HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da Tuttomercatoweb.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
TMW Mob
Editoriale

Roma, ecco il primo colpo: vicino il brasiliano Dodo. L'Inter corteggia ancora Rossi e rivuole Viviano. Napoli, l'identikit per la difesa può essere Astori. E il Parma segue l'argentino Blandi

Nato a Castellammare di Stabia (NA) il 28 marzo 1974, inizia a collaborare per Telenuovo Padova. Giornalista Professionista dal 2001, è il massimo esperto di calciomercato per Sky Sport.
21.03.2012 00.00 di Gianluca Di Marzio  articolo letto 25273 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews

Siamo a fine marzo, sembra metà giugno. Come se il mercato fosse aperto. L'Atalanta infatti sta per tesserare Mutarelli, svincolato, tutta colpa dell'emergenza infortuni, mancano solo le visite mediche. E poi la Roma, vicinissima al primo colpo estivo: si chiama Dodo, è un esterno sinistro brasiliano, classe 92, le referenze sono davvero interessanti. Sabatini non si smentisce, gli piacciono i colpi giovani, sta lavorando su quest'operazione da tempo. Dodo è del Corinthians, ha il contratto in scadenza a giugno e il passaporto comunitario, l'anno scorso era stato prestato al Bahia dove pero' a novembre si è rotto il crociato. La Roma sta approfittando di questa sua assenza dai campi per chiudere in tempi brevissimi, c'è grande ottimismo. E si tratta di un giocatore che non molto tempo fa era stato seguito dallo United, prenderlo praticamente gratis (vanno considerate le commissioni e l'indennizzo al club) sarebbe un affare non indifferente. Anche l'Inter si muove, nonostante la scelta del nuovo allenatore non sia stata ancora completata. A proposito, nel contratto di Ranieri dovrebbero esserci alcune clausole e scadenze che possono liberare la società dal peso economico di un secondo anno. Non ci sono conferme ufficiali, ma Il rinnovo sarebbe stato automatico se l'avventura in Champions fosse stata più lunga o in caso di (almeno) terzo posto in campionato, obiettivo quest'ultimo teoricamente ancora raggiungibile. Ma comunque sempre con l'impegno da parte dell'Inter di comunicare a Ranieri l'eventuale volontà di non proseguire entro una determinata data (pare il 30 giugno). Quindi l'Inter e Ranieri si separeranno a fine stagione senza polemiche e forse senza pendenze economiche, il rapporto costruito in questi mesi è stato improntato sul massimo rispetto. Ecco perché Moratti conta di proseguire il campionato con l'attuale guida tecnica, per poi trovare l'uomo giusto da cui ripartire. Nel frattempo, è tornata l'idea-Rossi, complice il momento disastroso del Villarreal in Liga: l'attaccante della Nazionale è sempre piaciuto, questa potrebbe forse essere la volta buona per il suo ritorno in Italia, l'Inter vigila. Sapendo che gli spagnoli -a rischio retrocessione- non potranno mai più chiedere quelle cifre (25/30 milioni) che ne hanno impedito la cessione, soprattutto adesso che Pepito è reduce da un brutto infortunio. Anche Viviano si era rotto il crociato e il suo cartellino è a metà con il Palermo. La notizia è che l'Inter ha intenzione di riscattarlo, presto partiranno i contatti con i rosanero. Riportare a casa Viviano può voler dire naturalmente divorzio con Julio Cesar, il segnale oggi è proprio questo, la situazione va monitorata con attenzione nei prossimi giorni. Radar accesi anche sul Napoli, sugli sviluppi della trattativa Cuadrado, sulla ricerca di un centrocampista (ancora poche tracce, ci sto lavorando), sull'esigenza di un difensore. Sono stati fatti tanti nomi, alcuni (Ivanovic, Mexes) sembrano sinceramente irraggiungibili considerando stipendi e ingaggi: solo il serbo del Chelsea per esempio guadagna 4 milioni netti, ovvero quasi quanto Lavezzi e Cavani messi insieme. L'identikit allora potrebbe avere le sembianze di una vecchia tentazione, quell'Astori già corteggiato in passato e adesso tutto di proprietà del Cagliari, con il Milan non ancora molto caldo sulla possibilità di riprenderselo. Per adesso è solo un'idea, non ci sono stati contatti tra i club, ma Astori è sempre stato nella lista azzurra. Nel taccuino del Parma, c'è invece un giovane argentino che ha regalato al Boca l'ultima Apertura con 4 gol decisivi: si chiama Nicolas Blandi, ha 22 anni, è una prima punta da seguire. Quando gioca (adesso sta recuperando da un infortunio), è sempre determinante, forte è anche la sua voglia d'Italia, può essere un'occasione per molte società italiane. Anche per il Parma di Leonardi, che proprio nelle ultime ore ha deciso di restare nonostante l'interessamento di Fiorentina e Samp: accordo raggiunto con il presidente Ghirardi, pianificazione pronta, prolungamento di altri tre anni (la scadenza attuale è 2014) a salvezza raggiunta. Perché siamo a fine marzo, ma molti presidenti vorrebbero essere già a metà giugno.

