoriale "a caso" della storia. Partiamo dalle cose importanti: le marchette. Questa settimana ne abbiamo raccolte cinque. (Le marchette...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Svolta Milan: Fassone e Mirabelli, ecco cosa c'è in agenda. De Laurentiis, squadra e mister in pubblico vanno sempre difesi. Figc, Tavecchio 60%-Abodi 40%. E quell'assalto a Renzo... 20.02 - Il calcio è strano e per questo ci piace così tanto. Zeman torna a Pescara e in un colpo solo consente di festeggiare il primo successo sul campo agli abruzzesi e fa più gol lui in 90 minuti che Oddo in un girone e mezzo. Il Torino è durato 3 mesi poi Sinisa si è squagliato come già...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

De Laurentiis, lo sai che hai affrontato Modric e CR7 al Bernabeu? Marotta, Verratti come Higuain: si migliora solo con un'altra 'follia'. Rodriguez, trattativa alla Perisic: dettagli e retroscena di una lunga maratona 19.02 - Ma cosa si aspettava De Laurentiis? Mercoledì sera, in attesa dell'arrivo di Sarri nella sala stampa, ammetto di essere rimasto spiazzato dalle dichiarazioni del presidente del Napoli. Stupito. E mi sono presto accorto che non ero l'unico. Venivamo da giorni in cui il numero...

EditorialeDI: Mauro Suma

Simeone-Juve e Conte-Inter, le ultime dal fronte. De Laurentiis non protegge il Napoli di Madrid. Milan, il lavoro di Montella. C'è Valeri, ma il Milan deve stare calmo 18.02 - Sognare e ipotizzare non cosa nulla. E soprattutto può essere utile ad uscire, finalmente, non se ne può più, dall'ultimo Juventus-Inter. Nella speranza che non ci siano più dettagli e pagliuzze da esaminare per intere trasmissioni di quella partita, i tifosi bianconeri e nerazzurri...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.