ARTICOLI CORRELATI

TuttoMercatoWeb.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Panchine d'Italia: il Milan pensa al post-Ancelotti, casting Napoli, gli incroci e gli smottamenti. E poi il mercato. Dybala a Torino, tra poco tocca a Khedira 28.05 - Tutto è iniziato da Udine, via al giro d'Italia delle panchine. Andrea Stramaccioni è ai saluti, toccherà a Stefano Colantuono ricostruire l'Udinese con le idee guida della società che ha scelto di cambiare consensualmente con Strama. Ieri l'incontro per firmare e dirsi sì,...
App Store Play Store Windows Phone Store
 

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare. Estate rovente in casa della Vecchia Signora 27.05 - Sir Winston Churchill non era proprio l'ultimo della pista. La sua capacità di misurare le parole era equiparabile alla sua saggezza. "Non sempre cambiare equivale a migliorare, ma per migliorare bisogna cambiare...", spiegava il politico britannico... Parole che Marotta, uomo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

26.05 - Boh. Mah. Bah. In fondo a quest'editoriale vi racconto una storia. Se vi va date un'occhiata. Ora invece perdonatemi ma devo assolutamente iniziare dispensando consigli. Penserete al solito potpourri di puttanate "alla Biasin" e invece no, trattasi di cosa seria....

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Contiamo adesso i difensori d'ufficio di Benitez. Ancelotti-Milan, l'ultima follia rossonera. Le 22 pagelle della B. "C come Cittadella" ma adesso lo stadio chi te lo copre? 25.05 - Champagne, con le bollicine buone grazie. Benitez è venuto per due volte in Italia ad insegnare calcio e due volte ha preso legnate sui denti. All'Inter è durato meno di De Sica con la biondina (della quale non ricordo il nome, perdonatemi) in "Natale a Miami" - giusto per...

Editoriale DI: Raffaele Auriemma

Caro De Laurentiis riprenditi il Napoli e se fosse necessario manda subito via Benitez e dai la squadra a Pecchia per l'ultima partita stagione. Bisogna mettere su un nuovo gruppo che sappia combattere... 24.05 - Quante umiliazioni in una sola volta per il Napoli. Partecipare alla festa tricolore della Juventus con una sconfitta pesantissima e dissanguante per tutte le risorse che non arriveranno attraverso la Champions League, oltre all'esclusione di Higuain dopo soli 45 minuti e...

Editoriale DI: Mauro Suma

23.05 - C'è un abisso fra la Juventus e le altre. La cosiddetta Juventus 2 oggi vincerebbe comodamente il Campionato. E la Juventus lo sa. Per questo Andrea Agnelli non si accontenta. Vuole trasportare la schiacciante superiorità bianconera dal campo alla scrivania. E non è solo (!)...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve, Khedira che colpo. Tutto su Cavani. Ecco la strategia per Pogba. Dani Alves e Alonso altre idee. Pirlo e Tevez, via se vincono la Champions. Ancelotti, il Milan offre poco 22.05 - L'unica squadra italiana che potrà fare il mercato con i soldi veri è la Juventus, lo stiamo dicendo da un paio di mesi e nel frattempo la situazione è ulteriormente migliorata: più i bianconeri vincono, più risorse arrivano. La conquista della coppa Italia dopo vent'anni, a...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Juve una stagione da cannibale, sul campo e sul mercato. Incontro anche per Cavani. Inter e Milan puntano al rilancio, il Real saluta Ancelotti e flirta con Benitez 21.05 - Che è la tua stagione te ne accorgi anche dai particolari, dai centimetri. Ma se questa Juventus sembra ormai un cannibale, seppur con il "sorriso". Ha mantenuto la stessa fame degli anni di Conte, con un atteggiamento apparentemente diverso. Apparentemente. Ha la forza di...

Editoriale DI: Fabrizio Ponciroli

Potete ingannare tutti per qualche tempo, o alcuni per tutto il tempo, ma non potete prendere per i fondelli tutti per tutto il tempo. Ancora l'incubo calcioscommesse... 20.05 - Addio speranze. Il calcio italiano è, nuovamente e inesorabilmente, tornato nella melma (se avete letto diversamente, ci sta...). Mentre il calcio italiano, da mesi, si sbatte per ritrovare un minimo di considerazione a livello internazionale, ecco che, tra i confini...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

19.05 - Eccoci qua. Doverosa premessa. A spanne siamo al 322435532esimo editoriale scritto da me medesimo su Tmw. Un mare di parole a caso, notizie qualche volta azzeccate e molto spesso campate per aria, puttanate extra-pallone che mi vengono in mente e butto là per far capire che...
 
 
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.